Daniel Pedrosa, addio al secondo posto e al sogno mondiale?

Pubblicato il autore: Francesco Gori Segui

daniNiente da fare neanche quest’anno. Per il mondiale che insegue da anni, ma anche per il secondo posto, che sarà cosa tra Valentino Rossi e Jorge Lorenzo. Daniel Pedrosa rischia di diventare un eterno incompito, visto che la soglia dei 30 anni è ormai vicina e il titolo mondiale in MotoGP non è mai arrivato, nonostante le innumerevoli chanche. Una caccia che va avanti dall’anno 2006, quello del suo debutto nella vecchia classe 500, dopo i trionfi in 250. Nove stagioni nelle quali il 29enne è sempre rimasto nei piani alti, trovando ogni volta qualcuno che si è frapposto tra sé e la vittoria finale. Prima l’exploit di Hayden in un’annata buttata al vento da Valentino Rossi (2006), poi gli acuti di Stoner (l’impresa Ducati del 2007 e Honda 2011), l’epopea Yamaha-Rossi nel 2008 e 2009, quindi l’altro spagnolo Lorenzo, che lo precede nel 2012. Come se non bastasse, ecco che arriva un giovanissimo Marc Marquez, debutto con mondiale, e replica nell’anno successivo. E’ stato forse il 2012 l’anno in cui “Camomillo” ci è andato più vicino, ma una storica speronata di Barbera ne complicò i piani mondiali. E adesso, con un Marquez imprendibile, un Rossi rigenerato, un Lorenzo mai domo, risucirà mai Daniel Pedrosa ad acciuffare il fantomatico sogno mondiale?

  •   
  •  
  •  
  •