Sampdoria – Palermo 1-1, blucerchiati all’ultimo respiro con Fernandes

Pubblicato il autore: marco benvenuto Segui
sampdoria - PalermoSquadre in campo alle 15.00  al Luigi Ferraris di Genova  per l’incontro tra Sampdoria e Palermo. I blucerchiati arrivano da un momento non facile dopo l’inizio di campionato promettente. Quattro sconfitte consecutive sul groppone sono troppe per tutti, figurarsi per una squadra in costruzione come quella del tecnico Giampaolo sotto esame come tutti in casa Samp.
Sampdoria - PalermoCome preannunciato rientra Barreto ed esterno basso, a destra, rientra Sala. Spazio di nuovo a Torreira a centrocampo e in attacco fiducia al duo Muriel- Quagliarella con il rientro di Alvarez dalla squalifica. Nel Palermo il tecnico De Zerbi non ha dovuto  fare grandi scelte, ma ritrova il centrocampista danese Hiljemark. Conferme per il resto in una formazione che,sempre De Zerbi, ha richiamato all’imprevedibilità confermando il duo Diamanti- Nestorowski.
sampdoria - PalermoDal punto di vista dei numeri, resta il fatto che la Sampdoria non ha ancora pareggiato e il Palermo è in serie positiva esterna da 5 turni. La Sampdoria si è appena sciolta e ha segnato un gol , a Cagliari, nel secondo tempo. Il  Palermo  non ha ancora segnato nella prima frazione di gioco.
Arbitra Maurizio Mariani da Aprilia.
Nelle 25 gare dirette nella massima serie vanta una media di “gialli” pari a 6 s partita: ha anche espulso 10 volte concedendo 6 calci di rigore.Ha incontrato il Palermo sette volte con 4 vittorie, un pareggio e 2 sconfitte. La Sampdoria lo ha avuto 5 volte con 2 vittorie, un pareggio e 2 sconfitte.I precedenti al “Ferraris” tra Sampdoria e Palermo sono 23, con 9 vittorie blucerchiate, 8 pareggi e 6 sconfitte.
La sconfitta più bruciante è certamente quella del 15 maggio 2011. Vinsero i rosanero 2-1 e questo significò la retrocessione effettiva per la Sampdoria. Segnarono Miccoli, Pinilla e Biabiany: la partita viene ricordata per le lacrime di Angelo Palombo.

Gentili amici di Supernews, benvenuti a questa diretta tra Sampdoria e Palermo in campo alle 15.00 al Luigi Ferraris. Formazioni annunciate e confermate dai due tecnici. Eccole…

Sampdoria (4-3-1-2): Viviano; Sala, Silvestre, Skriniar, Rispoli ; Barreto, Torreira, Linetty; Alvarez, Muriel, Quagliarella. All. Giampaolo
Palermo(4-3-2-1-Posavec;Gonzalez,Goldanica,Cionek;Rispoli,Gazzi,BrunoHenrique,Alesami;Diamanti,Hiljemark,NestoroVski. All De Zerbi

Le due squadre viaggiano nelle parti basse della classifica: 5 punti per il Palermo e 6 per la Sampdoria. Entrambe arrivano da una sconfitta. Il Palermo di misura in casa con la la Juventus, la Sampdoria sconfitta all’ultimo minuti dal Cagliari (2-1) complice una clamorosa “papera” del suo portierone Viviano chiamato al riscatto come tutta la squadra blucerchiata.

Discreta la risposta dei tifosi sampdoriani, chiamati a gran voce dalla tifoseria più calda anche se non mancano spazi vuoti al Ferraris. Nonni in campo, oggi è il 2 ottobre festa dei nonni, con la maglia blucerchiata e del Palermo, ad accompagnare i giocatori all’entrata  in campo.

Abbraccio all’entrat in campo tra Marco Giampaolo e Roberto De Zerbi che, in settimana, avevano speso parole di elogio reciproche.

Tutto pronto si parte al Ferraris. Calcio d’inizio per la Samp. Muriel sulla palla.

