Formula 1, tutti a caccia della pole

Pubblicato il autore: Massimo Maglietta Segui

Singapore GP Thursday 22/09/11
Alle 15 ore italiane ci sarà il via delle qualifiche del GP di Singapore a Marina Bay. Le Mercedes sembrano favorite per la pole position, ma Ferrari e Red Bull daranno battaglia per potersi inserire in prima fila. Visto come è andata la gara dello scorso anno e lo scorso GP a Monza la casa di Maranello ha buonissime possibilità di giocarsi la vittoria. Lo scorso anno Vettell approfittò del ritiro di Hamilton e del quarto posto di Rosberg. Arrivabene firmerebbe subito per avere una gara come quella dello scorso anno, con1:45 due Ferrari sul podio

Inizio  del Q1 le Mercedes entrano subito in pista.  Ferrari e Red Bull ancora ai box.
Al primo posto provvisorio attualmente c’è Luis Hamilton che fa registrare il tempo di 1:45:167. Al secondo posto c’è Rosberg a 0.149, terzo Massa a 0.889, superato adesso da Alonso e Sainz che sono a 0.206 e 0.332 dalle Mercedes. Ora a 7 min e 30 il miglior tempo è di Raikkonen con il tempo di 1:44.964. Il miglio tempo ora è della Red Bull con Ricciardo 1:44 .255  con sette decimi sul finlandese della Ferrari . Il grande colpo di scena di queste qualifiche è l’esclusione di Sebastian Vettell che per un problema alla barra che non  permetteva alla vettura di stare in pista partirà dall’ultima posizione.
La classifica del Q1 vede:
1 Ricciardo 1:44:255
2 Raikkonen 1:44:964
3 Verstappen 1:45: 036
4 Hamilton 1:45:167
5 Perez  1:45:204
6 Button 1:45:262
7  Kviat    1:45:291
8 Rosberg 1:45:316
9 Alonso 1: 45: 373
10 Gutierrez  1:45: 465
11 Sainz   1:45:499
12 Grosjean 1:45:609
13 Massa    1:46 :056
14 Hulkenberg 1:46:081
15 Bottas 1:46:086
16 Ericson 1:46:427
Gli esclusi del Q1 oltre al ferrarista Vettell sono Magnussen, Nasr, Palmer, Wehrlein e Ocon.

All’inizio di questo Q2 mentre le Mercedes escono con le ultrasoft le Red Bull provano a qualificarsi con le supersoft.  Tempo mostruoso di Nico Rosberg che stampa un 1:43:020 migliorando il tempo del Q1 di oltre due secondi.  Hamilton non riesce a stare sui tempi del compagno e alla fine giro si trova  secondo a quattro decimi con il tempo di 1:43:471. Raikkonen termina il suo giro in terza posizione ma ad un secondo dal grandissimo tempo di Rosberg. Poi però viene superato dalla grande prestazione delle Red Bull con Ricciardo che sale in terza posizione e Verstappen in quarta.  Quando mancano pochi secondi alla fine del Q2 Grosjean con la sua Hass va a sbattere contro le barriere e quindi bandiere gialle. Alla fine delle qualifiche va a sbattere anche Button con la McLaren. Nonostante le bandiere gialle Perez riesce ad entrare nel Q3 con il nono tempo mettendo fuori il brasiliano della Williams  Felipe Massa. Al rientro ai box il pilota, parlando con il suo ingegnere di pista,  non riesce a capire il perchè Perez sia riuscito a fare il tempo in regime di bandiere gialle. Probabilmente al termine del Q3 il pilota della Force India potrebbe essere penalizzato.
Al termine del Q2 questa è la classifica dei primi 10:
1 Rosberg
2 Hamilton
3 Ricciardo
4 Verstappen
5  Raikkonen
6  Kvyat
7  Sainz
8  Alonso
9  Perez
10 Hulkenberg

Nel Q3 Nico Rosberg parte subito bene e stampa al primo giro il record della pista con il tempo di 1:42: 584  rifilando sette decimi al compagno di squadra Hamilton. Terzo Raikkonen a due decimi dall’inglese della Mercedes e davanti ai due piloti della Red Bull.  Dopo un rapido cambio di gomme, tutti e 10 i piloti di questa ultima sessione di qualifiche tornano in pista per l’ultimo tentativo.  Il primo a rientrare in pista è Ricciardo seguito da Verstappen, poi Rosberg, Hamilton, Kvyat, Alonso, Sainz, Hulkenberg, Perez. L’ultimo a fare il giro sarà il finladese della ferrari Kimi Raikkonen che avrà la pista più  gommata.  A migliorare però in questo ultimo tentativo è stato solo l’australiano della Red Bull Ricciardo che chiude al secondo posto. Per la seconda volta in stagione Luis Hamilton non c’entra la prima fila.  La classifica finale delle qualifiche dice:
1 Rosberg
2 Ricciardo
3 Hamilton
4 Verstappen
5 Raikkonen
6 Sainz
7  Kviat
8 Hulkenberg
9  Alonso
10 Perez
Questo non è stato un grande weekend per il pilota inglese. Vedremo se domani in gara riuscirà a battagliare con Nico per la vittoria. Importante sarà non sbagliare la partenza. Nella scorsa gara a Monza gli è costata la vittoria.

  •   
  •  
  •  
  •