F1, frecciatina di Rosberg a Hamilton: “Dovrebbe guidare pulito”

Pubblicato il autore: Leandro Bianco Segui

Lewis Hamilton, Nico Rosberg
C’era tanta tensione questa mattina tra Nico Rosberg e Lewis Hamilton nella conferenza stampa della vigilia del gran premio di Abu Dhabi, l’ultimo della stagione 2014 e che stabilirà a chi dei due piloti della Mercedes andrà il titolo piloti. Ricordiamo che nei mesi scorsi c’erano stati già vari attriti tra i due piloti. Nel mese di maggio a Monaco, durante le sessioni di qualifica per il Gran Premio di Montecarlo, sia Rosberg che Hamilton riuscirono a qualificarsi, rispettivamente primo e secondo; durante gli ultimi secondi della qualifica però, mentre le due mercedes erano impegnate per realizzare il miglior tempo utile, Rosberg, andando dritto ad una curva, fermò il proprio veicolo e causò l’esposizione delle bandiere gialle. Hamilton, che voleva raggiungere la pole position, non la prese molto bene, accusò il compagno di squadra di averlo fatto e lo fece finire sotto inchiesta. Qualche mese dopo durante il Gran Premio di Belgio i due piloti si scontrarono in pista ed Hamilton fu costretto a ritirarsi. Il pilota inglese in quel caso accusò Rosberg di aver cercato volontariamente il contatto con lui. Successivamente il rapporto tra i due piloti si è addolcito.
Durante la conferenza stampa di oggi però, prima dell’ultima gara dell’anno, è venuta fuori di nuovo tutta la tensione che c’è tra i due piloti, ormai abituati all’idea di essere compagni di squadra ma rivali in pista, che domenica si contenderanno il titolo. Rosberg, che inizialmente sembrava molto rilassato, si è vivacizzato di fronte alle domande dei giornalisti su chi fosse stato il più sporco tra i due. Hamilton, che guida il campionato con 17 punti, è apparso molto serio quando parlava del circuito. Anche lui però quando gli è stato chiesto se sentiva che sarebbe stata una sfida pulita si è vivacizzato e ha detto: “Non abbiamo bisogno di parlarne. Abbiamo parlato diverse volte, soprattutto dopo Spa, non c’è bisogno di ripetersi e sappiamo ciò che è giusto e ciò che è sbagliato. Non siamo bambini”. Ma Rosberg ha poi replicato lanciando una frecciatina, o meglio una frecciatona, all’avversario: “Lewis può fare sicuramente qualcosa per guidare pulito. Non è che non può fare niente”. Il tedesco sembrava scherzare ma in realtà con le sue parole ha voluto lanciare un monito al compagno di squadra e rivale che durante l’anno lo ha accusato più volte di aver commesso scorrettezze ma che in realtà è stato il primo a giocare sporco.
Quella di domenica si preannuncia quindi una gara molto interessante e coinvolgente oltre che decisiva. Ricordiamo inoltre che ci saranno il doppio dei punti in gioco. Hamilton, che guida il campionato con 17 punti, è sicuro di se e si è detto pronto a vincere. Il pilota ventinovenne inglese ha già vinto 10 gare quest’anno. Rosberg, che invece ne ha vinte solo 5, è fiducioso e spera che Hamilton non vada oltre il terzo posto per poter diventare campione del mondo. Il tedesco, quindi, cercherà di condurre il suo compagno di squadra in un errore altrimenti può sperare che un altro team, magari la Williams, si posizioni in mezzo a loro. In ogni caso le sorprese non mancheranno.

  •   
  •  
  •  
  •