Atp Mosca 2018: Cecchinato ko all’esordio, Mannarino si impone in due set

Pubblicato il autore: Mattia Orlandi Segui
Cecchinato

Marco Cecchinato – Foto originale Getty Images © scelta da SuperNews

Marco Cecchinato saluta all’esordio l’Atp 250 di Mosca. L’azzurro, testa di serie n°1, è stato superato piuttosto nettamente dal francese Adrian Mannarino, n°49 Atp, il quale ha la meglio per 6-2 6-3 in appena cinquantadue minuti di gioco.

Nel primo set il nativo di Palermo è stato piuttosto falloso, mentre il transalpino è apparso ingiocabile sul proprio servizio. Il secondo parziale vede in apparenza maggiore equilibrio, ma nonostante Cecchinato annulli una palla break il nativo di Soisy-sous-Montmorency si porta avanti nel settimo game e chiude con un ulteriore break, dopo aver vinto il 100% di punti sia con la prima che con la seconda di servizio (il 96% e l’83% nel complesso). Mannarino ora affronterà nei quarti di finale il qualificato bielorusso Egor Gerasimov, contro il quale ha vinto l’unico precedente in carriera.

DIRETTA CECCHINATO-MANNARINO ATP MOSCA. CLICCA QUI PER AGGIORNARE IL LIVE

(1) MARCO CECCHINATO – ADRIAN MANNARINO 2-6 3-6, Center Court 
Secondo turno Masters Atp 250 Mosca 2018 (cemento indoor)

21.20 – GAME, SET AND MATCH MANNARINO! Lungo il dritto dell’azzurro ed incontro chiuso dopo appena 52′ (29′ la durata del secondo parziale)
21.19 –
Lunga la risposta. 15-40
21.19 –
0-40 sul servizio di Cecchinato e tre match point per il francese
21.18 –
Ancora un ace e conferma il proprio vantaggio. 3-5
21.17 –
Ace centrale del transalpino. 40-0
21.15 – BREAK MANNARINO! In rete la palla corta del tennista palermitano. 3-4
21.15 –
Dritto in rete e quinta palla break per il francese
21.14 –
Servizio e dritto a sventaglio. Seconda parità
21.13 –
Il nastro spiazza Cecchinato. Quarta palla break
21.13 –
Gran dritto a sventaglio: 40 pari
21.13 –
Bene anche sulla seconda. 30-40
21.12 –
La prima la salva grazie al servizio. 15-40
21.12 –
Altro doppio fallo e tre chance di break per il transalpino. 0-40
21.11 –
Doppio fallo dell’azzurro: 0-30
21.10 –
Ace a chiudere anche questo turno di battuta. 3-3
21.10 –
Bel rovescio incrociato di Mannarino. 40-0
21.07 –
Game Cecchinato, che chiude con un dritto lungolinea. 3-2
21.06 –
Sbracciata di rovescio che termina di poco larga. Quarta parità (game più lungo dell’incontro)
21.06 –
Ace e vantaggio interno
21.05 –
Ottima prima, poi l’azzurro chiude in smash. Terza parità
21.05 –
Doppio fallo e seconda palla break
21.04 –
Ace esterno ad annullarla: seconda parità
21.04 –
Errore di Cecchinato e palla break
21.04 –
Buona risposta di dritto di Mannarino. Vantaggi
21.03 –
L’azzurro perde il controllo del dritto. 30 pari
21.02 –
Altro game a 0 ed il transalpino realizza un altro ace. 2-2
21.01 –
Ace al centro di Mannarino. 15-0
20.59 –
Game a 15 per Cecchinato, che chiude con l’ace esterno. 2-1
20.58 –
Buon dritto dal centro. 30-0
20.58 –
Servizio e dritto per l’azzurro. 15-0
20.57 –
Mannarino tiene la battuta a 0. 1-1
20.55 –
Altra buona prima e game Cecchinato. 1-0
20.54 –
Ace di seconda per l’azzurro. 40-15
20.54 –
Passante di dritto in corsa per il francese. 30-15
20.53 – Iniziato il secondo set, serve ancora Cecchinato. Servizio-dritto: 15-0
20.51 – GAME AND FIRST SET MANNARINO! Altro ace a chiudere il primo parziale, dopo appena 23′
20.50 –
40-15 e due set point
20.50 –
Ace al centro per il transalpino. 30-15
20.48 –
L’azzurro vince il game a 15, con un’ace di seconda in conclusione. 2-5 ed ora Mannarino può chiudere il primo set
20.46 –
Servizio vincente di Cecchinato. 30-15
20.45 –
Il francese conferma il doppio vantaggio a 0, aprendo e chiudendo il turno di battuta con un ace
20.42 – DOPPIO BREAK MANNARINO! Doppio fallo da parte dell’azzurro, non proprio tranquillissimo in questo inizio match: 1-4
20.41 –
Due errori di fila con il rovescio: 30-40 e chance del doppio break
20.41 –
Altro buon dritto, questa volta in avanzamento. 30-15
20.40 –
Servizio e dritto per Cecchinato. 15 pari
20.39 –
Il transalpino conferma il break a 15, con ace finale. 1-3
20.36 – BREAK MANNARINO! Altro dritto in rete dell’azzurro. 1-2
20.35 –
Sbaglia un dritto comodo in avanzamento. Seconda palla break
20.34 –
Buona prima. 40 pari
20.34 –
Dritto in rete: 30-40 e palla break per il francese
20.33 –
Ace di seconda per Cecchinato. 30 pari
20.31 –
Mannarino tiene la battuta a 0, con anche un ace esterno. 1-1
20.29 –
L’azzurro vince il game a 15. 1-0
20.28 – Inizia il match, serve Cecchinato
20.21 –
I giocatori stanno effettuando la fase di riscaldamento
20.03 –
Kasatkina si impone in rimonta su Cornet con il punteggio di 3-6 7-5 6-4. A breve in campo l’azzurro ed il transalpino
19.17 –
La russa fa suo il secondo parziale per 7-5
18.14 –
La francese vince il primo set per 6-3
17.42 – Buonasera appassionati di SuperNews e benvenuti alla diretta scritta da parte di Mattia Orlandi. E’ appena iniziato l’incontro tra Cornet e Kasatkina, al cui termine sarà seguito dal match che seguiremo assieme, ossia Cecchinato-Mannarino 

