F1 Gp Monza 2016, vince Rosberg e riduce il gap in campionato a soli 2 punti!

Pubblicato il autore: Marcello Mutalipassi Segui

F1 Gp Italia 2016 Diretta Live

F1 Gp Italia 2016 Diretta Live – Tappa numero 14 per il campionato di Formula 1, è il nostro turno di ospitare il circus. Il circuito di Monza è pronto a vedere le monoposto della massima categoria sfrecciare sui suoi lunghi rettifili.
Prima fila tinta d’argento, Mercedes imprendibili anche nel bel paese. L’eterna lotta tra Lewis Hamilton e Nico Rosberg vede l’inglese vincente. Con il tempo di 1’21”135, Hamilton ha conquistato ieri la pole. Il tedesco della Mercedes è rimasto indietro di circa mezzo secondo e si dovrà accontentare del secondo posto in griglia.
Le Ferrari riescono ad essere davanti alle Red Bull, almeno per la qualifica e partiranno dalla seconda fila: terzo tempo per Sebastian Vettel e quarto per Kimi Raikkonen.
Prima delle monoposto austriache, vi è la sopresa Valtteri Bottas che partirà dalla quinta casella in griglia. Accanto a lui, Daniel Ricciardo e dietro, il secondo pilota Red Bull, Max Verstappen.
Le Ferrari sono vicine alle Mercedes e il team di Maranello spera in una vittoria che da tanto tempo manca alla Rossa. Le Frecce d’argento però non sembrano per nulla intimorite e il loro passo gara non ha ancora eguali.
Fra poco le luci del semaforo si spegneranno e solo la pista deciderà il verdetto…

F1 Gp Italia 2016 Diretta Live

Fine della gara – Rosberg vince per la prima volta il Gran Premio di Italia. I primi dieci: Rosberg, Hamilton, Vettel, Raikkonen, Ricciardo, Bottas, Verstappen, Perez, Massa, Hulkenberg.

Giro 53 – Ultimo giro! Rosberg pronto a festeggiare la vittoria che lo porta a soli due punti dal compagno di squadra.

Giro 51 – Ancora giro più veloce per Kimi Raikkonen con gomma soft: il cronometro segna 1’26″016.

Giro 50 – A tre giri dalla fine le posizioni sono ben definite: Rosberg, Hamilton, Vettel, Raikkonen, Ricciardo, Bottas, Verstappen, Perez, Massa, Hulkenberg.

Giro 49 – Settima posizione conquistata da Verstappen. Alla variante della Roggia, l’olandese infila il messicano della Force India e passa avanti in maniera pulita.

Giro 48 – Anche la Red Bull di Max Verstappen è in lotta, stavolta con Sergio Perez per la settimana posizione.

Giro 47 – Grande azione di Daniel Ricciardo che tarda la frenata alla prima variante e riesce ad infilare Bottas. Quinta posizione per l’australiano.

Giro 46 – Daniel Ricciardo si avvicina a Bottas. Forse potremmo assistere ad un buon duello negli ultimi giri di questo Gran Premio di Italia. I due si giocano la quinta posizione.

Giro 45 – Lotta in casa McLaren. Jenson Button ha la meglio su Fernando Alonso alla variante della Roggia. L’inglese in 12esima posizione.

Giro 43 – Giro veloce di Kimi Raikkonen con il tempo di 1’26″287.

Giro 41 – Lungo di Hamilton alla prima variante. L’errore gli costa due secondi ma le posizioni sono abbastanza fossilizzate in questo finale di gara.

Giro 40 – Classifica momentanea dopo il secondo giro di Pit stops: Rosberg, Hamilton, Vettel, Raikkonen, Bottas, Ricciardo, Perez, Verstappen, Massa, Hulkenberg.

Giro 38 – Si ferma anche Daniel Ricciardo e monta gomme super soft (rosse). Le Ferrari tornano terza e quarta. Nel frattempo Daniil Kvyat sconta la penalità e decide di ritirarsi.

Giro 37 – Cinque secondi di penalità a Daniil Kvyat per aver superato il limite di velocità in corsia box. Il pilota Toro Rosso si trova in 17esima posizione.

Giro 36 – Seconda sosta per la prima delle Red Bull: entra Verstappen, liberando la strada a Kimi Raikkonen.

Giro 35 – Anche Kimi Raikkonen ai box. Stessa strategia del compagno di squadra.

Giro 34 – Seconda sosta per Sebastian Vettel. Gomma morbida (linea gialla) per poter finire la gara. All’uscita dei box, il tedesco si trova davanti a Verstappen.

Giro 33 – Anche l’altra Force India di Hulkenberg è in lotta: stavolta ad avere la meglio è Bottas che, con gomme nuove, guadagna l’ottava posizione.

