Lanciano Pescara, risultato finale 1-2

Pubblicato il autore: Rocco Menechella

lanciano pescaraQuarta sconfitta consecutiva per il Lanciano che precipita nella zona a rischio mentre il Pescara torna a vincere in trasferta e si rilancia in chiave playoff.
93′ minuto: FINISCE QUI IL DERBY D’ABRUZZO: LANCIANO-PESCARA 1-2

90′ minuto: CI SARANNO 3 MINUTI DI RECUPERO
85′ minuto: occasione per chiudere la gara per il Pescara con Benali che da buona posizione tira alto
83′ minuto: ci crede il Lanciano che assedia l’area di rigore del Pescara
77′ minuto: doppia occasione Lanciano con Paghera ma è bravo Fiorillo
70′ minuto: cross pericoloso dalla sinistra di uno scatenato Piccolo ma nessuno ne approfitta
65′ minuto: secondo cambio per il Pescara, esce Bruno ed entra Mandragora
61′ minuto: tiro cross di Benali che sfiora la parte alta della traversa e termina sul fondo
57′ minuto: si copre ODDO, fuori Cocco e dentro Selasi
55′ minuto: GOOLLL DEL LANCIANO. ACCORCIA LE DISTANZE DI CECCO CHE RIBADISCE IN RETE UNA RESPINTA CORTA DI FIORILLO SU CROSS DALLA DESTRA DI PICCOLO
53′ minuto: primo ammonito per il Pescara, si tratta di Bruno
49′ minuto: GGGOOOLL DEL PESCARA. MEMUSHAJ DAL DISCHETTO SPIAZZA CASADEI E FA 2-0 PER GLI OSPITI

48′ minuto: calcio di rigore per il Pescara, fallo di mano in area di Di Cecco che viene ammonito
Si riprende con un cambio nel Lanciano, fuori Amenta e dentro Boldor
Un Pescara sornione che subisce l’avvio veloce del Lanciano e colpisce in una delle poche occasioni in cui si è fatto vedere dalle parti di Casadei con il 6° goal stagionale di Gianluca Caprari.

45′ minuto: fine primo tempo. Pescara in vantaggio 1-0
43′ minuto: si fa vivo il capocannoniere Lapadula con un sinistro dal limite di poco fuori
37′ minuto: primo giallo dell’incontro per Paghera autore di un brutto fallo su Cocco
35′ minuto: punizione dalla sinistra di Mammarella e mischia furibonda in area del Pescara che libera
32′ minuto: ancora Fiorillo dice di no questa volta a Pucino che di testa aveva raccolto un cross dalla sinistra di Mammarella
28′ minuto: risponde subito il Lanciano con un colpo di testa di Marilungo deviato in corner da Fiorillo
25′ minuto: GOOOLLL DEL PESCARA! Caprari con un diagonale di destro batte Casadei
21′ minuto: prima azione pericolosa degli ospiti con Benali che dal fondo mette in mezzo ma Cocco arriva in ritardo e la palla attraversa tutta l’area di rigore senza che nessuno possa intervenire
13′ minuto: fatica il Pescara a rendersi pericoloso dalle parti di Casadei. Ci prova con lanci lunghi in area
7′ minuto: meglio il Lanciano in questo avvio di gara con Pucino che ci prova da lontano ma spara alto
1’minuto: parte forte il Lanciano con Di Cecco che manda alto dopo una smanacciata di Fiorillo su cross dalla destra di Piccolo

FORMAZIONI UFFICIALI:

VIRTUS LANCIANO (4-3-2-1): Casadei; Pucino, Rigione, Amenta (46′ Boldor), Mammarella; Di Cecco,(80′ Bacinovic), Paghera, Di Francesco; Piccolo, Padovan (75′ Lanini), Marilungo.

