La Formula 1 spegne la radio: dal prossimo Gp vietati i messaggi dai box. Ecco quali

Pubblicato il autore: Alessandro Iacopini

prove-libere-2-GP-Italia-F1-2014-Monza-23

La Formula 1 ha deciso: dal prossimo Gp di Singapore le comunicazioni radio tra team e piloti in gara saranno fortemente limitate. Quindi niente più mezzucci, trucchi o anche solo consigli di guida. Ora i piloti se la dovranno vedere da soli. La decisione, è stata presa infatti per garantire una maggiore correttezza nello svolgimento delle gare, visto che alcuni piloti di Formula 1 vengono letteralmente guidati via radio dai box.

La nuova direttiva della FIA, inoltre, specifica che saranno considerate illecite, con il rischio di penalizzazioni, trasmissioni sospette o in codice.

Ecco le trasmissioni radio che non saranno più ammesse in un Gp di Formula 1:

  • Specificare via radio dove un rivale è più veloce o più lento
  • Consigliare il pilota sui settaggi di power unit, cambio, stacco frizione da utilizzare
  • Fornire informazioni su quantità e consumo di carburante, a meno che non sia la Direzione Gara ad avallare la comunicazione per motivi di sicurezza
  • Temperatura e pressione delle gomme
  • Informazioni sull’usura dei freni
  • Livelli del differenziale
  • Necessità di eseguire dei burn-outs prima della partenza per scaldare i pneumatici
  • Bilanciamento del Brake by Wire
  • Rispondere a una domanda diretta del pilota, come “Sto usando la mappatura corretta?”
Leggi anche:  Formula 1, presentazione nuova Ferrari 2023: ecco la data e dove vederla in tv e streaming

Al contrario, rimangono consentiti messaggi sui distacchi, sul traffico durante le qualifiche, sulle mescole di gomme presenti ai box e, ovviamente, le comunicazioni radio per motivi di sicurezza. 

  •   
  •  
  •  
  •