Coppa Italia Basket, Cantù batte Milano 87-105 e vola in semifinale

Pubblicato il autore: Francesco Sbordone Segui


Cantù elimina Milano e approda in semifinale! Risultato finale 87-105 per i canturini.

Un derby è pur sempre un derby. Milano-Cantù non è solo un quarto di finale di Coppa Italia ma è un derby dal sapore nostalgico. Le due squadre arrivano a questa gara da dentro o fuori in modo diverso, da un lato Milano con la perenne pressione addosso e dall’altra Cantù con le difficoltà di campionato. La vincente che uscirà da questa sfida si troverà di fronte Brescia o Virtus Bologna, che giocheranno in serata.

Milano-Cantù, la gara

4° Quarto
La partita, Milano-Cantù, finisce 87-105! Cantù elimina Milano e approda in semifinale!

1:22′ Burns sfonda il muro dei 100, 87-101;
1:37′ Cinciarini non molla, 87-99;
2:18′ a cronometro fermo due liberi di Cinciarini per il 81-95;
3:02′ due punti a cronometro fermo per Cantù, 79-94;
3:38′ Theodore da tre per accorciare le distanza, 77-92;
4:19′ Capitan Cinciarini non ci sta a perdere così, 74-92;
4:57′ super tripla di Smith che probabilmente mette la parola fine sulla partita, 70-92;
6:14′ Chappel recupera palla e schiacchia, 68-89;
8:05′ ancora Smith a ristabilire le distanze, 68-84;
8:20′ due liberi di Milano per il 68-82;
9:48′ Milano vuole rientrare in gara, bomba da tre e 66-80;

Leggi anche:  Dove vedere Olimpia Milano-Panathinaikos: diretta tv e streaming Eurolega

3° Quarto

Il terzo quarto, Milano-Cantù, finisce 63-80.
2:00′ Milano mette cinque punti consecutivi e fa  61-80;
3:55′ Parrillo e Maspero mettono una tripla a testa, 54-79;
4:28′ Chappell da treeeeee, 51-73;
4:59′ sedicesimo punto di smith che guida la sua squadra, 48-71;
6:20′ a cronometro fermo Cantù mantiene i venti punti di vantaggio, 48-68;
6:40′ Milano è ancora viva, bomba da tre e 48-66;
7:33′ Cantù due su due dai liberi, 45-66;
8:01′ il lituano di Milano la mette da tre e fa 45-62;
9:28′ il primo canestro del quarto non può che essere di Cantù, 38-59;

2° Quarto
Il secondo quarto, Milano-Cantù, finisce 38-57.
00:40′ uno su due da tiri liberi per Maspero, 35-55;
1:22′ ennesima palla rubata da Cantù che parte in contropiede e fa 33-54;
2:08′ altra bomba di Cantù e 33-50;
2:36′ bomba di Maspero dall’arco, 33-47;
3:09′ super schiacciata di Cusin, 33-44;
3:42′ Milano inizia a riprendersi e segna 6 punti consecutivi, 31-42;
4:58′ botta e risposta tra le due squadre, 25-40;
6:14′ Cusin trova due punti, 23-38;
7:05′ perfetto uno contro uno di Smith che si libera di Cinciarini e fa 21-37;
7:23′ Smith raggiunge la doppia cifra con un facile tap-in, 21-35
8:53′ Finta, canestro da tre e fallo subito. Super giocata di Thomas che costringe Pianigiani a chiamare time-out, 18-33
9:29′ nonostante il poco ritmo Smith segna il suo decimo punto, 18-30;

Leggi anche:  Dove vedere Olimpia Milano-Panathinaikos: diretta tv e streaming Eurolega

1° Quarto

Il primo quarto Milano-Cantù finisce 18-28
0:01 Cournooh sulla sirena da metà campo fa 18-28;
33:90′ due su due per Chappell dalla lunetta, 15-25;
1:22′ Smith allunga ancora per Cantù, 15-23;
1:45′ Chappel tiene a galla i suoi, 12-20;
2:03′ Tripla d’autore in casa Milano e 5-0 di parziale, 12-18;
2:55′ Due su due anche per Milano, 9-18;
3:42′ Due su due per Cantù dalla lunetta, 7-18;
3:56′ Inserimento di Pascolo che appoggia a canestro, 7-16;
4:22′ Tripla di Cantù che prova ad allungare, 5-16;
6:26′ Due liberi per Thomas a segno e +9, 2-11;
6:58′ Burns aumenta il distacco a favore di Cantù, 2-9;
7:41′  tap-in di Thomas e quattro punti per lui;
8:48′  2-2 e difese attente;
9:37′-  Palla a due vinta da Cusin e primo possesso Milano che non trova il canestro e spreca il possesso proprio con Cusin;

Tutto pronto al Forum di Firenze, le due squadre sono in campo per il consueto riscaldamento. Tutti a metà campo per ascoltare l’Inno d’Italia con la Coppa al centro nelle mani di Fiona May, testimonial della competizione.

Leggi anche:  Dove vedere Olimpia Milano-Panathinaikos: diretta tv e streaming Eurolega

Milano-Cantù, il pregara

Come ogni anno, in casa Milano la pressione è sempre più alta. Bisogna dimostrare a se stessi e agli altri che sono i più forti in ambito nazionale. In campionato la squadra conosce pochi rivali, resta la favorita numero uno per la vittoria finale, ma diverso il discorso europeo: in Eurolega la EA7 non è riuscita a fare il salto di qualità tanto auspicato da tutto l’ambiente della palla a spicchi. Resta la favorita anche per la vittoria della Coppa ma prima di alzare al cielo questo trofeo, bisogna prima battere i cugini di Cantù.
La qualificazione di Cantù a queste Final Eight è quasi un miracolo. Non bisogna dimenticare le condizioni che la Società Canturina aveva durante l’estate, c’era più di un’ombra su tutto l’ambiente. Il roster però ha dimostrato di essere stato costruito in maniera competitiva: giocatori come Randy Culpepper, Christian Burns e Jaime Smith sono un lusso per questo campionato. Cantù è entrata tra le otto della Coppa Italia con pieno merito e non vuole fare la parte della comparsa.

  •   
  •  
  •  
  •