Colombia-Uruguay, Mina salva Pekerman da Suarez. Male Bacca

Pubblicato il autore: Alessandro Legnazzi Segui

All’Estadio Metropolitano Roberto Melendez di Barranquilla finisce 2-2 la sfida tra Colombia-Uruguay. Apre le marcature Aguilar, pareggio del Cebolla Rodriguez, gol di Luis Suarez al 73′ e pareggio di Mina all’84’. Deludente prestazione di Carlos Bacca, l’idolo di casa che nessuno ha osato fischiare al momento della sostituzione.

Calendario Qualificazioni Mondiali 2018
PRIMO TEMPO COLOMBIA-URUGUAY Il manto erboso è in buone condizioni. Merito del ct Pekerman, che ha chiesto e ottenuto che si giocasse una sola partita nell’ultimo mese. Com’era logico aspettarsi è la Colombia a partire forte e mettere sotto pressione la difesa dell’Uruguay. Muriel e Cuadrado giocano largo per tenere schiacciata la difesa della Celeste. Dopo undici minuti Cuadrado regala una palla agli ospiti, contropiede Uruguay con Suarez chiuso subito da Mina.

Al 16′ è concesso un calcio un calcio d’angolo per la Colombia: batte Muriel, al centro svetta Aguilar… rete! Colombia in vantaggio con il perfetto stacco di testa del difensore cafeteros, da rivedere assolutamente lo statismo della difesa di Tabarez. Tutto semplice per Aguilar saltare e dirigere verso il palo lungo di Muslera. Punizioner per la Celeste al 19′, Ospina ne mette quattro in barriera: Arevalo Rios la scodella al centro per Suarez, intervento di Mina ad allontanare.

Cavani piuttosto nervoso stasera, al 21′ prende un cartellino giallo molto pesante che lo porterà alla squalifica nella prossima gara con l’Ecuador a novembre. A metà tempo inizia a diluviare a Barranquilla, situazione che potrà favorire i lanci lunghi dell’Uruguay. Situazione che si verifica al 26′ quando la squadra ospite guadagna un calcio di punizione: lo batte Corujo, spizzata in area di rigore, di testa ci arriva Rodriguez in un secondo momento… rete! 1-1, pareggia i conti l’Uruguay con un’altra testata da palla inattiva. Esultanza incontenibile dei calciatori di Tabarez che addirittura atterrano il proprio compagno: Cebolla Rodriguez continuerà con una vistosa bendatura sulla fronte.

SECONDO TEMPO COLOMBIA-URUGUAY
Al 56′ Cuadrado semina il panico nella difesa Celeste, bella girata di Bacca che lo lancia in profondità, intervento di Pereira che prende un pò il piede e un pò la palla al limite dell’area di rigore. Poteva starci il penalty ma Pitana ha preferito non fischiare.

Allo scoccare dell’ora di gioco, Pekerman toglie Bacca, l’idolo di casa: piuttosto deludente la prestazione dell’attaccante del Milan che certamente ha sofferto la marcatura stretta di un fenomeno come Godin.

Secondo tempo di sofferenza per la Celeste, rinchiusa nella propria metà campo. La pioggia torrenziale della prima frazione ha completamente rovinato il manto erboso, ora molto irregolare.

Al 69′ va registrato un prodigioso intervento di Oscar Murillo. Dalla deliziosa palla colpita d’esterno piede da Luis Suarez, Edinson Cavani tenta l’anticipo sul difensore colombiano il quale allunga la gamba e mette in calcio d’angolo. Quando manca circa un quarto d’ora alla fine, Godin batte la punzione spizzata da Stuani, Oscar Murillo cade a terra senza essere toccato, Suarez… rete! Non si era ancora visto il Pistolero ma in due occasioni ha sempre fatto male: prima cercando di far segnare Cavani, ora ci ha pensato lui. Uruguay avanti 2-1, rimonta completata. Splendido diagonale del Pistolero che fulmina Ospina ed eguaglia Crespo nelle reti nelle qualificazioni mondiali.

Sembra tutto finito ma non nel calcio sudamericano. Cross di Cuadrado a sei minuti dal termine, arriva da dietro Mina… rete! É 2-2 al Metropolitano! Terza incornata vincente che chiude il match.

  •   
  •  
  •  
  •