Atletica leggera: live da Samorin per i Campionati Europei di Cross

Pubblicato il autore: rizzoli giorgio Segui

Appuntamento internazionale oggi a Samorin (Slovacchia) per i Campionati Europei di Corsa Campestre.
La formazione italiana inizia bene i Campionati, con il 2° posto per nazioni nella gara Under 20 femminile, dove 2 atlete si piazzano nelle prime 6, piazzamenti fra i migliori di sempre in questa categoria per le italiane ai Campionati Europei di Cross. E’ Nadia Battocletti, atleta ancora allieva, la prima fra le italiane, con un 5° posto veramente importante, ma molto bene fa anche Francesca Tommasi, che si piazza al 6° posto, con lo stesso tempo della Battocletti. Completa il piazzamento utile per la classifica per nazioni Elisa Cherubini che si piazza al 22° posto.  La classifica è vinta dalla Gran Bretagna, poi Italia e Spagna. A livello individuale prevale la britannica Harriet Knowles Jones, con 11 secondi di vantaggio sulla ungherese Lili Anna Toth.

Nella gara Under 20 maschile si impone, come da pronostico, il fortissimo norvegese Jakob Ingebrigtsen che controlla la gara mantenendo una posizione a ridosso dei primi e in volata non ha problemi a regolare l’atleta della Turchia Ramazan Barbaros, seguito da 2 atleti francesi, Louis Gilavert e Yani Khelaf. Nella classifica per nazioni si impone la Spagna, davanti a Francia e Turchia. Per l’Italia 7° posto, grazie ai piazzamenti individuali di Luca Alfieri 19°, Sergiy Polikarpenko 28° e Jacopo De Marchi 36°.

Nella gara Under 23 femminile a sorpresa si impone la tedesca Alina Reh, che con una condotta di gara intraprendente ha la meglio nel finale sulla più quotata connazionale Konstanze Klosterhalfen. Al 3° posto l’inglese Jessica Judd. Le italiane under 23 si piazzano dal 27° al 30° posto, nell’ordine Chiara Spagnoli, Federica Zanne e Christine Santi. Nella classifica per nazioni l’Italia si piazza al 9° posto, con Gran Bretagna vincitrice, nonostante la doppietta delle atlete tedesche che si sono piazzate ai primi 2 posti e 3° posto per la Turchia.

Nella gara Under 23 maschile l’Italia schiera Yemaneberhan Crippa, che a 2/3 della gara prende decisamente l’iniziativa, dopo una prima parte prudente. Il suo allungo è imponente e sembra fare la selezione decisiva, ma 2 atleti della Francia non demordono e si riportano su Crippa e nello sprint finale hanno la meglio. Crippa si piazza quindi al 3° posto, dopo Jimmy Gressier e Ugo Hay. Fra gli italiani seguono Simone Colombini 19°, Yohanes Chiappinelli  27°, Nadir Cavagna 33°, Alessandro Giacobazzi 39° e Pietro Riva 40°. Nella classifica per nazioni, dominata dalla Francia, con i suoi atleti al 1°, 2° e 5° posto, l’Italia si piazza al 5° posto.

Nella gara Seniores femminile ha preso subito la testa l’atleta della Turchia Yasemin Can, che conduce a metà gara con un buon margine di vantaggio sulle altre atlete. Al traguardo ha 15 secondi di vantaggio sulla svedese Meraf Bahta, che ha la meglio in volata sulla norvegese Karoline Bjerkeli Grovdal. La prima delle italiane è Valeria Roffino al 24° posto a 1’26” dalla vincitrice. La seconda fra le italiane è Martina Merlo al 35° posto, poi Silvia La Barbera al 56°. Nella classifica per nazioni 9° posto per l’Italia, con un podio che vede vincitrice la Gran Bretagna, davanti a Romania e Turchia.

Nei Seniores maschili successo per il turco Kaan Kigen Ozbilen che prende il largo a metà gara e vince con una decina di secondi di vantaggio sullo spagnolo Adel Mechaal, seguito dal britannico Andrew Butchart. Buon 17° posto per Lorenzo Dini, primo fra gli italiani a 59″ dal vincitore. Poi Michele Fontana 40° a 1’37” dal vincitore, Paolo Zanatta 53° e Giuseppe Gerratana 67°. Nella classficaper nazioni 1° posto per la Turchia, davanti a Spagna e Gran Bretagna e 9° posto per l’Italia.

Ultima la gara la Staffetta mista (femminile-maschile) disputata per la prima volta ai Campionati Europei di Cross. Prevale la Gran Bretagna di stretta misura nei confronti della Repubblica Ceca e della Spagna. 6° posto per la formazione italiana.

  •   
  •  
  •  
  •