La seconda giornata dei Campionati Italiani Indoor ad Ancona

Pubblicato il autore: rizzoli giorgio Segui

Ancona 18/02/2017 Campionati Italiani Assoluti indoor di Ancona – foto di Giancarlo Colombo/A.G.Giancarlo Colombo

Seconda giornata dei Campionati Italiani Assoluti Indoor ad Ancona, con gare interessanti.
Il programma della giornata prevede subito le qualificazioni dei 60 metri femminili e maschili, prima le batterie poi le semifinali.
A seguire i concorsi con asta e triplo femminili, alto maschile, poi le attesissime finali dei 400 metri maschili e femminili. Ancora 800 metri femminili e maschili (serie), il triplo maschile, le serie dei 3000 metri femminili e maschili, il peso maschile, le finali dei 60 metri femminili e maschili e in conclusione la staffetta 4×200 femminile e maschile.
Tanti gli atleti top impegnati oggi, a partire dalla finale dei 400 metri femminili con Chiara Bazzoni, Rebecca Borga, Maria Benedicta Chigbolu, Maria Enrica Spacca, Lucia Pasquale, Ayomide Folorunso.
Nei 60 metri belle sfide negli uomini, assente Giovanni Cellario miglior tempo stagionale, Massimiliano Ferraro, Federico Raguni, Michael Tumi, Fabio Cerutti, Jacques Riparelli e Rijo Polanco.
Nei 60 metri donne confronto apertissimo fra Anna Bongiorni, Gloria Hooper, Audrey Alloh, Irene Siragusa, Zaynab Dosso e Eleonora Iori.
Nei 3000 metri Yassin Bouih potrebbe tentare il bis di titoli dopo la bellissima vittoria di ieri nei 1500 (1/100 di vantaggio su Bussotti).
Nell’alto uomini Christian Falocchi, rivelazione della stagione, se la vedrà con Silvano Chesani, Eugenio Meloni, Stefano Sottile, Andrea Bettinelli, Kelvin Purboo, Andrea Motta, Lorenzo Biaggi, Matteo Mosconi.

La prima finale in programma è l’asta femminile: a sorpresa vince una ragazza della categoria allieve, Maria Roberta Gherca (Atl. Velletri) con 4,15. La misura inferiore di 4,10 è superata da altre 3 atlete: Elena Scarpellini (Acsi Italia Atletica), Elisa Molinarolo (Aristide Coin Venezia 1949) e Letizia Marzenta (Atl. Firenze Marathon).
Nel triplo femminile grande gara di Dariya Derkach (Aeronautica) che porta il primato personale indoor a 14,05; al 2° posto Ottavia Cestonaro (Carabinieri) con 13,57 e al 3° Jasmie Al Omari (Atl. Firenze Marathon) con 13,05.
Nell’alto maschile si impone Silvano Chesani (Fiamme Oro) con 2,25; il più giovane Christian Falocchi (Brixia Atletica 2014) si ferma a 2,19, mentre a 3° posto è Eugenio Meloni (Carabinieri) con 2,16.
E’ la volta della finale dei 400 metri femminili, successo di Ayomide Folorunso (Fiamme Oro) con 53.38 davanti a Lucia Pasquale (Brixia Atletica 2014) con 53.80. Terzo posto per Maria Enrica Spacca (Carabinieri) con 53.84, davanti a Maria Benedicta Chigbolu (Esercito) con 53.88.
Prima dei 400 metri femminili si era disputata la finale maschile: titolo per Marco Lorenzi (Fiamme Gialle) con 47.17. 2° posto per Mario Lambrughi (Atl. Riccardi Milano 1946) con 47.43 e 3° posto per Daniele Corsa con 47.46.
Negi 800 metri successi per Irene Baldessari (Esercito) con 2.04.30 e per lo junior Simone Barontini (Sef Stamura Ancona) con 1.49.30. La Baldessari precede Elena Bellò (Fiamme Azzurre) con 2.05.77 e Eleonora Vandi (Avis Macerata) con 2.05.84. Barontini vince con quasi 2 secondi di vantaggio su Alesandro Dal Ben (Atl. Insieme New Foods) con 1.51.11 e l’altro juniores Andrea Romani (Atl. Riccardi Milano 1946) con 1.51.28, poi Mattia Moretti (Carabinieri) con 1.51.33 e Gabriele Bizzotto (Cus Parma) con 1.51.38.
La gara di triplo maschile è vinta da Daniele Cavazzani (Atl. Stud. Rieti Andrea Milardi) con 16,49, che ha la meglio sul rientrante Daniele Greco (Fiamme Oro) con 16,41, Simone Calcagno (Cus Genova) con 16,03 e Stefano Magnini (Cus Insubria Eolo) con 16,01.
Le gare dei 3000 metri sono vinti da Yassin Bouih e Giulia Alessandra Viola. La gara maschile vede Buoih doppiare la vittoria di ieri nei 1500, successo appena meno contrastato rispetto a quello di ieri: per il reggiano delle Fiamme Gialle il tempo di 8.08,52, con Marco Najbe Salami (Esercito) 2° con 8.08.98 e Stefano Guidotti Icardi (Cus Torino) 3° con 8.09.46. Nella gara femminile Giulia Alessandra Viola (Fiamme Gialle) ha dimostrato di essere tornata la forte atleta di un paio di stagioni fa e vince nettamente in 9.04.18; 2° posto per Valeria Roffino (Fiamme Azzurre) con 9.31.25 e 3° Silvia Oggioni (Pro Sesto) con 9.32.01.
Nei 60 metri i titoli italiani vanno a Massimiliano Ferrario (Atl. Riccardi Milano 1946) con 6.64 e Anna Bongiorni (Carabinieri) con 7.30. Ferraro vince in 6.64, davanti a Michael Tumi (Fiamme Oro) con 6.69 e Fabio Cerutti (Fiamme Gialle) con 6.74. Nella finale femminile Anna Bongiorni vince in 7.30, davanti alla compagna di club Gloria Hooper con 7.35 e Irene Siragusa (Esercito) con 7.43.
La giornata si conclude con le staffette 4×200 metri. In quella maschile successo delle Fiamme Gialle con 1.27.78, mentre in quella femminile 1° posto per l’Esercito con 1.36.21.

Leggi anche:  Sci alpino maschile, discesa libera Kitzbuehel II 2021 (VIDEO): Feuz concede il bis. 4° Innerhofer, 7° Paris

  •   
  •  
  •  
  •