Basket Reyer Venezia Milano: impresa Venezia, Milano cade 88-84

Pubblicato il autore: Giacomo Garbisa Segui
Jamelle Hagins in azione (credit foto Ufficio stampa Reyer Venezia)

Jamelle Hagins in azione (credit foto Ufficio stampa Reyer Venezia)

 

UMANA REYER VENEZIA                  88
EA7 EMPORIO ARMANI MILANO  84

REYER: Haynes 15, Hagins 16, Ejim 7, Peric 11, Bramos 5, Tonut 7, Visconti ne., Filloy 6, Ress 1, Ortner, Viggiano, McGee 20. All.: De Raffaele.
MILANO: McLean 11, Fontecchio, Kalnietis 14, Raduljica 9, Dragic 14, Pascolo, Cinciarini, Sanders 15, Abass 10, Cerella ne., Simon 11.
Arbitri: Lo Guzzo, Mazzoni, Paglialunga.
NOTE: parziali 34-22; 49-41; 72-61. Fuori per falli Sanders, Simon; Ejim

QUARTO QUARTO
A inizio ultima frazione è una bomba di McGee a rompere il parziale di Milano e ridare ossigeno alla Reyer che lotta a rimbalzo e si porta sul 75-61 con Milano che perde Sanders per falli. La Reyer perde fluidità di gioco ma Hagins è un leone e il suo attacco al ferro tiene gli orogranata sul 77-66, ma gli ultimi 5′ diventano una sfida di nervi. Un canestro di Kalnietis riduce il gap sotto la doppia cifra e poi la magia di Dragic riporta a contatto l’Olimpia sul 77-71. La Reyer si sblocca dalla lunetta con 1/2 di Haynes ma è Milano ora ad avere l’inerzia con la tripla di Abass che vale il -3. Filloy penetra ma McLean mette il libero aggiuntivo e solo un possesso pesante separa Milano a 2′ dalla sirena (80-77). Un giro di lancette alla fine, Ejim appoggia l’83-77 ma poi becca il quinto fallo con un tecnico e Simon ricuce sul -3. E’ la tripla di Filloy a far esplodere il Taliercio (86-80). Nel finale Dragic prova l’ultimo sprint ma il 2/2 di Haynes dalla lunetta vale l’88-84 con Peric che fa morire in mano l’ultimo possesso. Venezia compie l’impresa e ferma la capolista Milano, alla prima sconfitta in campionato.

Leggi anche:  Berrettini-Murray 6-3 6-3 (Video Highlights Atp Queen's 2021): l'azzurro approda ai quarti

TERZO QUARTO
La ripresa si apre con un gioco da tre di Hagins, che costringe anche Raduljica al terzo fallo (52-41), ma lo stesso centro milanese inchioda una schiacciata che subito dopo Peric annulla con un rimbalzo offensivo tramutato in due punti d’oro. La circolazione di palla della Reyer innesta McGee sul perimetro (57-43) e Venezia continua la striscia di triple segnate con Haynes per il 60-45. Milano comincia a trovare punti in area da McLean, ma Venezia resta mortifera dai 6.75 e il solito McGee tiene i biancorossi a distanza di sicurezza (67-49), poi è una splendida giocata Ejim-Peric a dare il “ventello” di vantaggio 72-52. L’Olimpia infila un parziale di 9-0, Venezia sembra perdere lucidità così prova ad aggrapparsi alla difesa e l’ultimo possesso di Filloy viene sputato dal doppio ferro, alla mezzora Venezia avanti 72-61. Dragic prova un ultimo sprint, ma Haynes dalla lunetta fa 2/2, Venezia avanti di 4 a tre secondi dalla fine e palla in mano: Peric fa scorrere il tempo e la Reyer compie l’impresa. Battuta 88-84 Milano.