Giro 32 – Perez entra in zona punti. Decima posizione per lui dopo aver sorpassato Alonso sul rettilineo dei box.

Giro 31 – Comincia il giro delle seconde soste: pit stop per Perez e Bottas. Le Ferrari sono già più lente delle Mercedes e probabilmente entreranno a breve.

Giro 29 – Finalmente anche Grosjean si ferma a cambiare le gomme. Pneumatici con mescola super soft (rossi) per lui.

Giro 28 – Bandiere gialle alla prima variante: la monoposto di Wehrlein si ferma sull’erba e il pilota tedesco è costretto al ritiro.

Giro 27 – Giro veloce di Rosberg, il tedesco ferma il cronometro sul 1’26″599.

Giro 26 – Anche Lewis Hamilton ai box. Stessi pneumatici del compagno di squadra. Le Ferrari passano davanti.

Giro 25 – Nico Rosberg entra ai box per il cambio gomme. Pneumatici con la fascia bianca, per poter percorrere tutti i 28 giri che mancano al finale.

Giro 24 – Team radio a Rosberg per chiedere di rientrare ai box entro due giri. Il pilota tedesco risponde all’ingegnere che la monoposto va bene anche con le gomme usate.

Giro 22 – Sergio Perez sale in settima posizione. Facile sorpasso del messicano ai danni di Grosjean.

Giro 21 – Mercedes che vanno su una sola sosta. Il distacco tra Rosberg ed Hamilton è quasi di 14 secondi.

Giro 20 – Classifica momentanea: Rosberg, Hamilton, Vettel, Raikkonen, Bottas, Ricciardo, Grosjean, Perez, Verstappen e Sainz. Oltre alle due Mercedes, anche Grosjean non si è ancora fermato ai Box.

Giro 17 – Anche Sebastian Vettel ai box. Come il compagno di squadra, monta nuovamente gomme super soft. All’uscita dei box le Ferrari si ritrovano terza e quarta, dietro alle due Mercedes che non si sono ancora fermate.

Giro 16 – Pit Stop per Kimi Raikkonen, scende in sesta posizione.

Giro 15 – Bottas con gomme nuove riesce a superare due vetture insieme sulla Curva Grande. Button e Sainz perdono una posizione a scapito del finlandese.

Giro 14 – Primi pit stops: entrano Bottas, Verstappen e Alonso. Gomme gialle per tutti e tre.

Giro 14 – Felipe Nasr è ancora seduto nella propria monoposto parcheggiata ai box. Probabilmente entrerà il tempo necessario per scontare la penalità ed evitare che venga applicata al gran premio seguente.

Giro 13 – Daniel Ricciardo si avvicina a Valtteri Bottas. Il distacco è poco superiore al secondo.

Giro 11 – Lewis Hamilton vicinissimo a Bottas all’uscita della parabolica. Ottimo lavoro sul rettifilo, grazie all’aiuto del DRS, Hamilton passa davanti alla prima variante e guadagna la quarta posizione.

Giro 10 – La direzione gara ha annunciato dieci secondi di penalità per Felipe Nasr, anche se il pilota brasiliano si è già ritirato.

Giro 9 – Ritiro anche per Palmer. Il contatto al secondo giro deve aver danneggiato anche le sospensioni anteriori.

Giro 8 – Anche Max Verstappen tenta la rimonta. Sul rettifilo principale supera Alonso e guadagna la nona posizione.

Giro 6 – Ritiro di Felipe Nasr. Dopo il contatto con Palmer, il pilota brasiliano è riuscito a tornare ai box per cambiare i pneumatici ma la monoposto era troppo danneggiata per proseguire in sicurezza la gara.

Giro 3 – Hamilton cerca di recuperare il tempo perso, ha già raggiunto Bottas. I due in lotta per il quarto posto.

Giro 2 – Hamilton tenta il sorpasso a Ricciardo sul rettifilo di partenza. Il pilota Red Bull protegge bene la traiettoria interna, ma dopo la chicane Lewis ha la meglio in trazione e supera il pilota australiano. Contatto alla prima chicane tra Palmer e Nasr, bandiere gialle che durano pochi secondi.

Partenza – Le luci si spengono e inizia il Gp d’Italia. Pessima partenza per Hamilton che perde cinque posizioni. Buona partenza per le Rosse, Vettel secondo e Raikkonen terzo, dietro a Rosberg.

Pre-partenza – Tutto pronto in griglia. I piloti sono nelle loro monoposto aspettando per il giro di ricognizione. Le Mercedes partono con le gomme gialle, mentre le Ferrari sono con le super-soft. Al via il giro di ricognizione, tutte le vetture partono senza problemi.

Immagine copyright di Sutton Images.

  •   
  •  
  •  
  •