1′ Squadre aggressive. Primo fuorigioco fischiato a Diamanti: c’era.
3’Slalom di Muriel, stoppato dai difensori rosanero al limite: senza fallo
In tribuna non c’è il presidente Massimo Ferrero come avevamo anticipato su Supernews
4′ Muriel destro da fuori: Posavec protagonista in angolo.
5’Sul corner ci prova anche Quagliarella
che colpisce a botta sicura  e ancora l’estremo rosanero si oppone con bravura e istinto.

9’Ci prova la Samp in pressione. Dopo un batti e ribatti Muriel prova la palla a giro che esce lontana dalla porta del Palermo.
11’Palermo alle cortde, pressing Sampdoria. Rosanero che subiscono e restano troppo bassi. Tutte le occasioni, al momento pro Samp.
14′ Viviano pesca con un passaggio preciso Muriel che stoppa e si invola. Bambola per Goldanica: Muriel prova ma sbaglia la misura. Al lato …Non va

16′ Cross lungo dalla destra di Rispoli per Nestorowski che colpisce alto di testa .

Problemi fisici per Muriel. Potrebbe uscire.

Per ora Luis Muriel prosegue.Problemi muscolari.

21′ Giallo per Alvarez che atterra Diamanti in azione di ripartenza. Ammonito Alvarez

24′ Cresce la pressione del Palermo che inizia a farsi vedere nell’area della Samp. Senza esiti.
26’Hiljemark in scivolata da dietro su Barreto. Ammonito Hiljemark

 32′ Alvarez al limite dell’area blucerchiata interviene su Rispoli in fuga e mette in angolo. Ha rischiato parecchio…
36′ Alesaami chiede un fallo laterale, Giampaolo interviene e lui gli tira la palla. Scoppia la baruffa vicino alle panchine. Poi tutto si risolve.
39‘ Perla da 40 metri di Diamanti che pesca al millimetro Alesaami al limite . L’esterno cede a Hiljemark che spara una pedata sul fondo…
42′ Angolo di Alvarez, testa di Barreto con Posavec che devia sul palo: solo angolo .Che occasione…
45′ Un minuto di extratime
46′ OCCASIONE SAMP. Posavec regala la palla a Quagliarella che serve Muriel. Il colombiano  spara in porta a botta sicura e il portiere si supera salvando la rete.

Un primo tempo che aveva visto la Sampdoria partire sparata con un Palermo un po’ timoroso e costretto alla difensiva. Nei primi 25 minuti l’estremo Posavec protagonista su Quagliarella, con l’aiuto di Alesaami,  e Muriel. Poi la Samp perde lo smalto e il Palermo riesce a rifiatare anche se rischia in difesa con alcune manovre autolesionistiche.
Sampdoria che, comunque, va ancora vicina al gol. Prima con Barreto di testa, sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto da Alvarez: bravo Posavec a spostare la palla sul palo. Allo scadere ancora Posavec a salvare la sua porta con una parata provvidenziale su Muriel che aveva scaricato la palla in porta a colpo sicuro. Posavec protagonista e Samp che non passa.

Segnali d’autunno: si accendono le luci alla stadio Luigi Ferraris di Genova. In attesa di accendersi sul secondo tempo di questo Sampdoria-Palermo , per ora , fermo sul nulla di fatto. Per il momento non ci saranno cambi nelle due formazioni. Sembra superato anche il problema muscolare per Muriel e che aveva fatto temere per lui.

Siparietto in campo con Viviano che è entrato in campo in anticipo e adesso , solo in blucerchiato, è in campo in attesa della squadra che non è ancora arrivata ed è ferma nel tunnel. Un autentico giallo.

Un giocatore del Palermo aveva i calzettoni sbagliati  e si è dovuto attendere perchè li cambiasse.

Ripartiti al Ferraris
46′ Ammonito Gazzi
Clamoroso per Skriniar che si “mangia” il gol. Sulla punizione di Alvarez riceve nell’area piccola, ma è indeciso e mette alto di destro. Che occasione…
49′ Tiro da fuori di Alvarez, piuttosto lento. La palla esce di poco a lato. Viviano ,invece, inoperoso.
51′ Sinistro giro di Diamanti: un pro forma, la palla esce di molto.
52′ Giallo per Gonzalez che trattiene Muriel
54’Gioco di finte di Muriel che poi spara a pochi metri da Posavec che salva il gol con i piedi .

