Sci, gigante di Hinterstoder: trionfa Pinturault, tre azzurri nella top ten

Pubblicato il autore: Valerio Mingarelli Segui

sci gigante pinturault
Stratosferico Alexis Pinturault: 
il fuoriclasse francese fa sua la seconda vittoria consecutiva in slalom gigante (la quarta stagionale) mangiandosi il muro di Hinterstoder. Marcel Hirscher, padrone incontrastato della specialità in stagione, è dietro per 79 centesimi. Domenica, se le alte temperature non rovineranno la pista, il francese potrà fare il tris. Al terzo posto ritrova il podio un altro grande delle porte larghe di casa Francia: Thomas Fanara chiude a 91 centesimi. Quarto il norvegese Kristoffersen, che cede altri 30 punti nella generale ad Hirscher. Bene l’Italia: Luca De Aliprandini piazza il miglior tempo di manche e chiude 7°, seguito dai compagni di squadra Roberto Nani (8°) e Manfred Moellgg (9°). Domani si replica con un super-G: fari puntati sugli azzurri Innerhofer, Paris e Fill, ma anche i due assi Pinturault e Hirscher saranno della partita e potrebbero inserirsi in zona podio. Sotto il live della gara.

-Clamoroso Pinturault: nonostante una gran botta con un palo a età tracciato, stravince la gara con 79 centesimi di vantaggio su Hirscher.

Luitz cincischia sul muro: il tedesco è quarto a 62 centesimi.

-Benone Fanara: il francese è secondo a 13 centesimi.

-Fenomenale Marcel Hirscher: si mangia il tracciato è chiude con 53 centesimi di vantaggio sul rivale.

-Magistrale Kristoffersen: è primo con 35 centesimi di vantaggio su Neureuther.

-Grande prova del tedesco Felix Neureuther, che va al comando con 21 centesimi.

-Fuori il francese Faivre, uno dei favoriti della vigilia.

-Attardato il tedesco Dopfer: chiude a 1″26.

-Buona discesa anche per Moellgg: terzo a 42 centesimi. Ora sono tre gli azzurri al comando.

-Il croato Zubcic è 8° a un secondo preciso.

-Bene Roberto Nani: secondo a 36 centesimi. Sono due gli italiani al comando.

-Lo declassa il tedesco Staubitzer, a sua volta terzo a 59 centesimi.

-Meglio l’altro norvegese Haugen, terzo a 71 centesimi.

-Il norvegese Jansrud rimane imbrigliato nelle strette maglie del tracciato ed è solo 12°.

-L’austriaco Schoerghofer, che a Hinterstoder vinse nel 2011, chiude quarto a poco meno di un secondo.

-Malino anche Carlo Janka: l’elvetico chiude al sesto posto.

-Il veterano francese Richard chiude a 1″34 dall’azzurro: troppe sbavature nel tratto finale.

-Il norvegese Patricksson si piazza subito dietro Tonetti.

-Discreto Riccardo Tonetti: è quinto a 1″04.

-Nulla da fare anche per l’austriaco Feller, attardato.

-Male l’americano Ford, che termina a oltre due secondi e mezzo.

-Troppe sbavature per l’azzurro Eisath: quinto a 1″73 dal compagno di squadra.

-Benino lo svedese Myhrer: è secondo a 58 centesimi.

-Male Noesig: chiude a oltre un secondo e mezzo dall’azzurro.

-Grande discesa di Luca De Aliprandini che va al comando con 87 centesimi di vantaggio.

-Male Max Blardone: per lui grave errore nella parte centrale del tracciato e tempo alto.

Alexis Pinturault, enfant prodige dello sci francese, sembra rinato in questo finale di stagione. Dopo tante gare sprecate tra dicembre e gennaio, il 24enne transalpino ad oggi è forse l’uomo più in forma dell’intero circo bianco. Nella prima manche dello slalom gigante di Hinterstoder, che recupera quello saltato ad inizio anno in Svizzera ad Adelboden, il talento di Moutiers si è lasciato alle spalle il tedesco Stefan Luitz per 51 centesimi e il compagno di squadra Thomas Fanara per 71. Quarto sua maestà Marcel Hirscher, che però si ritrova quasi 9 decimi da recuperare: è chiamato all’impresa davanti al suo pubblico. Quinto a 94 centesimi il giovane norvegese Kristoffersen, rivale numero uno nella corsa alla coppa del mondo dell’austriaco. Italiani bene ma non benissimo: il migliore è il veterano Manfred Moellgg ma a oltre 1”20, seguito subito dopo da Roberto Nani. Più indietro Riccardo Tonetti e Florian Eisath, si qualificano per la seconda discesa anche Massimiliano Blardone e Luca De Aliprandini. Seconda manche tracciata molto più filante: per Pinturault c’è la possibilità di trovare la quarta vittoria stagionale dopo il gigante dominato in Giappone 15 giorni fa che si è aggiunto ai due successi in combinata di Kitzbuhel e Chamonix.

  •   
  •  
  •  
  •