Play off Champions League LIVE Rostov Ajax. Impresa dei russi: 4-1

Pubblicato il autore: Mario Grasso Segui

liveblog-ajax-uitgeschakeld-cl-4-1-nederlaag-rostov

Play off Champions League LIVE Rostov Ajax

Per il Rostov è una vera e propria impresa. Mai così in alto nella sua storia il piccolo club russo che prima d’ora non aveva mai partecipato a una coppa europea (a parte qualche apparizione in Intertoto). Due anni fa salvo dalla retrocessione solo dopo i play out, la scorsa stagione quasi campione di Russia e ora nella fase a gironi della massima competizione per club.

Secondo tempo
91′: finita. Rostov batte Ajax 4-1. Dopo l’1-1 dell’andata è arrivata la grande notte. Il Rostov accede alla fase a gironi della Champions League, raggiungendo i connazionali del CSKA Mosca. Ajax solo in Europa League. L’unica olandese della Champions sarà il PSV
90′: concesso un solo minuto di recupero
87′: ultimo cambio anche per il Rostov. Out Poloz, dentro Doumbia
87′: ammonito Viergever, è il primo giallo per gli olandesi
84′: gol dell’Ajax: 4-1. Su rigore accorcia le diastanze Klaassen
83′: espulso Kudryashov, Rostov in dieci. La grande serata del Rostov si “macchia” con questo episodio che causa un rigore per gli ospiti
79′: è tempo di passerelle per i padroni di casa. Fuori tra gli applausi Erokhin, entra Ezatolahi
77′: ultima sostituzione per l’Ajax: fuori Younes, dentro Cassierra
77′: altro sinistro di poco fuori di Traore. L’Ajax prova almeno a salvare la faccia
76′: sinistro di poco a lato di Tete
75′: primo cambio nel Rostov. Fuori Azmoun, colui che ha sbloccato il match, al suo posto Bukharov
72′: padroni di casa ancora vicini al gol con un colpo di testa di Gatcan, sul quale è pronto Cilessen
71′: l’Ajax prova a farsi viva in una partita tra le più brutte della sua storia. Tiro fuori di Schone
66′: la rete arriva dopo un contropiede magistrale condotto da Erokhin e concluso su assist di quest’ultimo da Poloz con un destro imparabile. L’Ajax non c’è e forse non c’è mai stata. Ormai è solo un countdown. Il Rostov dopo aver sfiorato l’impresa del primo storico titolo nazionale, è vicinissimo alla prima storica qualificazione in Champions League. E’ solo questione di minuti
66′: quarto gol del Rostov che va sul 4-0! Sta succedendo di tutto in una notte davvero magica per i russi, la rete porta la firma di Poloz
60′: la terza segnatura dei russi arriva sugli sviluppi di un corner: assist di Novoseltsev e tiro di sinistro fulminante di Noboa. L’Ajax per accedere ai gironi in mezz’ora dovrebbe fare tre gol e non prenderne più. Ma questa è a tutti gli effetti la notte del Rostov
60′: ancora gol del Rostov. Stavolta è Noboa a trafiggere l’estremo difensore olandese
58′: Bosz le prova tutte e fa un altro cambio. Fuori Bazoer, dentro Dolberg
53′: terzo ammonito per i padroni di casa, si tratta di Navas
52′: il Rostov è sempre più vicino alla sua prima partecipazione in Champions League
52′: gol, raddoppio del Rostov. A realizzarlo è Erokhin, che di testa insacca alle spalle di Cilessen su cross di Kalachev. Per l’Ajax è notte fonda
49′: Azmoun ci prova ancora di testa da centro area. Di molto fuori. Chi si aspettava un ritorno dell’Ajax si sbagliava, è ancora il Rostov a giocarsela
46′: inizia la ripresa con un cambio. L’Ajax sostituisce El Ghazi, al suo posto entra Schone

Primo tempo

46′: dopo un minuto di recupero si conclude la prima frazione di gioco. Il Rostov è in vantaggio per 1-0 grazie alla rete al 34′ di Azmoun. Vantaggio tutto sommato meritato che porta i russi a 45′ dalla storia. L’Ajax dovrà segnare un gol per giocarsela ai supplementari e due per accedere alla fase ai gironi
44′: tra falli da una parte e dall’altra il primo tempo volge al termine col Rostov sempre avanti per 1-0
41′: la gara si incattivisce. Ammonito anche Poloz
39′: Azmoun, dopo aver sbloccato il match, si becca anche il primo cartellino giallo della partita per un brutto fallo su Bazoer a metà campo
34′: la rete di Azmoun lancia il Rostov verso la fase a gironi di Champions League, ma c’è ancora tanto da giocare e una rete darebbe all’Ajax ancora la speranza dei supplementari
34′: gol del Rostov. I russi passano in vantaggio grazie a un colpo di testa di Azmoun, che sfrutta un assist di Erokhin per insaccare sotto la traversa
26′: si rifanno vivi anche i padroni di casa con un tiro dalla distanza di Kalachev, di tanto a lato
19′: ancora Traore ci prova su punizione, ma il suo tiro è alto. L’Ajax prova a fare la partita
15′: dopo un quarto d’ora di gara le squadre continuano a non pungersi e si rimane sullo 0-0
9′: Erokhin ci prova per i russi, ma Cilessen non si fa sorprendere
6′: primo squillo dell’Ajax con Traore che calcia a lato con un sinistro da fuori
1′: si parte, è iniziata Rostov-Ajax. I russi per la storia, gli olandesi per salvare la storia. Dirige l’incontro il signor Mazic, assistito da Ristic e Djurdjevic

Leggi anche:  LIVE Sci alpino maschile, slalom speciale Flachau 2021 in DIRETTA: 1ª manche ore 09.30

Formazioni ufficiali
Rostov
(5-3-2): Dzanhaev; Kalachev, Novoseltsev, Navas, Kudryashov, Terentjev; Erokhin, Gatcan, Noboa; Polov, Azmoun. All.: Dmitry. A disposizione: Bayramyan, Kovalev, Medvedev, Ezatolahi, Bukarov, Kireev, Doumbia
Ajax (4-3-3): Cilessen; Tete, Veltman, Riedewald, Viergever; Gudelj, Klaassen, Bazoer; El Ghazi, Traore, Younes. All.: Bosz. A disposizione: Dolberg, Schone, Westermann, Sinkgraven, Sanchez, Cassierra, Boer

Scendono in campo allo stadio Olymp 2 di Rostov. i vicecampioni di Russia, favola della passata stagione, e l’Ajax, che all’ultima giornata hanno ceduto lo scettro d’Olanda al PSV, vedendosi così costretti ai preliminari. I russi hanno avuto diretto accesso al play off, mentre i Lancieri hanno dovuto compiere l’impresa sui greci del PAOK Salonicco nel terzo turno preliminare della competizione. Due storie all’opposto. Il Rostov è la sorpresa anche in patria, mai così in alto. L’Ajax è la nobile del calcio olandese, nobile decaduta del calcio europeo con le sue quattro Champions League. Si riparte dall’1-1 dell’andata dell’Amsterdam Arena, che pone il club russo in posizione di vantaggio, potendosi accontentare anche dello 0-0. Un pareggio con almeno due gol per parte premierebbe invece gli olandesi.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: