Mondiali 2018 Argentina Croazia 0-3: trionfo croato, Albiceleste quasi fuori (VIDEO GOL)

Pubblicato il autore: Matteo Cartolano Segui
KALININGRAD, RUSSIA - JUNE 16: Luka Modric of Croatia celebrates with teammates after scoring a penalty for his team's second goal the 2018 FIFA World Cup Russia group D match between Croatia and Nigeria at Kaliningrad Stadium on June 16, 2018 in Kaliningrad, Russia. (Photo by Alex Livesey/Getty Images)

Foto Getty Images© scelta da SuperNews

Mondiali 2018. L’Argentina esce distrutta dalla sfida di Nizhny Novgorod contro la Croazia. La formazione di Zlatko Dalic supera quella di Sampaoli e festeggia con una giornata di anticipo il passaggio agli ottavi di finale.
Dopo un primo tempo finito a reti inviolate, senza moltissime occasioni create da ambo le parti, la partita si sblocca in avvio di ripresa: al 54′ rebic sfrutta un rinvio sbagliato di Caballero e con una elegante conclusione in girata regala il vantaggio ai suoi. Reazione argentina quasi inesistente, Messi è un fantasma e malgrado Sampaoli butti dentro Higuain e Dybala sono pochissimi i pericoli creati alla porta di Subasic. Nel finale la Croazia dilaga: all’81’ Modric beffa Caballero con un destro preciso dai 20 metri, poi, nei minuti di recupero, Rakitic finalizza un’azione di contropiede da lui stesso avviata e, dopo una prima conclusione respinta dal portiere argentino, insacca il tap-in.
Lezione durissima quella subita da Messi e compagni, che ora sono in una situazione molto difficile: se domani l’Islanda dovesse battere la Nigeria, l’eliminazione sarebbe a un passo. Un pareggio tra islandesi e croati nella terza gara regalerebbe a entrambe le formazioni il passaggio del turno, rendendo vana una vittoria dei sudamericani contro la Nigeria. Il Mondiale rischia di perdere subito una delle grandi favorite.

TABELLINO
ARGENTINA-CROAZIA 0-3
ARGENTINA
(3-5-2): Caballero; Mercado, Otamendi, Tagliafico; Salvio (56′ Pavon), Perez (68′ Dybala), Meza, Mascherano, Acuna; Messi, Aguero (55′ Higuain). Ct: Jorge Sampaoli
CROAZIA (4-2-3-1): Subasic; Vrsaljko, Lovren, Vida, Strinic; Rakitic, Brozovic;Rebic (57′ Kramaric). Modric, Perisic ((2′ Kovacic); Mandzukic. Ct: Zlatko Dalic
Marcatori: 54′ Rebic, 81′ Modric, )0′ + 1′ Rakitic
Ammoniti: 40′ Rebic (C), 51′ Mercado (A), 58′ Mandzukic (C), 67′ Vrsaljko (C), 85′ Otamendi (A), 87′ Acuna (A)
Corner: 5-2

VIDEO GOL

 


