Atp Parigi Bercy 2018: Federer avanza agli ottavi grazie al ritiro pre-match di Raonic

Pubblicato il autore: Mattia Orlandi Segui
Federer

Roger Federer – Foto originale Getty Images © scelta da SuperNews

Roger Federer raggiunge il terzo turno dell’Atp Parigi Bercy. Lo svizzero, testa di serie n°1, beneficia del ritiro del canadese Milos Raonic prima dell’inizio del loro confronto (previsto non prima delle 19.30), a causa di un problema al gomito destro, ed ora se la vedrà contro l’italiano Fabio Fognini, contro cui è avanti per 3-0 nei precedenti. Sul Campo Centrale il loro incontro sarà preso da Simon-Thiem e a seguire Coric-Medvedev.

DIRETTA FEDERER-RAONIC ATP PARIGI BERCY. CLICCA QUI PER AGGIORNARE IL LIVE

(3) ROGER FEDERER – MILOS RAONIC, quinto incontro sul Center Court non prima delle 19.30 (dopo Nadal-Verdasco)
Secondo turno Masters 1000 Parigi Bercy 2018 (cemento indoor)

Federer esordisce contro Raonic nell’Atp Parigi Bercy 2018

Lo svizzero (n°3 del seeding), dopo aver ricevuto un bye al primo turno, se la vedrà nel secondo incontro del Masters 1000 francese contro (che ha avuto la meglio sulla wild card transalpina Jo-Wilfried Tsonga), con il quale è avanti per 11-3 nei precedenti.

Il nativo di Basilea ha iniziato il proprio 2018 alla Hopman Cup (esibizione a squadre nazionali), per poi presentarsi all’Australian Open e portarselo a casa battendo in finale il croato Marin Cilic. In febbraio si reca a Rotterdam e fa suo anche questo torneo, in cui ha la meglio sul bulgaro Grigor Dimitrov nell’ultimo atto. La terza finale del 2018 arriva in marzo nel Masters 1000 di Indian Wells ma viene sconfitto dall’argentino Juan Martin Del Potro, mentre in quello di Miami è eliminato nel secondo turno per mano dell’australiano Thanasi Kokkinakis.

Leggi anche:  Euro 2020, arresto cardiaco per Christian Eriksen. Ecco la situazione LIVE

Per il secondo anno di fila salta l’intera stagione sul rosso e si ripresenta in quella “verde”, dove vince il suo terzo titolo stagionale a Stoccarda (battendo in finale proprio Raonic). Nel suo feudo di Halle arriva invece una sconfitta nell’ultimo atto per mano del croato Borna Coric, mentre a Wimbledon è costretto alla resa nei quarti di finale (avanti 2 set a 0 ed avendo un match point) contro il sudafricano Kevin Anderson.

Al rientro sui campi in cemento arriva in finale nel 1000 di Cincinnati, dove affronta per la quarantaseiesima volta in carriera il serbo Novak Djokovic ma ne esce sconfitto (prima volta nel torneo dell’Ohio, dato che aveva vinto tutte le sette precedenti finali), fermandosi poi a sorpresa nel quarto turno dell’US Open per mano dell’australiano John Millman. Dopo oltre un mese di pausa dal tour principale, rientra nel 1000 di Shanghai e si ferma in semifinale, sconfitto ancora da Coric, per poi vincere il suo quarto titolo stagionale a Basilea (battendo in finale il rumeno Marius Copil).

Leggi anche:  Dove vedere Djokovic-Tsitsipas, streaming e diretta tv finale Roland Garros

Il nativo di Podgorica, invece, inizia l’anno con due sconfitte al primo turno (rientrava dopo l’ennesimo infortunio) a Brisbane e nel primo Slam stagionale. A febbraio raggiunge il secondo turno a Delray Beach, mentre in marzo ottiene due buoni risultati in California ed in Florida: semifinale nel primo caso, quarti nel secondo. Sul rosso gioca solamente nei 1000 di Montecarlo e Madrid (terzo turno in entrambi i casi), a causa problemi al ginocchio che gli faranno saltare il Roland Garros. Su erba torna ad ottenere ottimi risultati, raggiungendo la finale a Stoccarda (sconfitto da Federer, come già detto in precedenza), costretto al ritiro prima del secondo turno del Queen’s, salvo poi arrivare ai quarti di finale nei Championships.

Dopo circa un mese torna a giocare sul “veloce” ed ottiene un secondo turno nel 1000 di Toronto, i quarti a Cincinnati (battuto nell’atto finale da Djokovic, futuro campione) ed il quarto turno nello Slam statunitense. Il suo finale di stagione non è esaltante, in quanto raggiunge i quarti di finale a Tokyo, due battute d’arresto all’esordio nel 1000 di Shanghai e a Vienna, con in mezzo il secondo turno ad Anversa.

Federer – Raonic, i precedenti
Stoccarda 2018 – Erba – Finale – FEDERER 6-4 7-6(3)
Wimbledon 2017 – Erba – Quarti di finale – FEDERER 6-4 6-2 7-6(4)
Wimbledon 2016 – Erba – Semifinale – RAONIC 3-6 7-6(3) 6-4 5-7 3-6
Brisbane 2016 – Cemento – Finale – RAONIC 6-4 6-4
Indian Wells 2015 – Cemento – Semifinale – FEDERER 7-5 6-4
Brisbane 2015 – Cemento – Finale – FEDERER 6-4 6-7(2) 6-4
Atp Finals Londra 2014 – Cemento indoor – Round Robin – FEDERER 6-1 7-6(0)
Parigi Bercy 2014 – Cemento indoor – Quarti di finale – RAONIC 7-6(5) 7-5
Cincinnati 2014 – Cemento – Semifinale – FEDERER 6-2 6-3
Wimbledon 2014 – Erba – Semifinale – FEDERER 6-4 6-4 6-4
Australian Open 2013 – Cemento – Quarto turno – FEDERER 6-4 7-6(4) 6-2
Halle 2012 – Erba – Quarti di finale – FEDERER 6-7(4) 6-4 7-6(3)
Madrid 2012 – Terra battuta – Secondo turno – FEDERER 4-6 7-5 7-6(4)
Indian Wells 2012 – Cemento – Terzo turno – FEDERER 6-7(4) 6-2 6-4

Leggi anche:  Tabellone Atp Queen's: Berrettini numero 1 del seeding, al via anche altri quattro azzurri

Federer – Raonic, dove seguire il match
L’incontro sarà visibile in diretta esclusiva sui canali di Sky Sport, con la possibilità di seguirlo anche in diretta streaming tramite i servizi Sky Go e NOW TV.

  •   
  •  
  •  
  •