Atalanta-Benevento 1-0: Cristante risolve il match e la Dea ritorna in zona Europa League (HIGHLIGHTS)

Pubblicato il autore: marco.stiletti Segui


L’Atalanta batte a fatica un Benvento volenteroso che però inciampa nella quattordicesima sconfitta consecutiva. A decidere l’incontro l’inesauribile Cristante, che dopo aver segnato in Europa League, ritrova da goleador il gol anche in campionato. Gli uomini di Gasperini tornano a ridosso della zona Europa League a un punto dal trio Milan-Chievo-Bologna a quota 20. Mentre per il Benevento è ancora notte fonda. Gli uomini di De Zerbi rimangono ancora a zero punti e a -11 dalla salvezza.


90’+4′-
Il match finisce 1-0.
90’+2′-
Colpo di testa di Palomino ma la palla va di poco fuori.
90′-
Saranno 4 i minuti di recupero.
88′-
Entra Palomino per Gomez.
85′-
Il seguente corner calciato da Gomez trova solo un difensore che allontana di testa il pericolo.
83′-
Petagna ci prova con un gran filtrante da fuori area verso un compagno ma la difesa è reattiva e riesce ad allontanare. Bel lavoro di squadra e Atalanta si guadagna un calcio d’angolo.
80′-
Entra Memushaj per Chisbah.
78′- Cristante calcia dal limite ma dritto tra le braccia di Brignoli.
75′-
GOOLLLL!!! 1-0 Atalanta con Cristante. Il giocatore della Dea colpisce il pallone all’altezza del limite dell’area direttamente verso la parte sinistra della porta.
71′-
Corner di Cataldi e il pallone però viene spazzato via dalla difesa dell’Atalanta.
69′-
Entra Kanoute al posto di D’Alessandro.
66′-
Masiello manca una grande occasione dopo essere stato pescato da un cross dentro l’area! Il suo tentativo termina largo di alcuni metri dal palo destro.
64′-
Gomez batte questo calcio d’angolo ma Alberto Brignoli legge bene la traiettoria e para. Atalanta ha a disposizione un calcio d’angolo. L’arbitro e l’assistente hanno indicato la bandierina.
61′-
Preciso passaggio basso verso Petagna che riceve e si libera per il tiro dal limite. Scelta un po’ affrettata e conclusione che esce larga sulla sinistra.
59′-
Entra Petagna per Cornelius.
57′-
Castagne mette in area un pallone fantastico ma uno dei difensori riesce ad intervenire all’ultimo istante ed evita guai grossi. Il pallone termina in out. Atalanta avrà un calcio d’angolo a disposizione.
53′-
Esce Toloi ed entra Ilicic.
51′-
Ammonito De Roon per fallo.
49′-
Colpo di testa di Cristante che getta la palla con la testa verso la porta del Benevento, ma Brignoli realizza una super parata.
47′-
Roberto De Zerbi ha deciso una sostituzione. Armenteros viene rimpiazzato da George Puscas.
45′-
Iniziata la ripresa.

Leggi anche:  Dove vedere Udinese-Atalanta: streaming e diretta tv Serie A

SECONDO TEMPO

45′– Non ci saranno minuti di recupero. Il primo tempo termina a reti inviolate.
43′-
Tiro di Masiello, la palla termina un po’ alta sopra la traversa.
39′-
Tiro di Armenteros che impensierisce Berisha il quale arriva a salvare il risultato.
36′-
Tiro di Cristante murato dalla difesa del Benvento.
34′-
Cristante commette fallo su Viola.
30′-
Cristante fermato in fuorigioco.
27′- Gomez mette in area ma nessuno dei giocatori persino Hateboer che stava più vicino è riuscito a gettare la palla in rete.
26′-
Punizione battuta da Gomez ma va a sbattersi vicino alla barriera del Benevento.
25′-
Lombardi ferma Gomez a limite dell’area e ora si parte con un pericolosissima punizione per l’Atalanta.
21′-
Tiro di Armenteros che arriva fino all’area dell’Atalanta e va a finire largo del palo sinistro della porta di Berisha.
16′-
Armenteros calcia ma la palla termina fuori area.
12′-
Tiro di Hateboer va a finire fuori casa.
9′-
Masiello mette una palla filtrante ma uno dei difensori interviene interrompendo qualsiasi velleità. Atalanta guadagna un corner.
7′-
Castagne arrivato vicino al dischetto prova a concretizzare un cross indirizzando di testa al centro della porta. Brignoli non sta però a guardare e il suo intervento tiene il pallone fuori dalla porta.
3′-
Tiro di Castagne ma la palla va a finire fuori.
1′-
Iniziato il match.

Leggi anche:  Fiorentina, 6 riflessioni in un mercato estivo

20:40- FORMAZIONE UFFICIALE ATALANTA (3-4-2-1): Berisha; Toloi, Caldara, Masiello; Hateboer, de Roon, Freuler, Castagne; Cristante, Cornelius, Gomez. All. Gasperini
20:30- FORMAZIONE UFFICIALE BENEVENTO (4-3-3):
Brignoli; Venuti, Djimsiti, Costa, Di Chiara; Chibsah, Del Pinto, Cataldi; D’Alessandro, Armenteros, Lombardi. All. De Zerbi

20:15- Amici di Supernews benvenuti alla diretta scritta di Atalanta-Benevento. Tra poco conosceremo le scelte dei due allenatori Gasperini e De Zerbi.

19:00- PROBABILE FORMAZIONE ATALANTA (3-4-2-1): Berisha-Toloi-Caldara-Palomino-Hateboer-Cristante-Freueler-Gosens-Ilicic-Gomez-Cornelius. All. Gasperini
18:50- PROBABILE FORMAZIONE BENEVENTO (4-3-3):
Brignoli-Venuti-Costa-Antei-Di Chiara-Chisbah-Viola-Cataldi-D’Alessandro-Armenteros-Lombardi. All. De Zerbi

L’Atalanta nel posticipo vuole tornare alla vittoria per arrivare di nuovo alla parte sinistra della classifica. Dopo la storica qualificazione ai sedicesimi di Europa League con la vittoria a Goodison Park degli orobici, ora gli uomini di Gasperini vogliono sistemare un po’ la loro classifica e quale occasione se non contro una squadra ultima in classifica e ancora a zero punti. Fra i padroni di casa si rivedrà Caldara al centro della difesa, assente con Inter ed Everton.

Leggi anche:  Inter cooperativa del goal: ogni reparto dà il contributo

A centrocampo sarà Freuler a far coppia con Cristante, Gosens è invece in vantaggio su Castagne a sinistra. In attacco sicuri di una maglia Ilicic e Petagna, mentre Gomez rischia di non giocare tutti i novanta minuti, ma sembra ancora favorito per partire titolare. Campani costretti a fare a meno di Ciciretti, fermato da un fastidio muscolare. Sarà Lombardi a sostituire l’ex Roma per completare il pacchetto offensivo insieme ad Armenteros e D’Alessandro. Squalificato anche Letizia, mentre Antei non si è allenato al meglio causa di un’influenza e potrebbe non partire titolare. Ko anche Iemmello. Un successo sui campani porterebbe portare i nerazzurri a 19 punti a ridosso delle tre squadre a venti, tra le quali c’è anche il Milan. Quindi una vittoria porterebbe gli uomini di Gaspetini a ridosso della zona Europa League.

  •   
  •  
  •  
  •