Finita! Argentina 0-Croazia 3.
90′ + 3′
– Ammonito Brozovic per gioco falloso.
90′ + 1′ 
GOL CROAZIA! Rakitic in contropiede batte areta, Caballero respinge ma sul tap-in è lo stesso centrocampista a chiudere i conti. 0-3.
90′
– Messi serve Dybala che batte a rete ma la sua conclusione viene deviata in corner. 4 minuti di recupero.
87′
– Ammonito Acuna per gioco falloso. 
86′
– Gran calcio di punizione di Rakitic che  centra il palo con Caballero battuto. 
85′
– Ammonito Otamendi per gioco falloso. 
84′
– Higuain in girata dal limite dell’area conclude a reta, Subasic blocca senza problemi. 
82′
– Secondo cambio nella Croazia: fuori Perisic, dentro Kovacic. 
81′
GOL CROAZIA! Modric con un tiro preciso dai 20 metri beffa Caballero. Argentina 0-Croazia 2.
79′
– L’Argentina prova a buttarsi in avanti, ma fatica tremendamente a creare pericoli. Croazia abilissima in fase di ripartenza. 
76′
– Gioco fermo per soccorrere Rakitic, a terra dopo uno scontro con Otamendi
74′
– Argentina nervosissima, non c’è lucidità nella manovra della squadra di Sampaoli. 
71′
– Dybala prova il mancino a rientrare, palla a lato della porta di Subasic. 
68′
– Ultimo cambio nell’Argentina: fuori Perez, dentro Dybala. 
67′
– Ammonito Vrsaljko per fallo su Acuna. 
66′
– Vrsaljko serve ottimamente Mandzukic che da ottima posizione conclude a lato. 
64′
– Higuain dal vertice basso dell’area serve Perez, che conclude addosso a Subasic. Palla in corner. 
63′
– Gli argentini provano ad aumentare il ritmo ora, ma sbattono inesorabilmente contro il muro croato
61′
– Croazia in controllo, non c’è la reazione argentina fino ad ora. 
58′
– La squadra di Sampaoli sembra aver subito il colpo e fatica a reagire. Momento difficilissimo per i sudamericani.  Ammonito Manduzkic per gioco falloso.
57′
– Primo cambio nella Croazia: fuori Rebic, dentro Kramaric.
56′
– Perisic con un bel cross dalla destra serve Mandzukic che di testa vede la propria conclusione respinta in corner da un difensore argentino. La squadra di Sampaoli opera il secondo cambio: fuori Salvio, dentro Pavon. 
55′
– Primo cambio nell’Argentina: fuori Aguero, dentro Higuain. 
54′
– GOL CROAZIA! Caballero sbaglia un rinvio e serve involontariamente Rebic che in mezza rovesciata insacca.
53′
– Tagliafico serve Aguero che, appena dentro all’area, conclude debolmente. Subasic blocca.
51′
– Le due squadre continuano ad annullarsi vicendevolmente, le occasioni da gol nitide latitano. Ammonito Mercado per gioco falloso su Rebic.
49′
– Ritmi bassi, nuova fase di studio. 
47′
– Croazia in possesso di palla in avvio di ripresa. 
Iniziato il secondo tempo
!

SECONDO TEMPO

Le squadre stanno rientrando in campo per disputare il secondo tempo. Non ci sono cambi.

Un primo tempo equilibrato a Nizhny Novgorod. Non si sono viste moltissime occasioni, ma la partita è vivace e combattuta. Risultato giusto per quanto visto in campo. Lo 0-0 non può però star bene all’Argentina, che nel secondo tempo dovrà fare qualcosa di più per portare a casa i 3 punti.

Fine primo tempo! Squadre a riposo sullo 0-0.
45′ + 2′
– Rebic lanciato splendidamente da Modric calcia da fuori area ma spara alto. 
45′
– Concessi 2 minuti di recupero. 
44′
– Croazia molto ben messa in campo e che difende con grande ordine. 
42′
– L’Argentina sembra aver ripreso l’iniziativa, ma fatica ad avvicinarsi all’area croata. 
40′
– Ammonito Rebic per un brutto fallo su Mercado. 
39′
– Fase di grande lotta a centrocampo, le due squadre si contendono il pallone con ferocia. 
37′
– Gioco fermo per soccorrere Mercado, a terra dopo uno scontro con Rebic. 
36′
– Non si sono viste moltissime occasioni fino ad ora, ma la partita si mantiene vivace e combattuta. 
33′
– Vrsaljko con un cross preciso dalla destra serve Mandzukic, che in tuffo di testa conclude a lato. 
32′
– Giro palla dei croati, che cercano di riprendere l’iniziativa dopo il grande pericolo corso. 
30′
– Aguero ruba palla e conclude a rete, respinta di Subasic sui piedi di Perez che a porta vuota tira fuori. 
28′
– Gli uomini di Sampaoli faticano a rendersi pericolosi, Croazia più reattiva ed efficace.
25′
– La Croazia si è piazzata nella metà campo avversaria, gli argentini non riescono a recuperare palla. 
23′
– Mandzukic dolorante dopo un fallo subito da Otamendi. 
21′
– Grossi problemi in fase di impostazione da dietro per l’Argentina: i difensori sudamericani sembrano in grossa difficoltà nel rilanciare l’azione. 
19′
– Fase di gioco molto accesa, numerosi i falli fischiati dal sig. Irmatov. 
17′
– La Croazia prova a uscire dalla pressione avversaria mantenendo il controllo del pallone. 
15′
– I sudamericani sembrano aver preso le misure all’avversario e si stanno facendo più pericolosi. 
13′
– Salvio dalla destra serve Meza che calcia a bottta sicura, un difensore croato respinge in corner. 
12′
– Messi manca di un soffio l’aggancio su una palla spiovente in area, occasione Argentina. 
11′
– La squadra di Sampaoli sembra molto disorganizzata in fase difensiva: i difensori albicelste fanno molta fatica ad arginare le ripartenze croate. 
9′
– L’Argentina mantiene il possesso del pallone,ma la Croazia di rimessa è molto pericolosa. 
7′
– Gioco fermo: Otamendi è dolorante a terra dopo un fallo subito da Mandzukic. 
5′
– Perisic recupera palla e con un diagonale insidioso impegna Caballero che devia in corner. 
4′
– Avvio dai ritmi piuttosto bassi, le due squadre si stanno studiando. 
2′
– E’ l’Argentina a prendere l’iniziativa. 
Calcio d’inizio
! E’ iniziata Argentina-Croazia.
PRIMO TEMPO