Leggi anche:  HIGHLIGHTS Picerno ACR Messina Serie C, cronaca e tabellino: 2-1, i lucani vincono in rimonta | VIDEO

Cecchinato è testa di serie n°1 nell’Atp Mosca

L’azzurro, fresco di best ranking (n°19), esordirà nel 250 russo contro il francese Adrian Mannarino (che ha avuto la meglio sulla wild card russa Evgeny Karlovskiy), dopo aver ricevuto un bye al primo turno e con il quale ha perso l’unico precedente in carriera.

Il tennista di Palermo ha iniziato il 2018 a Pune, dove viene eliminato all’esordio, e poi non riesce a qualificarsi per l’Australian Open. Al Challenger di Koblenz viene sconfitto al secondo turno, per poi iniziare a giocare sul rosso e colleziona quattro sconfitte consecutive all’esordio (a Quito, Buenos Aires, Rio de Janeiro e San Paolo). A marzo la musica cambia e arriva la vittoria nel Challenger di Santiago del Cile e la semifinale in quelli di Marbella ed Alicante (questo, come anche l’eliminazione al primo turno di Barletta, ad inizio aprile).

Leggi anche:  Serie C, Foggia-Juve Stabia 1-1: a Panico risponde Nicoletti

Il quarto mese dell’anno è quello della svolta, in quanto arriva prima un secondo turno nel Masters 1000 di Montecarlo, ma poi riesce ad ottenere la prima vittoria a livello Atp a Budapest (sconfiggendo il connazionale Seppi in semifinale e l’australiano John Millman in finale). A maggio arrivano due secondi turni a Monaco di Baviera e Roma, oltre al primo turno a Ginevra prima dell’exploit al Roland Garros (in cui Cecchinato ha raggiunto la semifinale battendo gente del calibro di Pablo Carreño Busta, David Goffin e Novak Djokovic prima di perdere contro Dominic Thiem).

Sull’erba raggiunge la semifinale ad Eastbourne e viene eliminato al primo turno a Wimbledon, tornando poi a giocare sul rosso e vincendo il secondo titolo stagionale ad Umago (sconfiggendo in finale l’argentino Guido Pella), prima di venir sconfitto al primo turno di Amburgo. Al rientro su campi in cemento (non ci giocava da gennaio) arrivano quattro sconfitte consecutive (nei due 1000 di Toronto e Cincinnati, a Winston-Salem ed allo US Open), prima di raggiungere i quarti di finale a San Pietroburgo, il secondo turno a Pechino ed il terzo nel 1000 di Shanghai (dove Djokovic si prende la rivincita).

Leggi anche:  HIGHLIGHTS Picerno ACR Messina Serie C, cronaca e tabellino: 2-1, i lucani vincono in rimonta | VIDEO

Il nativo di Soisy-sous-Montmorency, invece, ha cominciato l’anno a Sydney, raggiungendo i quarti di finale, mentre nello Slam australiano arriva al terzo turno. Nel mese di febbraio ottiene due secondi turni ed un semifinale, rispettivamente a Sofia, Acapulco e New York. In marzo prende parte ai primi due Masters 1000 stagionali, fermandosi al terzo turno ad Indian Wells e al secondo a Miami. Durante la stagione sul rosso ottiene un terzo turno a Barcellona e ben cinque eliminazioni al primo turno (nei 1000 del Principato di Roma, Madrid e Roma, a Lione e nell’Open di Francia).

Sui campi in erba ha disputato cinque tornei, venendo sconfitto al secondo turno a ‘s-Hertogenbosch, arrivando ai quarti al Queen’s e raggiungendo la prima finale stagionale ad Antalya, perdendo contro il bosniaco Damir Dzumhur, prima del quarto turno nei Championships e i quarti a Newport. Al rientro sul cemento raggiunge i quarti a Los Cabos, salvo poi venir sconfitto all’esordio a Toronto e nello Slam statunitense, con in mezzo il secondo turno a Cincinnati. Nei tornei successivi viene eliminato al primo turno a Metz e al secondo a Chengdu, prima di perdere nuovamente all’esordio sia a Tokyo che a Shanghai.

Cecchinato – Mannarino, i precedenti
Cincinnati 2018 – Cemento – Primo turno – MANNARINO b. Cecchinato 6-7(7) 6-2 7-6(7)

Cecchinato – Mannarino, dove seguire il match
L’incontro non avrà alcuna copertura televisiva.

  •   
  •  
  •  
  •