Italia-USA, Volley Maschile Rio 2016: vincono gli azzurri per 3-1

Pubblicato il autore: Arianna Salpietro Segui

PlayersofItalyhighfivepriortothematchbetweentheUSAandItaly-1-800x533-800x533
La nazionale italiana di volley maschile alle Olimpiadi Rio 2016 è partita con il piede giusto nell’esordio contro la Francia, concludendo la prima giornata per 3-0.  Gli azzurri di Blengini, trascinati da un ispirato Giannelli in cabina di regia, non hanno lasciato spazio ai transalpini mentre gli americani sono reduci dal KO canadese in una partita che sembrava  meno ostica.
Gianlorenzo Blengini  “Abbiamo battuto una candidata per la medaglia d’oro, una nazionale che negli ultimi tempi ci aveva sempre superato” continua il CT azzurro “Ci siamo detti di affrontare una partita per volta, e anche all’interno di un singolo match provare ad accettare il momento in cui l’avversario ti è superiore. ma pensare una partita per volta significa avere la mente su quello che ti aspetta il giorno dopo”. Come questa contro gli Stati Uniti per sentire sempre più vicina la medaglia d’oro olimpica.
La partita Italia-Usa si presenta dunque molto equilibrata,anche in considerazione del 3-1 inflitto dagli azzurri ai campioni olimpici nell’ultimo incontro ufficiale, quello disputato meno di un mese fa a Cracovia, in Polonia, nel quadro della World League. L’Italia di Blengini dovrà trovare quella voglia di riscatto e proseguire al meglio questi giochi olimpici di Rio2016 sul campo del Maracanazinho.
Oggi,  martedì 9 agosto 2016 alle ore 20 in punto verrà trasmessa in diretta tv l’incontro Italia-USA,sui canali della Rai e per  tutti coloro che vorranno seguire via internet la diretta streaming video  basta andare sul sito www.rai.tv. che trasmetterà tutti gli eventi dedicati ai giochi olimpici.

DIRETTA Italia-USA, Volley Maschile Rio 2016: cronaca live a partire dalle ore 20.00

Primo punto americano ma risponde subito lo Zar azzurro in questo primo set, la partita è in totale equilibrio con Juantorena  che segna il punto del pareggio (3-3) . Parte il Challenge per il tocco azzurro chiamato dagli americani ma il verdetto è “no touch” e la nazionale americana perde un punto.  Il quinto punto è di Capitan Birarelli, l’Italia va avanti e mette subito sotto pressione gli Stati Uniti D’america (6-4).  Grande inizio per Osmany Juantorena che mette giù il settimo punto azzurro. L’Italia avanza  +3, punto vincente Russell con Anderson che va al servizio ma la palla esce dal campo. Anderson non trova le mani fuori e quando si ferma il tempo l’Italia è in vantaggio (11-7) contro la squadra a stelle e strisce. Prima che Blengini fermi il tempo siamo a 12-11 per gli azzurri, sul ritorno in campo gli americani pareggiano. Si gioca punto a punto, siamo a quota 17 con il primo tempo di Matteo Piano. Quarto punto per Holt e dopo un lungo e bello scambio sembra out l’attacco di Juantorena ma c’è il tocco di Christenson e si torna 18 pari al Maracanazinho di Rio. Ace di Juantorena (21-19) ed arriva il time out prima degli ultimi punti di questo primo parziale. Attacco perfetto per Lee ma lo Zar vuole vincere (23-21).  Gli americani trovano il pareggio e sul 25-24 pari entra Sottile su Piano per una battuta strategica. Primo tempo perfetto con Birarelli 26-25, il capitano azzurro vuole chiudere, ma si torna in perfetta parità(26-26). L’Italia chiude il primo parziale per 28-26.

