Live dalle indoor di atletica del 28 gennaio

Pubblicato il autore: rizzoli giorgio Segui

Un’altra giornata piena di manifestazioni indoor di atletica in Italia.
Prenderemo in esame, con la cronaca diretta dei risultati, quelli di Padova, Ancona e Modena.
A Padova è in programma la manifestazione più importante del fine settimana, con i Campionati Italiani Indoor di Prove Multiple. Insieme alla gara di campionato nazionale, sono in programma anche gare di specialità.
Ad Ancona ancora meeting indoor in attesa delle gare dei vari Campionati Italiani previsti nel mese di febbraio.
A Modena sono in programma i Campionati Regionali Emilia Romagna per e categorie allievi, juniores e promesse. Sono iscritti 448 atleti-gara con 404 atleti nelle gare di 60 metri, 60 hs e alto in programma  sabato. Le gare proseguiranno anche domenica 29 gennaio con asta, lungo e triplo. Saranno in palio complessivamente 36 titoli regionali.
Tra gli iscritti, fra gli altri, avremo Mattia Donola (Pro Sesto) nei 60 metri allievi, Mirco Sazzini (Virtus Emilsider Bologna) nel salto in alto allievi, Davide Tumbarello (Fratellanza 1874 Modena) nell’asta allievi, Margherita Zuecco (Atl. Vicentina) nei 60 metri allieve, Andrei Alexandru Zlatan (Fratellanza 1874 Modena) nei 60 metri juniores m., Andrea Dallavalle (Atl. Piacenza) nel lungo juniores m., Eleonora Iori e Laura Fattori (Fratellanza 1874 Modena) e Desola Oki (Cus Parma) nei 60 metri juniores f., Marco Gianantoni (Virtus Emilsider Bologna) nei 60 metri promesse m., Kelvin Purboo (Fratellanza 1874 Modena) nel’alto promesse m. e Johanelis Herrera Abreu (Atl. Brescia 1950) nei 60 metri promesse f..

Arriva intanto una notizia dalla Svizzera ed è una splendida notizia: a distanza di 35 anni viene migliorato il primato italiano juniores indoor dei 60 metri, grazie al lombardo Filippo Tortu (Fiamme Gialle) che a Magglingen in batteria realizza il tempo di 6.67 e poi in finale si migliora con 6.64. Il precedente primato italiano era di Pierfrancesco Pavoni con 6.68 che lo ottenne a Milano il 6/3/82.
Intanto a Padova sono iniziati i Campionati Italiani Indoor di Prove Multiple: nelle prime gare in programma le migliori prestazioni sono state di Ottavia Cestonaro (Carabinieri) nei 60 hs con 8.87,  Simone Cairoli (Atl. Lecco Colombo Costruzioni) nei 60 metri con 7.04 e nel lungo con 7,33, Matteo Chiusolo (Sportrace) nei 60 metri juniores con 7.08, Andrea Cerrato (Atl. Fossano 75) nel lungo juniores con 7,10.
Un altro risultato importante arriva da Vienna, dove nel corso del meeting internazionale il reggiano Yassin Bouih (Fiamme Gialle) ha demolito il primato personale dei 1500 metri con un eccezionale 3.42.78, 1° posto e minimo per i Campionati Europei.
Ad Ancona 7.41 nei 60 metri in batteria per Anna Bongiorni (Carabinieri), primato personale che migliora il precedente 7.45. Nei 60 metri uomini il più veloce in batteria è Jacques Riparelli (Aeronautica) con 6.72.
A Modena 7.60 in batteria nei 60 metri per Eleonora Iori (Fratellanza 1874 Modena), 3/100 di progresso rispetto al precedente limite personale. I titoli regionali nell’alto maschile sono vinti da Mirco Sazzini (Virtus Emilsider Bologna) con 1,94, Francesco Pelagatti (Atl. Piacenza) nell’alto allievi) con 1,90 e Kelvin Purboo (Fratellanza 1874 Modena) nell’alto promesse con 1,94.
A Padova, anche gare di specialità extra Campionati Italiani di Prove Multiple: nei 200 metri donne il miglior tempo fra le 21 serie disputate è della juniores Aurora Casagrande Montesi (Cus Parma) con 25.45.
Ad Ancona si migliora ancora Anna Bongiorni che vince la finale dei 60 metri con 7.32, miglior risultato 2017 in Italia. Subito dopo la sua compagna di squadra (entrambe sono ex Forestale confluite nel G.S. Carabinieri dal 2017) Maria Enrica Spacca vince la serie più veloce dei 400 metri con il tempo di 53.84, davanti all’allieva Elisabetta Vandi (Avis Macerata) con 55.65.
A Padova si conclude la gara di pentathlon donne con il titolo nazionale assoluto e promesse vinto da Ottavia Cestonaro con 4060 punti, davanti a Beatrice Fiorese (Atl. Vicentina) con 3699. Nelle altre specialità la Cestonaro ottiene 1,75 nell’alto, 11,82 nel peso, 5,98 nel lungo e 2.28.23 negli 800 metri.
A Modena Eleonora Iori si migliora nella finale dei 60 metri con 7.57 e vince il titolo regionale juniores mentre gli altri titoli regionali nei 60 metri sono vinti da Chiara Fagnoni (Atl. Piacenza) nelle allieve con 7.98, Sara Grossi (Self Montanari Gruzza) nelle promesse con 8.00, Jeremy Caiumi (Fratellanza 1874 Modena) negli allievi con 7.19, Matteo Ansaloni (Fratellanza 1874 Modena) negli juniores con 7.08 e Marco Gianantoni (Virtus Emilsider Bologna) nelle promesse con 6.89.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  LIVE Sci alpino maschile, discesa libera Kitzbuehel II 2021 in DIRETTA: gara rinviata a domani