SBK Aragon, Gara 2: vince Rea, secondo Davies e terzo Bautista

Pubblicato il autore: Fosco Taccini Segui


Il Cannibale Jonathan Rea ha vinto il ‘token’, ossia Gara 2 del round di Aragon; seconda posizione per Chaz Davies e terzo Alvaro Bautista. È transitato in quarta posizione il pilota inglese del team Aruba Ducati, Scott Redding. In quinta posizione un ottimo Michael Ruben Rinaldi (primo pilota tra gli indipendenti) con una Ducati 2019.

Questi i commenti dei primi tre piloti dal parcochiuso:
Rea: “Sapevo di dover andare forte per non far tornare sotto Chaz”.
Davies: “Abbiamo fatto un grande lavoro per tornare sotto a Jonny. Abbiamo un buon passo ed è un buon punto di partenza per la prossima settimana”.
Bautista: “Siamo nelle condizioni uguali agli altri. Sono contento del podio e ringrazio il team Honda”.

SBK, Aragon: Live Gara 2

Ultimo Giro: Rea, Davies, Bautista, Redding e Rinaldi
2 Giri alla fine: Rea, Davies, Bautista, Redding e Rinaldi
14° Giro: battaglia tra Rea e Davies, Bautista, Redding e Rinaldi
11° Giro: Rea, Davies, Bautista, Redding e Rinaldi che ha sorpassato Van der Mark. Melandri si ferma alla curva 16 per un problema.
Seconda parte di Gara 2 inizia un momento più complicato per le gomme
9° Giro: Rea, Davies, Bautista, Redding, Van der Mark, Rinaldi
7° Giro: Rea, Davies, Bautista, Van der Mark, Redding e Rinaldi
6° Giro: Rea, Davies e Bautista
5° Giro: caduta di Baz alla curva 15 (senza conseguenze per il pilota)
4° Giro: Rea, Davies, Van der Mark, Bautista, Redding
2° Giro: Rea, Van der Mark, Bautista, Redding e Davies
1° Giro: primo Rea, secondo Redding e terzo Van der Mark

Temperatura aria: 22° – Temperatura asfalto: 32°

In Superpole Race: contatto tra Tom Sykes e Leandro Mercado, nessun provvedimento per i due piloti. Mercado non gareggerà Gara 2

SBK, Gara 1, Scott Redding: “La cosa migliore che posso fare per il mio team è non arrendermi finché la gara non è finita”

SBK Aragon. Ieri, 29 agosto, il pilota del team Aruba Ducati, Scott Redding a fine Gara 1 dopo la vittoria ha dichiarato che: “Ho cercato di restare sereno e sistemare al meglio la moto insieme a Ducati. Questa mattina ho provato la gomma SCX al posteriore. È stato un punto di svolta per noi“. Grazie al successo in gara il pilota inglese della casa di Borgo Panigale ha conquistato nuovamente la leadrship del mondiale SBK. Redding in riferimento alle prime fasi della gara ha affermato: “Stando dietro ai ragazzi a inizio gara (partiva dal terzo post in Superpole, ndr), ho visto dove stavo faticando maggiormente e sono riuscito a migliorare un po’ i miei giri, limando qualcosa“. E sul sorpasso su Rea ha sottolineato: ” Johnny ha cercato di spingere un giro per staccarmi, sono rimasto lì, poi mi sono detto ‘è il tuo momento, vai’ e l’ho passato”. “Quando Johnny ha sbagliato, nell’ultima parte di gara – ha detto il ducatista -, sono riuscito ad avere un po’ di respiro. Non sono del tutto sereno e contento per come ha reagito la moto nell’ultima parte, però siamo arrivati alla vittoria e questo è spettacolare”. Infine il nuovo leader del mondiale SBK ha ringraziato tutto il suo team: “Abbiamo fatto tanta fatica, ma la cosa principale è che noi non molliamo mai. E la cosa migliore che io posso fare per il mio team è non arrendermi finché la gara non è finita. Che è ciò che ho fatto oggi. Non è stato facile né per me né per il team”.

  •   
  •  
  •  
  •