Nel secondo set gli americani sono in vantaggio +3 (6-3) e Blengini richiama i suoi uomini per riprendere in mano la partita. Lanza riesce a trovare spazio nel muro americano e l’Italia recupera anche grazie all’ace di Ivan Zaytsev (5-7). Muro a tre di Matteo piano che cancella gli sforzi avversari in una barriera invalicabile. L’Italia recupera sempre con Piano trovando l’8 pari. Regalo di Christenson e Holt (9-10) e arriva la magia di Juantorena che riporta l’Italia in vantaggio (11-10). Dopo un lungo scambio Holt riporta tutto in parità. Lo Zar non sbaglia la sua diagonale imprendibile e ancora una volta si gioca punto a punto (14-14). Sul vantaggio americano vengono fischiati quattro tocchi azzurri che non ci sono ma l’attacco vincente di Juantorena fa il lavoro del Karma (15-16). Con Holt e Sander l’America ritrova il vantaggio (16-18). Ace di Anderson che vale il ventesimo punto. Gli americani prendono il volo ma gli azzurri vogliono recuperare terreno (18-22).  Nonostante l’ace di Giannelli, sono gli americani a chiudere il secondo parziale per 25-20.

Inizia il terzo set in totale equilibrio ed è Giannelli che segna il vantaggio azzurro (3-2) poi Russell trova il 4 pari prima del perfetto primo tempo di Piano. Sempre in parità (7-7) con l’aiuto degli errori di invasione azzurra. Sorpasso americano poi Pippo Lanza buca il muro americano ed è 9 pari. L’Ace di Birarelli segna il +1 azzurro e nonostante gli il recupero degli avversari anche Lanza segna l’ace del 13-11. Altro punto per il veterano Lee ma il punto numero 15 di  Zaytsev non si può prendere. Sul time out di Blengini siamo a 15 pari ma al rientro sul campo ci pensa Osmany Juantorena.  Primo tempo perfetto di Birarelli (17-16) ma al servizio il capitano trova la rete. Grazie anche a Juantorena e gli errori di Sanders l’Italia torna in vantaggio +2 (20-18). Avanti con lo Zar (21-19) e il libero Rossini va al servizio. Cade Lele Birarelli che viene portato fuori dal campo accompagnato dagli applausi del pubblico. Entra Buti al posto del capitano ed è proprio lui che segna il punto numero 22 per gli azzurri. Buti si presenta bene in campo (23-21). Sul set ball Blengini ferma il tempo (24-23) e dopo la conferma del Challenge c’è il tocco americano del punto vincente di Lanza chiudendo il terzo parziale per 25-23.

Italia in vantaggio sul 2-1 inizia il quarto set con Juantorena che comincia alla grande. Fallo di Buti e cartellino giallo per Blengini poi sul 2 pari arriva il vantaggio azzurro. Funzionano i muri azzurri e l’ultima parola è dello Zar che segna il quarto punto per l’Italia (4-2). Con Russell gli americani trovano il pareggio del 5 pari.  L’equilibrio è costante (8-8). Due punti azzurri per Osmany che non vede la palla, la sente (10-8). Punto di Giannelli che scappa sotto la curva a dare il cinque a tutti e sull’11-8  gli avversari fermano il tempo. Azione spettacolare di Sander (12-10) ma di seconda Giannelli si prende il tredicesimo punto. L’Italia resta avanti di due poi Russell diminuisce le distanze (14-13). Sul 16-15 il braccio dello Zar non sbaglia e manda avanti la nostra Italia con Anderson che ci mette i bastoni tra le ruote. Zaytsev costringe gli americani al time out sul 19-16 con l’Italia avanti di tre punti. Ace di Sander poi funziona il muro di David Lee sulla diagonale di Juantorena (20-19). Un’altro ace di Taylor Sander che vale il pareggio ma per l’Italia non c’è storia (23-21). Pareggia Matt Anderson ma poi il suo servizio trova la rete ed è match ball per l’Italia che chiude l’ultimo parziale con Pippo Lanza per 25-23.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: