Verona-Juventus 1-3. Doppietta di Dybala, bianconeri a -1 dal Napoli (Video Gol)

Pubblicato il autore: alessandro marone Segui


Al “Bentegodi” la Juventus supera il Verona e chiude il girone d’andata al secondo posto a quota 48 punti e ad una sola lunghezza dal Napoli capolista. Bianconeri avanti all’intervallo grazie al gol in avvio di Matuidi e vicini al raddoppio in due occasioni con Higuain. Nella ripresa un galvanizzato Caceres (tra i migliori in campo) ristabilisce la parità con un gran tiro da fuori area. Poi sale in cattedra Dybala: l’argentino firma una doppietta (col destro) in cinque minuti e risolve la partita.

FINE PARTITA
93′: Bernardeschi prova a servire in area di rigore Matuidi, anticipato da un difensore. Sugli sviluppi dell’azione contatto sospetto tra Bernardeschi e un gialloblu, si prosegue.
92′: Alex Sandro lotta sulla sinistra, sbuca Dybala, il quale crossa al centro per Higuain. L’argentino controlla e, all’altezza del dischetto, calcia col destro: Caracciolo si immola e respinge.
90′: saranno 4 i minuti di recupero.
89′: problemi al polpaccio per l’arbitro Mazzoleni. Al direttore di gara viene applicata una fasciatura.
88′: terzo ed ultimo cambio per il Verona: Pecchia manda in campo Calvano al posto di Bessa.
87′: Juve pericolosa con il sinistro di Bernardeschi neutralizzato in due tempi da Nicolas. Partita in discesa per i bianconeri, il Verona sembra aver accusato il colpo.
86′: sul calcio di punizione battuto dalla destra da Bernardeschi gol annullato alla Juventus. La sfera termina in porta, sia Benatia che Higuain erano in fuorigioco.
85′: ammonito Rumulo. Il capitano gialloblu interviene in ritardo su Bernardeschi e rimedia il cartellino.
84′: ripartenza Juve e lancio di Khedira in area per Dybala, il quale cerca la porta al volo col mancino: coefficiente di difficoltà elevato, nessun problema per Nicolas, il quale neutralizza il debole tentativo dell’argentino.
83′: terzo ed ultimo cambio nelle fila della Juventus: in campo Marchisio al posto di Mandzukic.
82′: sostituzione Verona: fuori Kean, dentro Zuculini.
80′: Juve vicina al poker, ancora con Dybala! Punizione per la Juventus dai 30 metri, l’argentino cerca la porta col mancino: Nicolas respinge in tuffo!

79′: Sostituzione Verona: Pazzini rileva Caceres, acciaccato dopo il contrasto con Lichtsteiner.
78′: GOOOOOOOOOL della Juventus!!! Ancora Paulo Dybala!!! Super gol dell’argentino!!! La Joya riceve palla sulla trequarti, va via in slalom a due avversari e, in area di rigore, batte Nicolas col destro! 3-1 Juve!
76′: Matuidi chiede l’uno-due a Mandzukic in zona offensiva, un difensore gialloblu intercetta il suggerimento del croato e il Verona può ripartire.
73′: in occasione dell’assist per Dybala, scontro fra Lichtsteiner e Caceres. Lo svizzero è costretto ad abbandonare il terreno di gioco, in campo Barzagli.
72′: GOOOOOOOOL della Juventus!!! Paulo Dybala!!! Cross di Lichtsteiner (servito da Khedira) dalla destra, la Joya in girata di destro fulmina Nicolas. Bel gol dell’argentino e bianconeri di nuovo avanti.
71′: Juve pericolosa. Bel cross di Alex Sandro, Higuain la pizzica di testa, ma non riesce a girarla verso la porta.
70′: lancio di Khedira a pescare sulla destra Bernardeschi, il quale converge e viene chiuso in angolo. Dalla bandierina va proprio l’ex viola, Chiellini svetta in mischia, ma manca di poco il bersaglio.
68′: occasione Juve: cross di Lichtsteiner, Mandzukic di testa manda a lato.
67′: imbucata di Bernardeschi per Higuain, chiusura di Heurtaux in fallo laterale.
62′: occasione Juve! Destro di Khedira dai 25 metri, deviazione, la sfera termina a lato a Nicolas battuto. Corner per la Juventus.
61′: occasione Verona! Grande palla di Caceres per Kean, il quale viene fermato prima da Chiellini, poi da Benatia.
59′: GOOOOOOOOOLLL del Verona!!! Martin Caceres!!! Errore da matita rossa da parte di Matuidi, Caceres riconquista palla sulla trequarti, prende la mira e, cadendo, lascia partire un destro che si insacca a mezza altezza a fil di palo. Gol dell’ex e pareggio dei gialloblu.
58′: azione manovrata della Juventus: il sinistro di Bernardeschi dai pressi del vertice dell’area viene neutralizzato da Nicolas.
56′: Mandzukic viene anticipato in area di rigore da Ferrari, corner per la Juventus: la retroguardia gialloblu allontana il pericolo.
54′: ripartenza bianconera sul tiro dalla bandierina. Numero di Dybala sulla sinistra, tunnel ai danni di Ferrari, poi l’argentino esagera e viene fermato.
53′: break Verona con la percussione di Kean, chiuso in corner dall’intervento in tandem di Chiellini e Benatia al limite dell’area.
52′: intervento ruvido di Buchel su Alex Sandro: piede a martello del centrocampista gialloblu, punizione in favore dei bianconeri.
50′: problemi per Kean in seguito ad uno scontro aereo con Benatia: l’attaccante ha subito un colpo al costato.
49′: percussione di Romulo, fermato da Benatia sulla destra. Il difensore marocchino esce palla al piede e viene trattenuto per la maglia da Bessa: punizione per la Juve.
46′: cross basso di Verde dalla sinistra, Benatia manda in angolo. Quinto corner per il Verona, nulla di fatto.
Inizia la ripresa al “Bentegodi”, si riparte dal vantaggio bianconero firmato Matuidi. Si riparte con una novità nelle fila della Juventus: Bernardeschi rileva Bentancur, Allegri passa al 4-2-3-1.

Leggi anche:  Romero, un crac azzeccato in casa Atalanta. Difesa rivitalizzata

FINE PRIMO TEMPO
Si va al riposo senza recupero. Juve avanti di misura grazie alla rete in avvio di Matuidi. Bianconeri vicini al raddoppio in due occasioni con Higuain, gialloblu pericolosi con Verde. Gara spezzettata e poco spettacolare, ritmi non molto elevati, Verona in partita.

45′: sul tiro dalla bandierina il colpo di testa di Caracciolo trova una deviazione: quarto corner per il Verona, nulla di fatto.
44′: ripartenza Verona. Kean va via sulla destra, tiro-cross deviato in angolo da Chiellini. Terzo corner per i padroni di casa.
41′: ammonito Caceres per proteste. Il difensore gialloblu (tra i più positivi e intraprendenti fino ad ora) è il primo a finire sul taccuino del direttore di gara.
40′: occasione Juve!!! Matuidi serve sulla sinistra Alex Sandro, cross basso dal fondo: Higuain calcia di prima intenzione col piattone, Nicolas alza in corner!
39′: sembra non voler forzare il ritmo la Juventus.
36′: azione del Verona. Caceres dal fondo serve indietro Verde, il cui cross viene deviato in angolo da Benatia. Corner per il Verona. Sugli sviluppi del tiro dalla bandierina, cross di Romulo deviato sul fondo altro angolo per i gialloblu.
34′: gran palla di Khedira a premiare l’inserimento di Lichtsteiner sulla destra: il cross dello svizzero è troppo sul portiere.
29′: occasione Verona. Bessa allarga sulla sinistra per Verde, il quale converge e lascia partire un destro a giro: pallone non distante dal palo.
28′: prova ad alzare il baricentro il Verona.
27′: numero di Dybala, che semina avversari come birilli, converge dalla destra, poi viene fermato dall’intervento in scivolata di Caceres.
26′: intervento duro di Chiellini su Caceres: punizione per il Verona ai 30 metri, niente ammonizione per il centrale bianconero, stasera capitano.
26′: Alex Sandro scappa sulla corsia mancina, cross al centro, doppia deviazione: Nicolas blocca.
25′: Bessa ruba palla a Bentancur sulla treaquarti e serve centralmente Kean. L’attaccante in prestito dalla Juve allarga sulla destra per Ferrari, il cui cross viene respinto da Chiellini.
22′: Chance Verona. Buon lavoro di Bessa a metà campo. Scambio con Romulo, pallone sulla sinistra per Verde: cross basso al centro, Caceres viene anticipato da Chiellini.
19′: Juventus vicina al raddoppio! Higuain si incarica della battuta della punizione e cerca direttamente la porta: destro a giro a scavalcare la barriera, la sfera sibila a lato di pochissimo dando l’illusione ottica del gol!
18′: Zuculini ferma irregolarmente Alex Sandro, il quale si era accentrato per chiedere l’uno-due a Dybala: punizione per la Juventus dai 25 metri sulla sinistra.
16′: la Juventus ha preso il comando delle operazioni. Pallino del gioco in mano ai bianconeri, che cercano il fraseggio e aspettano di creare gli spazi per attaccare e cercare la profondità.
15′: break del Verona in zona offensiva col sinistro sporco di Caceres (in proiezione offensiva) ribattuto da Alex Sandro.
14′: secondo corner in favore della Juventus. Dopo un bel numero di Higuain (dribbling ai danni di tre avversari), cross di Matuidi, Nicolas blocca, ma poi varca la linea di fondo col pallone. Dalla bandierina Dybala, sinistro a rientrare, l’estremo difensore gialloblu la fa sua.
11′: occasione per la Juventus. Percussione centrale di Higuain, che, dai 20 metri, lascia partire un rasoterra potente neutralizzato in due tempi da Nicolas, il quale si allunga alla sua destra.
10′: Matuidi fa scorrere il pallone a metà campo, Zuculini lo atterra: punizione in favore dei bianconeri (oggi in tenuta gialla).
7′: prova subito a reagire il Verona: cross di Romulo dalla destra, Benatia allontana di testa.
6′: GOOOOOOOOOL della Juventus!!! Blaise Matuidi!!! Errore di Heurtaux in fase di impostazione, percussione di Khedira che serve in area di rigore Higuain. La conclusione potente del Pipita si stampa sul palo, Matuidi è pronto al tap-in col mancino, pur non colpendo benissimo. Juventus in vantaggio, secondo centro in campionato per il francese.
4′: Alex Sandro pesca Khedira in area di rigore con un filtrante: il tedesco è in posizione di netto fuorigioco.
2′: primo corner in favore della Juventus. Calcia Dybala col mancino a uscire, Benatia svetta, ma manca il bersaglio. Juve pericolosa.
1′: avvio sprint. Alex Sandro termina a terra nei pressi della linea laterale dell’area di rigore, il direttore di gara fa cenno di proseguire. Sul ribaltamento di fronte percussione di Romulo, suggerimento al centro intercettato dalla retroguardia.

Leggi anche:  Sky Calcio Club, Fabio Caressa: che delusioni! Gomez, Vidal...

Tutto pronto al “Bentegodi”, inizia Verona-Juventus!

Ecco le formazioni ufficiali.
Confermate le anticipazioni per quanto riguarda l’undici scelto da Pecchia, nella Juventus Alex Sandro vince il ballottaggio con Asamoah sulla corsia mancina. Dybala torna della formazione titolare.

VERONA (4-2-3-1): Nicolas; Ferrari, Caracciolo, Heurtaux, Caceres; Zuculini, Buchel; Romulo, Bessa, Verde; Kean. All.: Fabio Pecchia.
JUVENTUS (4-3-3): Szczesny; Lichtsteiner, Benatia, Chiellini, Alex Sandro; Khedira, Bentancur, Matuidi; Dybala, Higuain, Mandzukic. All.: Massimiliano Allegri.

A dirigere l’incontro il Signor Mazzoleni, coadiuvato dagli assistenti Preti e Ranghetti. Quarto uomo Sacchi, al VAR Calvarese e Piccinini.

Cala il sipario sul 2017 e sul girone d’andata. Questa sera (fischio d’inizio alle 20:45) va in scena l’ultimo match del diciannovesimo turno di campionato: al “Bentegodi” l’Hellas Verona ospita la Juventus. La parola d’ordine in casa bianconera è una: vincere e conquistare i tre punti per tenere il passo del Napoli capolista e campione d’inverno. La Juventus, reduce dalla vittoria nel big-match contro la Roma (costretta al pari tra le mura amiche dal Sassuolo nel pomeriggio), mantiene la porta inviolata da 5 gare in serie A. Se contiamo il match di Coppa Italia contro il Genoa e quelle di Champions contro Barcellona e Olympiacos le partite diventano 8. Dopo il k.o. del “Marassi” (3-2 per la Sampodoria) a novembre, i ragazzi di Massimiliano Allegri hanno inanellato 5 risultati utili di fila: 4 vittorie (3-0 a Crotone e Bologna e successo di misura negli scontri diretti con Napoli e Roma) e un pareggio a reti bianche contro l’Inter.
Il Verona, penultimo, è a caccia di punti preziosi per la salvezza. I gialloblu nelle ultime settimane hanno mostrato segnali di ripresa e non vogliono certo vestire i panni della vittima sacrificale. A Ferrara contro la Spal la vittoria è sfumata nei minuti finali con la clamorosa rimonta dei padroni di casa (da 0-2 a 2-2 nel giro di tre minuti), mentre nel turno successivo un Verona “ringhiante” ha steso al “Bentegodi” il Milan di “Ringhio” Gattuso con un sonoro tris. Una settimana fa la débâcle in casa dell’Udinese, con i friulani che si sono imposti con un poker.

Leggi anche:  Carlo Pellegatti difende a spada tratta il Milan: "Non si tiene conto assolutamente che giochiamo mediamente con sei, sette assenti"

Probabili formazioni

Il tecnico del Verona Fabio Pecchia (che, nella stagione 1997/1998, ha indossato la maglia bianconera) deve rinunciare a Cerci, Souprayen e Fares e sembra intenzionato a disporre i suoi col 4-2-3-1. Tra i pali Nicolas, quartetto difensivo composto da Ferrari, Caracciolo, Heurtaux e Caceres (ex di turno, assieme a Romulo, Buchel e il millennial Kean); in cabina di regia Zuculini e Buchel (Fossati si accomoderà in panchina), Romulo, Bessa (in vantaggio nel ballottaggio con Valoti) e Verde a sostegno di Kean, favorito su Pazzini.
Massimiliano Allegri deve fare a meno di Miralem Pjanic. Il bosniaco va ad aggiungersi agli indisponibili Buffon, Cuadrado, De Sciglio e il lungodegente Howedes. Il tecnico livornese sembra intenzionato a puntare sul 4-3-3, con il rientro di Dybala nell’undici titolare. In porta ci sarà ancora Szczesny, Benatia e Chiellini centrali, Lichtsteiner e Asamoah (in vantaggio sul brasiliano Alex Sandro) terzini; le chiavi della regia saranno affidate al giovane Bentancur (favorito su Marchisio), ad affiancarlo Matuidi e Khedira, in avanti Mandzukic e Dybala completano il tridente con Higuain.

Supernews vi racconterà il match del “Bentegodi”, live e cronaca in tempo reale a partire dalle 20:45.

 

  •   
  •  
  •  
  •