Formula 1, Gp Austin: Lauda attacca la Ferrari

Pubblicato il autore: Luca Speranza Segui

Formula 1 Lauda attacca la Ferrari

Niki Lauda, ex pilota Ferrari ed attuale Presidente della Mercedes, attacca duramente Ecclestone ma soprattutto la Ferrari. Al termine delle prove libere del Gp di Austin, negli USA, è intervenuto sulla questione della crisi delle scuderie minori e sui regolamenti del prossimo campionato.Lauda, commentando il ritiro della Catheram e Marussia per mancanza di fondi, ha parlato di un fatto fisiologico in quanto negli ultimi 50 anni ci sono sempre stati team che entravano e team che uscivano dalla Formula 1. Secondo l’ex ferrarista, la soluzione deve arrivare  dalla Federazione, che dovrebbe migliorare i rapporti con gli sponsor in modo da attirare investimenti più consistenti e dovrebbe approvare la possibilità della terza macchina per le scuderie. Ma il manager della Mercedes c’è l’ha soprattutto con la Ferrari, criticando duramente le pressioni fatte da Maranello per modificare il regolamento del prossimo anno soprattutto per quanto concerne la questione dei miglioramenti e delle modifiche al motore.

Attualmente i team nel corso del Campionato possono apportare migliorie e modifiche fino al 48% durante l’inverno rispetto al progetto originale del motore. Con la modifica del regolamento, come chiesto dalla Ferrari e da altri team, quel 48% potrà essere modificato durante l’intero arco della stagione. Di fatto, secondo Lauda, in questo modo i team che inseguono hanno maggiori possibilità di recuperare il gap tecnico che può presentarsi ad inizio stagione.Ed ovviamente, tale modifica scontenta proprio la Mercedes che quest’anno ha dimostrato di avere un propulsore nettamente superiore agli altri che gli ha consentito portare a casa il titolo Mondiale senza particolari grattacapi.

  •   
  •  
  •  
  •