F1 Gp Germania 2016: dominio di Hamilton, entrambe le Red Bull sul podio.

Pubblicato il autore: Marcello Mutalipassi Segui

F1 Gp Germania 2016 Diretta Live

F1 Gp Germania 2016 Diretta Live – Il circuito di Hockenheim è pronto ad ospitare la dodicesima tappa del campionato di Formula 1 2016. Circuito di casa per alcuni piloti, ad avere la meglio su tutti è proprio il tedesco Nico Rosberg, che ha conquistato ieri la pole position con il tempo di 1’14″363. Dietro di lui, il compagno di squadra e rivale per il titolo Lewis Hamilton, con soli 107 millesimi di ritardo dalla pole. Le Mercedes sembrano viaggiare su altri ritmi, per tutto il fine settimana non hanno lasciato alcuna speranza alle scuderie inseguitrici. Nella lotta per la seconda fila, ne esce vittoriosa la Red Bull: Daniel Ricciardo ferma il cronometro sul 1’14″726, precedendo il compagno Max Verstappen.
Non bene le Ferrari, che monopolizzano la terza fila: Kimi Raikkonen il più veloce tra i piloti della Rossa, precede il compagno di squadra Sebastian Vettel di soli due decimi, ma entrambi hanno girato quasi un secondo più lento del giro di Rosberg.
Sembra quasi che il dominio Mercedes sia assicurato, ma la sfida tra Rosberg e Hamilton è totalmente aperta, sia per la vittoria che per il primato nella classifica piloti, dove il pilota tedesco cercherà di guadagnare nuovamente la prima posizione.
Manca poco per l’accensione dei motori e lo spegnimento del semaforo…

F1 Gp Germania 2016 Diretta Live

Bandiera a scacchi – Sesta vittoria per Lewis Hamilton, la quarta di fila per il britannico. Entrambe le Red Bull sul podio. Subito dietro Rosberg e le due Ferrari.

Giro 67 – Ultimo giro, mentre le gocce di pioggia si vedono anche sullo schermo delle telecamere. Hamilton saldamente al comando.

Giro 66 – Bottas in crisi dopo 31 giri sulle gomme soft. Button si avvicina e supera agilmente il finlandese della Williams. Jenson Button guadagna l’ottava posizione.

Giro 65 – Duello tra Alonso e Perez per la decima posizione. Il messicano della Force India approfitta del doppiaggio di Verstappen per attaccare lo spagnolo al tornante. Sergio Perez passa avanti ed entra in zona punti.

Giro 63 – Hulkenberg guadagna la settima posizione. Bottas è l’unico pilota ad essersi fermato solo due volte. Continua a piovigginare su un lato del circuito ma nessun pilota sta pensando di fermarsi o rallentare.

Giro 62 – Duello per settima posizione tra la Force India di Nico Hulkenberg e la Williams di Valtteri Bottas. Ritiro di Felipe Nasr, che abbandona la monoposto all’inizio della corsia box.

Giro 61 – Comincia a piovigginare in curva 1. Ricciardo allerta il muretto box dopo aver visto alcune gocce di pioggia sulla visiera del suo casco.

Giro 60 – Prime posizioni congelate da vari giri. Nelle retrovie, Magnussen continua a perdere posizioni ed è in lotta con il russo della Toro Rosso, Daniil Kvyat.

Giro 57 – Dieci giri al termine della gara. Hamilton ha fatto un paio di giri di risposta a Ricciardo ed amministra il vantaggio sul pilota Red Bull.

Giro 54 – Dopo essere stato in battaglia con Gutierrez, Magnussen viene superato anche dall’altra monoposto del Team Haas. Grosjean tredicesimo.

Giro 51 – Ricciardo ha girato un secondo più veloce di Hamilton (1’18″863). Con questi ritmi c’è il pericolo che la gomma non regga i 17 giri che mancano alla fine.

Giro 50 – Dopo il cambio gomme, ecco la classifica provvisoria: Hamilton, Ricciardo, Verstappen, Rosberg, Vettel e Raikkonen.

Giro 48 – Cambio gomme per Hamilton, probabilmente l’ultima della gara. Gomme soft per il britannico. Rientra ai box anche Raikkonen e scende in pista anche lui con il pneumatico con la linea gialla.

Giro 47 – Sia Vettel che Ricciardo entrano ai box. Mescola rossa per la Red Bull, mentre il tedesco Ferrari torna in pista con la soft.

Giro 46 – Batti e ribatti via radio tra il muretto box Ferrari e Sebastian Vettel. Richiamato ai box, il pilota tedesco vuole rimanere fuori con le super soft. Nel frattempo, cambio gomme per Verstappen.

Giro 45 – Il duello tanto atteso viene evitato da Rosberg che entra ai box. Cambio gomme e penalità scontata.

Giro 44 – Il pilota australiano della Red Bull sta monopolizzando le telecamere. Giro veloce per lui, in 1’19″105.

Giro 41 – Daniel Ricciardo sta viaggiando ad un ritmo serrato. Nell’ultimo giro ha preso un secondo a Nico Rosberg e ha ridotto il distacco tra i due a soli 2 secondi e mezzo.

Giro 40 – Ricciardo risulta molto più veloce del compagno di squadra, Verstappen lo lascia passare prima del tornante.

Giro 39 – Ricciardo vicinissimo a Verstappen. Si prospetta una sfida casalinga per la terza posizione.

Giro 38 – Recupero di Rosberg dopo l’ultimo giro di pit stop: Hamilton, Rosberg, Verstappen, Ricciardo, Vettel e Raikkonen i primi sei. Nico dovrà scontare una penalità. Si ritira Massa.

