Tour de France dodicesima tappa LIVE: caos sul Ventoux. Vince De Gendt, moto fa cadere Froome e Porte

Pubblicato il autore: Valerio Mingarelli Segui

tour de france dodicesima tappa
Tour de France dodicesima tappa LIVE: ci siamo, è il giorno del Mont Ventoux. Sulla asperità resa nota sette secoli or sono da Francesco Petrarca il vento è lievemente calato, ma la salita finale sarà comunque dimezzata: l’arrivo infatti è stato posto 6 km prima per non lasciare nulla al caso in materia di sicurezza dei corridori. Un vero peccato: il “Gigante della Provenza”, scalato per la prima volta dalla Grande Boucle nel 1951, è risultato sempre decisivo ogni volta che la carovana gialla lo ha affrontato. Sarà dunque una tappa monca, ma non per questo meno spettacolare: il vento comunque sta già rendendo molto nervosa e indecifrabile la corsa. Ricordiamo che la maglia gialla è sempre sulle spalle di Chris Froome: il portacolori del Team Sky ieri ha guadagnato altri 12 secondi su tutti i rivali per la maglia gialla di Parigi, con un’azione nel finale di tappa condizionato dagli ormai noti “ventagli” che hanno frazionato il plotone in mille pezzi. C’è grande attesa anche su cosa potrà fare il colombiano Nairo Quintana: il grande rivale di Froome finora non ha mai messo il naso avanti, pur palesando un bel colpo di pedale. In molti si attendono grandi cose da lui sul monte “ventoso”. Proprio mentre scriviamo, sulla cima lunare si registrano raffiche di vento anche di 80 km/h: la speranza è che il “gigante” possa quietarsi per il passaggio dei corridori. Ma seguite con noi il LIVE della 12esima frazione della corsa francese.

Leggi anche:  Juve Stabia Paganese 1-1 (Video Gol Highlights): Mendicino risponde a Romero

-La giuria ribalta tutto: vittoria a De Gendt confermata, ma neutralizzazione. Froome resta in giallo.

-Confermata la maglia gialla a Yates della Orica.

-Il Tour de France non ha ancora stabilito se prendere provvedimenti o no. Per ora Adam Yates è la nuova maglia gialla.

-In base alla classifica generale, in maglia gialla ci sarebbe Yates.

-Caduta causata dalla moto-ripresa. Froome è arrivato con 1’40” di ritardo dall’olandese Mollema.

-Clamorosa caduta di Porte, a terra Froome, bici rotta. Il britannico si fa 50 metri di corsa a piedi. Mollema arriva al traguardo, dietro di lui Quintana e Aru.

-Vittoria di De Gendt: il belga stacca il connazionale Pauwels e conquista un’altra vetta mitica dopo lo Stelvio al Giro 2012.

-Attenzione! Navarro rientra sul duo di testa a 1 km dall’arrivo, mentre l’olandese della Trek Mollema si riporta su Froome e Porte.

-Parte Chris Froome: frullata del britannico alla quale risponde subito Porte. Quintana prova, ma non riesce a tenere i due big ora in avanti. Regge bene Fabio Aru.

-Parte De Gendt: a 3,5 km il belga della Lotto Soudal guadagna 50 metri su Pauwels. Cede di più Navarro, ormai al gancio.

Leggi anche:  Juve Stabia Paganese 1-1 (Video Gol Highlights): Mendicino risponde a Romero

-Thomas De Gendt si riporta sulla coppia di testa Navarro-Pauwels.

-Continua il ritmo elevato della Sky, che con Henao e Landa va a riagguantare il veterano spagnolo. Controscatto di Nairo Quintana: la rasoiata fa male a Daniel Martin che perde contatto  con Bargueil e Kreuziker dai migliori. Il duo di testa è a 5 km dal traguardo.

-Parte Alejandro Valverde: il murciano della Movistar ha già una decina di secondi sul gruppo maglia gialla.

-Restano solo in due davanti: lo spagnolo Navarro e il belga Pauwels.

Chavanel rientra sul terzetto di testa. ripreso Rolland dal gruppo, tirato a tutta dagli uomini del Team Sky.

-Al comando restano di fatto in tre: De Gendt (Lotto Soudal), Navarro (Cofidis), Pauwels (Dimension Data). Dal gruppo parte Pierre Rolland ai piedi della salita.

-Perdono subito contatto i francesi Clement, Lemoine e Chavanel.

-Inizia ora la salita per la testa della corsa. Senza velleità aveva provato a sganciarsi Greipel, il velocista della Lotto Soudal, senza velleità naturalmente.

-A 17 km dall’arrivo vantaggio sempre di 9′ per i battistrada. In testa al gruppo ora c’è la Movistar a tirare.

-Sono 21 i km al traguardo: tra i ritardatori l’idolo di Francia Pinot (FDJ), a oltre due minuti dal gruppo Froome. La testa della corsa ha riportato sopra i 9′ il vantaggio sul gruppo maglia gialla.

-Ripresi ora Slagter (Cannondale) e Voss (Bora): erano nel gruppo dei contrattaccanti.

Leggi anche:  Juve Stabia Paganese 1-1 (Video Gol Highlights): Mendicino risponde a Romero

-Penultima ascesa: a 38 km dall’arrivo il vantaggio del gruppetto di testa è di 8′.

-Sul primo gpm di giornata il vantaggio dei battistrada scende sotto i 10′. Violentissimo il forcing della Etixx Quick Step, che ha nell’irlandese Martin il capitano (terzo in classifica generale).

-Ventaglio fraziona il gruppo: Aru è nella prima parte, Nibali è attardato.

-Foratura per Aru: il compagno di squadra Fulgsang gli cede la bici. Corsa nervosa, nascono i primi ventagli.

-A 80 km dall’arrivo i 13 battistrada hanno 5’55” di vantaggio sui cinque contrattaccanti e 16’30” sul plotone, che con un’andatura più pimpante ha recuperato due minuti in 15 km

A 94 km dall’arrivo i 13 uomini in testa hanno 5’30” di vantaggio sui cinque contrattaccanti e 18’20” sul gruppo maglia gialla. Tra i più attivi l’olandese Clement, il belga De Gendt e lo spagnolo Navarro.


Dopo 40 km di corsa in testa ci sono 13 uomini con 4’30” di vantaggio su cinque contrattaccanti e 12′ sul gruppo Froome.

I battistrada sono: Coquard e  Chavanel (Direct Energie),  Keisse (Etixx); Lindeman e Vanmarcke (LottoNL);  Clement (Iam),  Pauwels e Teklehaimanot (Dimension Data); Greipel e De Gendt (Lotto Soudal);  Navarro e Lemoine (Cofidis); Sorensen (Fortuneo). I contrattaccanti sono: Gautier (Ag2r), Slagter (Cannondale),  Preidler (Giant), Voss (Bora), Rosa (Astana). 
  •   
  •  
  •  
  •