I giocatori stanno facendo in questo momento il loro ingresso in campo. Dopo gli inni nazionali, il match avrà inizio.

Le squadre hanno ultimato il riscaldamento e sono rientrare negli spogliatoi per ricevere le ultime disposizioni dei due ct. Manca pochissimo all’inizio del match.

FORMAZIONI UFFICIALI

ARGENTINA (3-5-2): Caballero; Mercado, Otamendi, Tagliafico; Salvio, Perez, Meza, Mascherano, Acuna; Messi, Aguero. Ct: Jorge Sampaoli
CROAZIA (4-2-3-1):  Subasic; Vrsaljko, Lovren, Vida, Strinic; Rakitic, Brozovic; Rebic, Modric, Perisic; Mandzukic. Ct: Zlatko Dalic

Amici di SuperNews, benvenuti alla diretta scritta di Argentina-Croazia, gara che apre la seconda giornata del gruppo D del Mondiale di Russia 2018. Poco fa sono state comunicate le formazioni ufficiali.

PROBABILI FORMAZIONI
ARGENTINA (3-4-1-2): Caballero; Tagliafico, Otamendi, Mercado; Acuna, Perez, Mascherano, Salvio; Messi; Aguero, Pavon. Ct: Jorge Sampaoli
CROAZIA (4-2-3-1): Subasic; Strinic, Vida, Lovren, Vrsaljko; Brozovic, Rakitic; Rebic, Modric, Perisic; Mandzukic. Ct: Zlatko Dalic

E’ arrivata l’ora di una delle partite più attese della prima fase del Mondiale di Russia 2018: quella tra Argentina e Croazia. Le due squadre scenderanno in campo alle 20 a Nizhny Novgorod per disputare l’incontro che apre il programma della seconda giornata del gruppo D.
Dopo lo scialbo pareggio ottenuto all’esordio contro l’Islanda, la squadra di Jorge Sampaoli sa di non poter fallire nuovamente. Una sconfitta contro i croati porterebbe l’Albiceleste a un passa da una clamorosa eliminazione al primo turno, sopratutto se l’Islanda dovesse superare la Nigeria nell’altra partita del raggruppamento in programma domani a Volgograd. I vice-campioni del Mondo sono obbligati a vincere per raddrizzare le proprie sorti di in un girone decisamente duro. Fondamentale sarà mantenere i nervi saldi, la sfida di stasera evidenzierà il valore di Messi e compagni dal punto di vista mentale.
L’avversario però è molto temibile. La Croazia è una formazione durissima da affrontare: la squadra balcanica possiede un mix esplosivo a livello di qualità tecnica e capacità tattica. Inoltre, affronta il match di oggi in una situazione mentale decisamente migliore rispetto all’Argentina. I croati sono in testa al girone con 3 punti, avendo battuto la Nigeria nella prima gara. Potrebbero anche accontentarsi del pareggio che non pregiudicherebbe nulla nella corsa alla qualificazione. La squadra di Zlatko Dalic non è però una compagine votata a difendersi e se la giocherà sicuramente a viso aperto. Con una vittoria, oltre a inguaiare seriamente i sudamericani, otterrebbe il pass per gli ottavi con un turno di anticipo e c’è da aspettarsi una squadra che farà di tutto per ottenere il successo.
Ci sono tutti gli ingredienti per assistere a una sfida entusiasmante!
Dirigerà l’incontro il sig. Ravshan Irmatov, della federazione uzbeka.

  •   
  •  
  •  
  •