F1: GP di Singapore, Hamilton vince e avvicina il Mondiale. Disastro Ferrari!

Pubblicato il autore: Massimiliano Gonzi Segui

 


F1 GP Singapore. Gara condizionata dall’incidente nella prima curva tra le due Ferrari e la Red Bull di Verstappen. Fortunato, ma comunque bravo, Lewis Hamilton che non si fa condizionare dal meteo e dai numerosi interventi della Safety Car. Grande amarezza in casa Ferrari che, ovviamente, non si aspettava un esito così. Ora Hamilton stacca Vettel in classifica di 28 punti.

-0′ – STAVOLTA E’ UFFICIALE! LEWIS HAMILTON VINCE IL GRAN PREMIO DI SINGAPORE! RICCIARDO SECONDO E BOTTAS TERZO.
-0′ – ERRORE DA PARTE DEI COMMISSARI CHE FANNO CONTINUARE LA GARA UN ALTRO GIRO, visto che il cronometro era già arrivato a zero.
-0′ – ULTIMO GIRO PER HAMILTON!
-1′ – Manca un SOLO MINUTO! E’ cominciato l’ultimo giro di orologio per Hamilton.
-5′ – Bottas
continua a macinare secondi su Ricciardo. Il distacco tra i due ora è solo di circa 2 secondi
-8′ – Ci avviciniamo alla fine della gara, mentre ci fanno rivedere ancora una volta l’incidente alla prima curva delle due Ferrari.
-15′ –
Attualmente il podio è virtualmente costituito da Hamilton, Ricciardo e Bottas, ma il finlandese della Mercedes si sta avvicinando al pilota della Red Bull.
-20′ – Apprensione in casa Mercedes. Hamilton perde buona parte del suo vantaggio su Ricciardo per un errore del britannico. Ora si trova a +1.982.
-23′ – La Safety Car rientra nuovamente ai box, mentre L. Hamilton stacca nuovamente Ricciardo di 3.692.
Giro 40 – Tutti ancora dietro alla Safety Car.
Ormai non si contano più i giri, ma i minuti alla fine di questo rocambolesco Gran Premio di Singapore. Mancano 28 minuti alla fine.
Giro 38 –
TERZA SAFETY CAR! Viene chiamata ancora una volta la Safety Car e questo ricompatterà tutto il gruppo a svantaggio di Hamilton.
Giro 38 –
Testa coda di Ericsson e tocca con il posteriore sinistro.
Giro 34 – Ocon
passa all’estero il suo diretto avversario Magnussen.
Giro 32 –
Molto probabilmente non si completeranno i 61 giri previsti, poiché si raggiungerà il limite delle 2 ore.
Giro 30 –
Rientra anche Hamilton, che torna al comando. Anche per lui gomme d’asciutto.
Giro 29 –
Rientra Ricciardo e Bottas per il cambio gomme. Entrambi con le gomme d’asciutto.
Giro 26 –
Hamilton va molto veloce e si distacca da Ricciardo con un vantaggio di oltre 6 secondi.
Giro 23 –
La pista pian piano si sta asciugando, ma rimangono ancora alcuni punti bagnati.
Giro 19 – Hamilton
cerca di lasciare più spazio possibile tra lui e Ricciardo in seconda posizione. Il distacco ora è + 3.154.
Giro 17 – Ruota a ruota tra Massa e Magnussen
. Grande Magnussen che non si fa intimidire e passa avanti, dopo essere andato un po’ lungo su una curva.
Giro 16 – Magnussen
combatte contro Ocon e ottiene la posizione.
Giro 15 – La gara riprende con Hamilton sempre primo.
Giro 11 – ANCORA SAFETY CAR! Safety Car in pista per l’incidente di Kvyat.
Giro 10 –
FUORI ANCHE KVYAT! Kvyat va lungo su una curva e non riesce a recuperare la traiettoria.
Giro 8 –
Alonso costretto al ritiro. La sua monoposto perde di potenza.
Giro 5 –
La Safety Car rientra ai box. La gara riprende con Hamilton in testa, Ricciardo subito dietro e Hulkemberg al terzo posto.
Giro 4 –
I commissari decideranno sul fatto dopo la gara.
Giro 3 –
Si continua dietro la Safety Car. Si aspetta la ripresa della gara a causa dell’incidente che ha coinvolto le due Ferrari e una Red Bull
Giro 2 – DOPPIO RITIRO FERRARI! Vettel fuori a causa delle brutte condizioni della sua monoposto. Incidente sotto investigazione dei commissari di gara.
Giro 2 – Hamilton si ritrova in prima posizione
e tutti i piloti sono costretti a passare nella pit lane per permettere la rimozione delle monoposto di Verstappen e Raikkonen.
Giro 1 – SAFETY CAR!
Giro 1 – Si spengono i motori! Si parte! Subito incidente dove sono coinvolte le due Ferrari e la Red Bul di Verstappen. FUORI DAI GIOCHI RAIKKONEN E VERSTAPPEN! VETTEL in testa e coda e musetto dannegiato.
14:03 –
Piloti tutti pronti sulla griglia di partenza! La gara prevede 61 giri.
14:01 – I piloti lasciano la griglia per il warm-up. Ferrari con le gomme intermedie.
14:00 – Tutti via dalla pista! Tanta tensione! Lasciate spazio alla gara. 1 minuto al giro di ricognizione
13:47 – E’ il momento dell’inno nazionale di Singapore
13:45 –
I piloti sono posizionati sulla griglia di partenza insieme ai loro meccanici. Nel frattempo riprende a piovere in maniera delicata. Chissà se il fattore pioggia creerà dei problemi ai piloti.
13:38 – Ecco la griglia di partenza:
1.
S. Vettel 2. M. Verstappen
3. D. Ricciardo 4. K. Raikkonen
5. L. Hamilton 6. V. Bottas
7. N. Hulkenberg 8. F. Alonso
9. S. Vandoorne 10. C. Sainz
11. J. Palmer 12. S. Perez
13. D. Kvyat 14. E. Ocon
15. R. Grosjean 16. K. Magnussen
17. F. Massa 18. L. Stroll
19. P. Wehlerein 20. M. Ericsson
13:31 – Rieccoci collegati. Le monoposto stanno uscendo dai loro rispettivi box per entrare in pista. Non piove più, si scaldano le ruote.
11:23 – Buongiorno a tutti, cari amici. Oggi seguiremo per voi la diretta live del GP di Singapore. Ci si prepara ad una gara spettacolare, mentre a Singapore piove copiosamente. La partenza è prevista per le ore 14 (italiane). Noi ci ricollegheremo alle 13:30. A tra poco!