55′ Sostituzione nel Palermo: esce Hiljemark entre Chocev
57′ Problemi muscolari per Quagliarella che chiede il cambio
59′ GOOL DI NESTOROVSKI VANTAGGIO DEL PALERMO (1-0) Clamoroso errore difensivo delal Samp. Sala perde palla sulla destra , Alesaami al centro dove Skriniar “buca” la palla: gioco da razzi per Nestorovski appostato a pochi metri da Viviano. Vantaggio Palermo

61′ Esce Quagliarella nella Samp, problemi muscolari per lui, al suo posto Schick
64′ Nella Sampdoria esce Linetty, al suo posto Bruno Fernandes. Samp che prova ad accelerare, secondo cambio per Giampaolo.
67′ Punizione per la Samp al limite, posizione centrale. Diamanti atterra Torreira. Al tiro Bruno Fernandes, nessun problema per Posavec che para a terra.
69′ Palla filtrante, ma era un tiro di Muriel da destra, sotto misura Bruno Fernandes che non impatta.
70′ Nel Palermo esce Bruno Henrique ed entra Jajalo.
72′ Crampi per Muriel che appare affaticato.
La Sampdoria continua a protestare con l’arbitro Mariani per un tocco di Cionek con il braccio in area su giocata di Muriel avvenuta al 70′

80′ Mischia in area del Palermo, Barreto si lamenta per un fallo.
Esce Alvarez al suo posto entra Praet, Giampaolo cerca fantasia.
81′ Ammonito il portiere rosanero Posavec: perdeva tempo
87′ Fernandes prova in rovesciata. Aceca Reginbi alle spalle, completamente solo: occasione da gol mancata.
88′ Esce un Diamanti da applausi, al suo posto Obuoy.
90′ 4 minuti di recupero
92′ Doppio giallo per Gazzi e rosso per lui
94′ Cross di Fernandes ,colpisce Skriniar e Posavec in angolo
95′ FERNANDES GOOOL
Dall’Inferno al Paradiso…Gol di Fernandes all’ultimo assalto con il portoghese che si coordina e poi esplode un tiro che gela Posavec. E’ il pareggio: esplode il Ferraris
Mariani fischia la fine della gara.

All’ultimo respiro come nel migliore dei thriller e va bene così. La Sampdoria conquista sul campo un pari, che è sicuramente la migliore lettura della gara odierna visto che Viviano avrebbe avuto anche il tempo per fare il bucato e stenderlo al sole di Marassi. Invece , la squadra  di Giampaolo, deve arrivare un ciglio oltre il baratro: una sconfitta avrebbe avuto conseguenze mortifere per la classifica e per il morale di una squadra che , dal punto di vista degli attributi, non ce ne voglia alcuno, ha qualche deficit ormonale.La Sampdoria non è una squadra in crescita tecnica dove la fantasia è un ‘imposta evasa.
Dall’altra parte un Palermo , organizzato e volenterosamente preciso, ha dimostrato che , se ce l’hai e con Diamanti ce l’hai , la fantasia va al potere. Tra i blucerchiati molti compitini e un Praet che,a questo punto, potrebbe aver anche vinto la sua corsa con un Alvarez supponente nel fraseggio e a corto di iniziative.
Il pericolo scampato, certamente, fa passare , a caldo, anche la lucidità necessaria per più che ovvie valutazioni di stampo tecnico.  Quagliarella, da valutare l’esito del malanno che lo ha stoppato, non sta rispondendo alle sollecitazioni e Muriel, appare in netta involuzione. Problemi per Giampaolo che dovrà trovare quadre che, allo stato attuale, non stanno nelle dotazioni societarie. Ma l’allarme vero arriva dalla difesa o per meglio dire, da una parte della difesa, intesa sotto forma di fascia destra (Sala o Pereira, con il primo nel grigiore complessivo che si fa preferire) e uno sconcertante Skriniac, apparso nell’occasione del gol uno scolaretto impazzito.
Giampaolo , dopo la sosta, dovrà dimostrare di aver trovato nuovi equilibri: quelli attuali possono far precipitare la Samp.

 

 

  •   
  •  
  •  
  •