Giro 36 – Giro veloce di Ricciardo con 1’19″684. I primi piloti cominciano a scendere sotto l’uno e venti.

Giro 35 – Hamilton ai box! Super soft per il pilota capolista, che riesce a mantenere la prima posizione anche dopo la seconda fermata.

Giro 34 – PENALITA’ PER ROSBERG!!! 5 secondi al prossimo pit stop per aver costretto Verstappen ad uscire dal circuito. Ricciardo ai box, anche lui gomme super soft.

Giro 33 – Sebastian Vettel supera Bottas con una manovra decisa e si porta in sesta posizione. Raikkonen chiamato ai box per la stessa scelta di Vettel.

Giro 32 – Sebastian Vettel, attualmente in quarta posizione, rientra ai box. Vengono montati pneumatici super soft e rientra settimo dietro Bottas.

Giro 30 – La manovra di Rosberg è al vaglio dei giudici di pista. Nel sorpasso al tornante, Nico ha portato fuori pista il pilota della Red Bull.

Giro 29 – Anche Verstappen ai box. All’uscita il pilota olandese si trova in lotta con Rosberg. Il tedesco riesce a sopravanzare la Red Bull e guadagna una posizione grazie al cambio anticipato. Rosberg quinto e Verstappen sesto.

Giro 28 – Pito stop lungo per Massa. I Meccanici cercano di capire il problema al posteriore che affligge il brasiliano. Anche Nico Rosberg rientra ai box e cambia mescola (gomme gialle per lui).

Giro 27 – Pit stop per Palmer per cambiare il musetto. Non si vedevano danni eclatanti sull’appendice aerodinamica.

Giro 26 – Guetierrez subisce il calo pesante delle sue gomme. Ha perso quattro posizioni in tre giri e viene superato anche dal compagno di squadra Grosjean. Il Team lo richiama velocemente ai box.

Giro 25 – Nico Rosberg rosicchia decimi preziosi a Ricciardo, il suo distacco dal pilota australiano si riduce ad un secondo e 2 decimi.

Giro 23 – Duello per la decima posizione tra Alonso e Gutierrez (che ancora non si è fermato ai box). Il pilota spagnolo ha la meglio all’entrata del motodrome.

Giro 22 – Altre due posizioni per da Felipe Massa che crolla in sedicesima posizione. Davanti Hamilton viaggia regolare e ha già otto secondi di vantaggio su Verstappen.

Giro 20 – Continuano i problemi per Massa che scende in quattordicesima posizione dopo essere stato scavalcato da Magnussen. Il pilota brasiliano viene tallonato da Sainz e Grosjean.

Giro 18 – Ancora miglior giro per Rosberg con 1’20″197. Il tedesco si avvicina inesorabilmente a Ricciardo.

Giro 16 – Dopo i pit stop le prime posizioni sono rimaste invariate: Hamilton, Verstappen, Ricciardo, Rosberg, Vettel e Raikkonen.

Giro 15 – Rientra Hamilton! Mescola soft per lui e riesce a mantenere ancora la testa della corsa (Verstappen era secondo oltre 25 secondi di distacco). Anche Raikkonen rientra e monta le soft.
Nico Rosberg segna il giro più veloce con le super soft, 1’20″215.

Giro 14 – Rientra Sebastian Vettel ai box. Il tedesco torna in pista con le gomme soft. Precedentemente Verstappen e Rosberg hanno scelto nuovamente la mescola super morbida, mentre Ricciardo è sulle soft.

Giro 13 – Mentre anche Ricciardo entra ai box, Hamilton registra il giro più veloce, dopo 13 tornate con il pneumatico super soft.

Giro 12 – Cominciano i pit stop dei big. Entrano contemporaneamente Verstappen e Rosberg. Ricciardo scala al secondo posto.

Giro 11 – Lewis Hamilton continua la sua corsa solitaria al comando. Più veloce di Verstappen (secondo) di due decimi al giro.

Giro 9 – Felipe Massa continua a perdere posizioni. Viene superato da Sainz e Magnussen. Felipe era stato tamponato al via da Palmer ed ha lamentato dei problemi al posteriore con gli ingegneri al muretto box.

Giro 8 – Pit stop quasi immediato anche per Daniil Kvyat. Il pilota russo della Toro Rosso si trovava molto attardato e ora si trova in penultima posizione. Gomme soft per lui.

Giro 7 – Lotta nelle retrovie. Alonso supera Massa e guadagna la decima posizione.

Giro 3 – Palmer ha alcuni problemi con la vettura ed è costretto ad un pit stop immediato. Riparte senza problemi dopo il cambio gomme.

Giro 1 – Rosberg cerca il recupero immediato e avvia un duello serrato con Ricciardo per la terza posizione. I due viaggiano affiancati per tutto il rettilineo, ma alla fine con una manovra di forza il pilota Red Bull conserva il podio.

Partenza – Semaforo verde! Rosberg effettua una partenza pessima e viene passato da Hamilton e dalle due Red Bull. Primo giro all’insegna della lotta tra i due tedeschi della F1: Vettel, che ha sorpassato Kimi al Via, tenta di guadagnare una posizione anche sul tedesco Mercedes.

Pre-partenza – Giornata mite e soleggiata accoglie i piloti della Formula 1 a Hockenheim. Alcune nubi nere si affacciano all’orizzonte, ma pare non ci sia rischio di pioggia per la durata della gara.
Le autovetture prendono il via per il giro di formazione.

  •   
  •  
  •  
  •