Gp Malesia, Motogp: Marquez in pole

Pubblicato il autore: Jessica C Segui

PA1614993.0008

Marc Marquez diventa il primo pilota Motogp a rompere ufficialmente la barriera dei due minuti a Sepang, ottenendo un’altra pole con un crono di 1’59.791. Alle sue spalle, staccato di soli 182 millesimi Dani Pedrosa. Completa la prima fila Jorge Lorenzo a 412 millesimi da Marquez ma fiducioso nel poter fare una buona gara.

In seconda fila troviamo Stefan Bradl (Honda LCR), seguito dalla Ducati di Andrea Dovizioso e dalla Yamaha di Valentino Rossi, protagonista di una scivolata senza conseguenze nel finale.

Brutta caduta per Pol Espargaro, lo spagnolo del Team Tech 3 si è fratturato un piede in seguito a un high-side. Andrea Iannone, complice la caduta di ieri causata da un contatto con Marquez ha lasciato la Malesia e non prenderà quindi parte alla gara.

Di seguito le interviste ai protagonisti:

Marc Marquez: “Sono molto contento di aver ottenuto la pole, perchè la temperatura era molto alta ed è stato difficile fare un giro così perfetto. Speriamo che domani la gara sia asciutta ma Dani sembra essere molto forte e potrebbe essere il candidato per la vittoria. Ha un buon passo e speriamo di riuscire a lottare con lui nei primi giri. Sono anche molto contento di avere infranto il record. La pole position non sembra essere importante perchè non ti da punti, ma ti permette di essere il più veloce ogni giro.”QualifyingResults-page-001

Dani Pedrosa: “È stata una buona sessione di qualifica, i tempi sono stati davvero sorprendenti perchè normalmente quando fa così caldo le moto non vanno velocissime e le gomme non hanno un buon grip. Cercheremo di fare una buona gara domani perchè le ultime due non sono state positive per noi, e vogliamo fare bene domani per poter avanzare in campionato, dobbiamo dare il 100%”

Jorge Lorenzo: “Sono molto contento di questa terza posizione in griglia, perchè sapevo che le altre Honda di Bautista e Bradl sarebbero state veloci. Ma alla fine sono riuscito ad agguantare la prima fila. Ho provato a prendere la pole, ma rispetto alle Honda, abbiamo bisogno di un pò più di accelerazione in uscita, ma sul passo in gara siamo molto vicini. Domani sarà difficile fare giri simili, specialmente quando inizieranno a cedere le gomme. Preferirei che domani fosse asciutto, ma se dovesse piovere siamo pronti ugualmente”.

 

  •   
  •  
  •  
  •