Juventus-Fiorentina 1-0, decide Mandzukic. Viola in dieci nella ripresa

Pubblicato il autore: Paolo Mugnai Segui

La Juventus vince di misura grazie al gol di Mandzukic contro la Fiorentina rimasta in dieci nella ripresa per l’espulsione di Badelj.

Finita
93′ Sanchez perde il pallone, Pjanic prova dalla lunga distanza a sorprendere Sportiello fuori dai pali ma il portiere viola blocca il pallone
Nonostante l’inferiorità numerica, la Fiorentina cerca generosamente il pareggio
Quattro minuti di recupero
90′ Sostituzione: Lichtsteiner per Sturaro
89′ Occasione per Gil Dias che in area non serve Chiesa e la conclusione è deviata in angolo
86′ Simeone spizzica di testa in area
84′ Parata a terra di Sportiello su tiro di Pjanic
Controllo di palla della Juventus che cerca nuovi affondi
81′ Sostituzione: Bernardeschi per Cuadrado
80′ Sull’azione seguente prova a ripartire Gil Dias ma non trova lo spazio
79′ Angolo per la Juventus su una ripartenza di Cuadrado
76′ Ancora Mandzukic indisturbato di testa vicino al gol ma Sportiello è decisivo nella parata
74′ Chiesa cerca lo scambio in area con Simeone ma Rugani interviene
73′ Sostituzione: Pjanic per Dybala
Fiorentina in inferiorità numerica, costretta a giocare di rimessa
71′ Ancora Cuadrado costringe alla parata Sportiello
69′ Tiro di Cuadrado, parato
68′ Sostituzione: Sanchez per Thereau
67′ Azione simile al gol, stavolta la conclusione di Mandzukic incoccia su Gaspar e termina in angolo
64′ Badelj atterra Matuidi al limite dell’area. L’arbitro concede il rigore ma poi il Var modifica la decisione con una punizione dal limite ma l’espulsione di Badelj per doppia ammonizione
63′ Ammonito Astori
61′ Sulla destra, Chiesa conclude di poco a lato
60′ Sostituzione: Gil Dias per Benassi
60′ Tiro altissimo di Chiesa
59′ Occasione per la Juventus con il rasoterra di Cuadrado, servito da Dybala, che attraversa l’area ma non viene raccolto da nessun compagno
Partita entrata nel vivo, la Fiorentina dovrà cambiare qualcosa se vorrà recuperare
52′ GOL MANDZUKIC. L’attaccante anticipa di testa Gaspar e porta in vantaggio la Juventus, su cross di Cuadrado e mancato intervento di Higuain
50′ Sostituzione: Gaspar per Laurini
49′ Ammonito Badelj per intervento su Barzagli
47′ Grande azione di Thereau sulla sinistra che fa fuori due avversari e mette al centro ma la difesa juventina respinge

Leggi anche:  Lorenzo Crocetti a SuperNews: "Con Italiano per la Fiorentina l’inizio di un nuovo ciclo. Un rimpianto? Cittadella. Vi parlo della mia Florenz Soccer Academy”

