Auto: Sansone, Gaglio e La Placa dominano la sesta prova del campionato Siciliano CSEN velocità

Pubblicato il autore: Mirko Valenti Segui

sansone gaglio la placa campionato sicilia csen velocità

Si è svolta presso il circuito MBR – Vincenzo Florio di Torretta (PA) la sesta ed ultima prova del campionato regionale Sicilia velocità CSEN. I piloti sono stati impegnati in una gara composta da due manches che hanno decretato, per somma di tempi, le classifiche assolute.

FORMULA – Nella categoria riservata alle vetture a ruote scoperte ha dominato fin dalla mattina Gabriele La Placa che con la sua Formula Azzurra della Super Car Racing ha fatto segnare il miglioro crono in qualifica con 1’06″098 distaccando così il leader del campionato Black Devil, alla guida di una Formula Gloria, di poco più di 3 decimi. Dalla terza piazza parte l’altra Formula Gloria guidata da Vincenzo Gaglio.
La prima manche vede il poleman La Placa concludere gli 8 giri in testa distaccando di ben 8 secondi Black Devil che si limita ad amministrare il vantaggio che ha in classifica generale. Vincenzo Gaglio invece deve ritirarsi lasciando così il terzo gradino del podio a Davide Ferrara su Tatuus.
La seconda manche ricalca esattamente lo stesso scenario della prima, La Placa rifila altri 8 secondi a Black Devil vincendo così anche la classifica assoluta di giornata, Black Devil si accontenta del secondo posto e Ferrara si conferma terzo. Al termine dei 16 giri complessivi il giro più veloce è stato fatto registrare dal vincitore Gabriele La Placa che ha chiuso il sesto giro di gara 1 in 1’05″564.

MODERNE – Grande partecipazione per la categoria dedicata alle autovetture moderne, tanto che è stato necessario dividere i piloti in due gruppi. Il primo gruppo composto da auto meno performanti è stato dominato da Massimo Burgio che con la sua Peugeot 106 1.6 ha fatto registrare pole position, vittoria in gara 1, vittoria in gara 2 e giro più veloce. In qualifica il suo 1’13″686 è stato sufficiente per distaccare di 2 centesimi la FIAT 500 motorizzata Honda di Davide Lazzara, più indietro troviamo Giancarlo Saitta su Citroen Saxo e la Peugeot 206 di Tommaso Martino. Al termine di gara 1 già vengono a mancare dei probabili protagonisti, infatti non finiscono la manche Martino, Lazzara e Piazza. La vittoria va a Burgio che mette dietro Saitta e Marco La Placa a bordo di una FIAT 126.
Gara 2 riserva un altro forfait di una vettura che fino ad allora poteva ambire a posizioni alte, la FIAT 126 di La Placa cede al quarto giro e regala il terzo posto all’Opel Tigra di Mirko Cucchiara, restano invariate le prime due posizioni del podio con Burgio davanti a Saitta.
Il secondo gruppo è un monomarca BMW, sono infatti 8 vetture della casa bavarese che si contendono la vittoria in questo raggruppamento. Le qualifiche del mattino vedono la M3 E36 del Team F_Alex guidata da Giuseppe Sansone staccare il miglior tempo con 1’11″628, al secondo posto il 328i di Matteo Gandolfo a 2″7. A seguire il 320 di Giuseppe Cassarà e l’M3 guidato Giuseppe Pizzitola che precede il fratello Alessandro su un altro 320.
Gara 1 è una passeggiata per la potente M3 di Sansone che chiude al primo posto rifilando ben 19″ a Matteo Gandolfo, a chiudere il podio Francesco Mastrolembo che con la sua 320 arriva a soli 7 decimi dal secondo.
Stessa sorte per gara 2, Sansone passeggia sugli avversari anche se la BMW M3 di Giuseppe Pizzitola è cliente più ostico e alla fine paga “solo” 7″ al termine degli 8 giri. Ancora una volta Francesco Mastrolembo chiude il podio dando 1″7 di distacco a Gandolfo che stavolta resta fuori dal podio.
La classifica assoluta, composta dalla somma dei tempi delle due manches dei due raggruppamenti, vede quindi la vittoria indiscussa di Giuseppe Sansone che porta la sua M3 del Team F_Alex davanti al vincitore del primo gruppo Massimo Burgio di 23″658, chiude il podio Giancarlo Saitta che con la sua Citroen Saxo tiene lontano Mastrolembo distaccandolo complessivamente di 12″.

STORICHE, FIAT ECONOMY E STRADALI – In questa categoria che racchiude 3 campionati il mattatore è stato Salvatore Gaglio che ha portato la sua Peugeot 205 1.3 alla vittoria in tutte e due le manches. In qualifica l’Opel GT di Gandolfo Placa si è imposta con un tempo veramente interessante, 1’15″862 che vale la pole position a ben 1″9 dal secondo che è proprio Gaglio. Terzo classificato il leader del campionato Riccardo con la FIAT X1/9.
In gara 1 però è Gaglio a prendere le redini e porta la sua Peugeot 205 alla vittoria davanti a Riccardo e e il Poleman Placa. Nella classifica delle Fiat Economy Giuseppe Romano ha la meglio su Filippo La Mantia.
Gara 2 vede ancora Gaglio imporsi su Riccardo, il ritiro di Placa consegna la terza piazza a Davide Florò con la sua Peugeot 205 1.3 che distacca di soli 2 decimi l’unica donna in pista, Miriam Ballarino su Lancia Delta. Ancora una volta Romano precede La Mantia nel trofeo Fiat Economy vincendo così anche l’assoluto.
La classifica assoluta vede quindi la vittoria di Gaglio su Riccardo con 25″ di vantaggio, terzo gradino del podio a Davide Florò con un distacco di 1’03″603 dal vincitore.

  •   
  •  
  •  
  •