Leggi anche:  Fiorentina - Inter 1 - 3, i nerazzurri tornano primi in classifica

Mentre si parla di cambiamenti nel mondo della F1 in vista della prossima stagione, basti pensare al passaggio della McLaren da motore Honda a quello Renault, oppure all’ufficializzazione del pilota Carlos Sainz sempre da parte della casa francese; bisogna, però, pensare ancora all’attuale stagione e alla 14esima tappa del campionato di Formula 1 2017, che si correrà nelle strade di Marina Bay di Singapore. Dopo la vittoria di L. Hamilton a Monza, il pilota della Mercedes è salito in vetta alla classifica piloti con 238 punti, staccando S. Vettel di sole 3 lunghezze, avendo 235 punti.

Nelle prove libere abbiamo visto una Red Bull scatenata, prima quella di D. Ricciardo, che ha mantenuto la prima posizione in P1 e P2, poi è subentrata quella di M. Verstappen, che ha tenuto il primo tempo in P3.
Nelle qualifiche, invece, la classe di S. Vettel ha fatto davvero la differenza. Il tedesco della Ferrari è riuscito ad imporsi su Verstappen e Ricciardo, rispettivamente al secondo e terzo posto sulla griglia di partenza, ottenendo la sua 49esima Pole. L’altro ferrarista, Raikkonen, ottiene il quarto posto, seguito subito da L. Hamilton, posizionato in terza fila al quinto posto, insieme al suo compagno di scuderia, V. Bottas, al sesto posto.
Ci aspettiamo una gara non molto facile per la Mercedes, mentre la Red Bull potrebbe dare del filo da torcere alla Ferrari.

  •   
  •  
  •  
  •