Si riparte, nessun cambio nelle due formazioni

Si va al riposo
Un minuto di recupero
45′ Cross di Chiesa troppo alto per la testa di Simeone
44′ Cross rasoterra di Cuadrado in area, ma Sportiello blocca a terra
43′ Ci prova Higuain ma Astori deviua il tiro in angolo. Sull’angolo, Sportiello in due tempi blocca il pallone
42′ Astori con sicurezza in area stoppa di petto e riparte
41′ Badelj esce dall’area e propone per Chiesa, fermato
39′ Apertura di Benassi per il taglio di Chiesa ma il portiere juventino capisce tutto, esce e rinvia
La Juventus accerchia la Fiorentina ma non trova sbocchi
37′ Ammonito Laurini per fallo su Mandzukic
36′ Contropiede viola: stop e passaggio di Simeone per l’accorrente Chiesa, ma troppo lungo
35′ Deviazione fortuita di Simeone su tiro dalla distanza di Laurini, palla fuori
34′ Si riprende il gioco
32′ Gioco fermo per Chiesa a terra, si è fermato da solo senza alcun contatto
31′ Fuorigioco di Simeone in un tentativo di ripartenza viola
28′ Uscita a vuoto di Sportiello forse spinto da Cuadrado, In precedenza interventi difensivi di Pezzella su Higuain e di Astori di testa
Fiorentina molto coperta, sta offrendo pochi spazi alla manovra della Juventus
26′ Chiesa prova una percussione ma si scontra con Asamoah
24′ Punizione di Veretout molto alta sopra la traversa
23′ Ammonito Barzagli per intervento su Simeone al limite dell’area in una ripartenza viola dopo una conclusione di Dybala respinta dai difensori
22′ Thereau sulla sinistra atterrato da Sturaro, reclama la punizione ma l’arbitro lascia correre
20′ Cross dalla sinistra di Asamoah, i difensori respingono in rimessa laterale
18′ Mandzukic per Higuain in area ma l’arbitro ferma tutto per fuorigioco
16′ Si affaccia la Fiorentina nella metà campo avversaria con Thereau e Biraghi ma la difesa bianconera rinvia
14′ Ancora Badelj prova a fare ripartire l’azione ma viene atterrato da Matuidi
11′ Badelj recupera un pallone ma poi atterra Matuidi
10′ Biraghi mette giù Dybala. Punizione
Maggiore pressione dei padroni di casa, la Fiorentina esce con difficoltà dalla propria metà campo
8′ Punizione di Dybala a fil di palo
7′ Punizione per fallo di Pezzella su Mandzukic. Batte Dybala
5′ Punizione Juve al centro dell’area, Sportiello con sicurezza
2′ Dybala si guadagna la punizione
Via!

Leggi anche:  Insulti razzisti a Maignan: identificato il tifoso

Amici di Supernews il vostro Paolo Mugnai è pronto a raccontarvi Juventus-Fiorentina.

Formazione ufficiale Juventus (4-2-3-1): Szczesny, Sturaro, Barzagli (Cap.), Rugani, Asamoah, Bentancur, Matuidi, Cuadrado, Dybala, Mandzukic, Higuain. All. Allegri.
Formazione ufficiale Fiorentina (4-2-3-1)
: Sportiello, Laurini, Astori (Cap.), Pezzella, Biraghi, Badelj, Veretout, Chiesa, Benassi, Thereau, Simeone. All. Pioli.
Arbitro: Doveri di Roma.

Dallo Juventus Stadium quinta giornata di campionato tra Juventus e Fiorentina. La squadra di Massimiliano Allegri a punteggio pieno viene dalla vittoria a Sassuolo per 3 a 1 mentre la formazione di Stefano Pioli dai due successi consecutivi a Verona e in casa con il Bologna dopo le due sconfitte iniziali. Alla vigilia della gara Allegri ha detto che “la Fiorentina è una squadra organizzata, ha chiuso un ciclo, ma acquistato altri giocatori giovani e di grande tecnica, ha un ottimo tecnico. Chiesa? Avrà un futuro importante. Bernardeschi? Non so se farlo partire dal primo minuto o a gara in corso”. Pioli invece ha affermato che “dovremo essere precisi nella gestione della palla per averla più noi rispetto ai nostri avversari. Dobbiamo migliorare e crescere ancora. Dybala è probabilmente il più in condizione, con grandissima qualità, ma non dobbiamo focalizzarci su un singolo giocatore. Bernardeschi? Nessun rimpianto. Simeone? Dobbiamo ancora trovare dei tempi migliori per servirlo. Sento la proprietà tutte le settimane, vicina e serena. In un ambiente sereno una squadra giovane come la nostra può crescere meglio”.

  •   
  •  
  •  
  •