SECONDO QUARTO
Avvio di secondo parziale ancora all’insegna della Reyer: Hagins e Tonut infilano un parziale di 5-0 (39-22), poi Milano alza l’intensità e un canestro più libero di Abass valgono il 41-27 per gli orogranata. Milano senza gioco, così Repesa si rifugia dentro l’area con palla a Raduljica, sul quale De Raffaele usa l’arma Ress. Si alza l’intensità dei contatti, gli attacchi abbassano le percentuali ma i liberi di Ress tengono Venezia sul +13. La difesa del capitano su Raduljica manda in tilt il centro meneghino che cade in un fallo tecnico che dà alla Reyer la possibilità di restare sul 44-31 con Milano che si aggrappa alla bomba di Dragic per limare sul -10. La sfida diventa molto più fisica e senza trovare spazio in area le due squadre si affidano al tiro pesante: Haynes e Dragic la mettono (49-41) poi l’ultimo possesso se lo prende McGee ma la sua bomba sbatte sul primo ferro. Si va all’intervallo con Venezia avanti 49-41. 

Leggi anche:  LIVE Berrettini-Evans, risultato in tempo reale Atp Queen's 2021: inizio ore 15.00

PRIMO QUARTO
La Reyer parte in quintetto con Haynes, McGee, Bramos, Peric e Hagins, Milano risponde con Cinciarini, Simon, Abass, Pascolo e Raduljica. Il primo canestro è orogranata ed arriva con la bomba di Tyrus McGee che scatena il Teddy Bear Toss: gli spettatori lanciano i peluche sul parquet, che saranno poi donati ai reparti di pediatria degli ospedali del territorio veneziano. Immediata la replica di Milano, è Simon a rispondere da tre (3-3), poi un bel movimento in post basso di Hagins fa rimettere la testa avanti a Venezia. Partenza lanciata della Reyer: gli aiuti difensivi funzionano e la palla circola velocemente liberando al tiro Haynes per l’8-3. Inerzia in mano veneziana, McGee difende fortissimo sui portatori di palla milanesi e in transizione con Hagins firma la fuga 15-3, Milano stordita. Il Taliercio è una bolgia, nei primi 3′ la Reyer è perfetta: gioco interno, rimbalzi, tiro dalla lunga distanza girano che è una meraviglia e in un amen la Reyer vola sul 18-3 sulle bombe di McGee-Haynes. Raduljica sblocca l’astinenza offensiva dell’Olimpia, poi Peric replica a Sanders (20-7), poi Simon si becca un fallo tecnico (proteste per un presunto fallo subito su tiro da tre), dalla lunetta Bramos fa 21-9. Milano prova a ricucire sfruttando Sanders (23-14) mentre Venezia si affida alle rotazioni dovendo preservare Ortner già a due falli dopo 7′. Gli animi si accendono quando Tonut va a schiacciare e Kalnietis rifila una stoppata ai limiti dell’antisportivo, De Raffaele protesta e si becca un tecnico che Milano capitalizza nel -8 (26-18). Le triple di Ejim e Sanders tengono lo scarto sulla doppia cifra, poi un gioco da tre di Hagins vale il 34-22 di fine primo quarto.

Leggi anche:  Highlights Ucraina - Macedonia del Nord: 2 - 1, Shevchenko mette un piede negli ottavi

Anticipo di lusso di Serie A. Reyer Venezia Milano è il piatto forte dell’11esima giornata di campionato. Di fronte l’Armani Milano capolista solitaria con un cammino immacolato fatto di dieci vittorie e la Reyer Venezia, terza in classifica a 14 punti, che arriva da una striscia vincente di nove vittorie consecutive fra campionato e Champions League. Si tratta inoltre della «rivincita» degli scorsi playoff, quando Milano eliminò 4-2 Venezia in semifinale prima di laurearsi campione d’Italia. Taliercio sold out e colorato di granata per spingere la Reyer all’impresa. Milano ovviamente senza Alessandro Gentile, che in settimana ha concordato con la società di chiudere la stagione in un’altra piazza, e coach Repesa lascia nel capoluogo lombardo Hickman e preferisce Raduljica a Macvan. Coach De Raffaele deve fare invece i conti con le non perfette condizioni fisiche di Stefano Tonut e capitan Tomas Ress, entrambi sofferenti alla schiena. In compenso recupera a pieno regime Jamelle Hagins sotto canestro. Tre gli ex oggi in maglia orogranata e in passato fra le fila dell’Armani: Jeff Viggiano, Ariel Filloy e Marquez Haynes.

  •   
  •  
  •  
  •