PESCARA (4-3-1-2): Fiorillo; Zampano, Campagnaro, Zuparic, Crescenzi; Memushaj, Bruno (65′ Mandragora), Benali; Caprari; Lapadula, Cocco (56′ Selasi)

MARCATORI: 25′ Caprari (P), 49′ Memushaj, 55′ Di Cecco

AMMONITI: Paghera (L), Di Cecco (L), Bruno (P)

LANCIANO PESCARA, CI SIAMO! Va in scena oggi pomeriggio alle ore 15,00 il derby d’Abruzzo. Gli spalti del Biondi  di Lanciano saranno sold out per una gara delicata che mette in palio punti importanti. La Virtus Lanciano ci arriva dopo una settimana condita da 3 sconfitte che l’hanno inchiodata al penultimo posto con 14 punti. Obiettivo dei rossoneri, inutile girarci intorno, puntare ad un deciso cambio di rotta attraverso una vittoria per rimanere aggrappati alla salvezza diretta e anche per sfatare il tabù dei precedenti in serie B (2 pareggi e 2 sconfitte). Motivazioni importanti anche per il Pescara di Oddo a caccia del colpo per migliorare il rendimento in trasferta e per consolidarsi nella zona che conta (28 punti e sesto posto).

QUI LANCIANO: si poteva arrivare al questa particolare sfida con almeno un punto in più, ma la trasferta di Avellino, che vedeva la Virtus addirittura sul doppio vantaggio nonostante l’uomo in meno, ha finito per seguire il trend delle altre gare, lasciando uscire dal campo i rossoneri con un pugno di musche in mano. Il tecnico D’Aversa ha chiesto il sostegno dei tifosi. Stringersi attorno alla squadra è l’unico modo per uscire dalla crisi, anche perchè la via della salvezza, visto il rendimento lontano da casa, potrebbe passare quasi esclusivamente dal Biondi. Per la gara che avrò inizio domani pomeriggio alle ore 15:00 i frentani ritrovano in difesa Federico Amenta, innesto importantissimo, che arriva proprio nel momento in cui la difesa inizia a scricchiolare (sono 10 le reti subite nelle ultime 3 sfide). A centrocampo saranno assenti Vastola e Zé Eduardo, il secondo causa infortunio. Bacinovic e Paghera si contengono un posto in cabina di regia (ma non è escluso che possano giocare entrambi), rientra dalla squalifica Di Cecco che dovrebbe spostarsi sulla destra per confermare nel ruolo di mezz’ala Di Francesco, che tanto bene ha fatto nelle ultime due uscite. In attacco non sembrano esserci dubbi e in attacco si dovrebbe vedere il tridente Piccolo-Padovan-Marilungo.

QUI PESCARA: rientra Hugo Campagnaro. E’ già questa è una notizia. Dovrebbe andare a formare con Zuparic quella che ad inizio campionato era indicata come la coppia difensiva titolare. Nel ruolo di metodista dovrebbe essere ballottaggio Mandragora-Bruno, con quest’ultimo che non ha avuto dei giorni particolarmente fortunati: prima una “botta” alla caviglia rimediata in allenamento da Verre, poi il “botto” in un incidente stradale che fortunatamente non ha avuto strascichi negativi, se non quello di riempire le pagine dei giornali. Benali dovrebbe spostarsi a centrocampo e in attacco confermata la coppia Lapadula-Cocco (ancora a secco in questo campionato l’ex Vicenza) con alle spalle Caprari.

PRECEDENTI: i padroni di casa non hanno mai vinto nelle sfide in Serie B. Nei quattro precedenti due vittorie di misura del Pescara per 0-1 e due pareggi per 2-2 e 1-1 quando la sfida si è giocata all’Adriatico.

ARBITRO: sarà Gianluca Aureliano a dirigere la sfida tutta abruzzese. Il fischietto bolognese è un inedito assoluto per entrambe le formazioni quest’anno. Ha arbitrato per la prima volta in casa il Lanciano nel 2013, in quell’occasione l’Avellino uscì sconfitto per 1-0. Poi solo direzioni in trasferta per i rossoblù ma il bilancio non è stato dei migliori: 2 sconfitte ed 1 pareggio. Il Pescara invece ha un solo precedente alle spalle. Anche qui però il bilancio non è sicuramente buon presagio: sconfitta per 2-1 a Vicenza in una partita caratterizzata da mille polemiche tra rigori assegnati e goal annullati.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: