F1: ecco come cambia il regolamento per il 2015

Pubblicato il autore: Chiara Console Segui

F1 regolamento

In F1 è tempo del nuovo regolamento: non si è parlato solo di Virtual Safety Car all’appuntamento odierno del World Motor Sport Council 2014; la FIA ha infatti fissato alcuni punti fondamentali che dal 2015 entrerà in vigore sulle piste del Mondiale. Tra i provvedimenti più attesi, in vista della riunione del 18 dicembre in cui si terrà il vertice chiave per il futuro della Formula 1, vi è senza dubbio quello relativo al raddoppiamento dei punti ottenuti durante l’ultima gara del calendario: dopo il polverone alzatosi durante l’anno, si è deciso di fare dietro front con calcolo del punteggio identico a tutte le altre tappe sia per quanto riguarda la classifica piloti che quella dedicata ai costruttori.

Di Virtual Safety Car, questione approvata e attesa per i primi test invernali, si è già parlato abbondantemente: decisa dal giudice di gara, sarà utilizzata in caso di doppia bandiera gialla in settori particolarmente pericolosi per piloti o ufficiali senza però richiedere la necessità dell’automobile di sicurezza in pista. Per quanto riguarda la Safety Car reale, invece, il rientro ai box è previsto dal regolamento già nel momento in cui l’ultima monoposto doppiata avrà superato il leader della corsa; sempre di sicurezza si tratta nei casi delle ripartenze da fermo dopo la SC e il divieto di comunicazione tra box e piloti, abolite le regole a riguardo, l’uscita delle auto in caso di sospensione della gara, prevista in fila nella pit lane e non sulla griglia di partenza e l’apparecchiatura o il personale della squadra ancora in pista a meno di 15 secondi dal via, comportamento punito con stop & go.

Dieci secondi di stop & go è invece la sanzione per i piloti che effettuano l’unsafe pit realase, un’uscita dalla piazzola dei box mettendo a rischio gli altri concorrenti in transito, con ulteriore penalità in caso di mancata sosta obbligatoria mentre ai 5 secondi per comportamenti scorretti di minore entità possono essere aggiunti altri 5, da comminare al tempo totale. Sempre a Doha la FIA ha deciso che la sostituzione dei componenti della Power Unit non avrà più le penalità in vigore: in caso d’impossibilità di scontare la sanzione retrocedendo sulla griglia, al tempo del pilota verranno aggiunti secondi in base alle posizioni in eccedenza; non è più dunque nel regolamento l’eredità della penalizzazione nei gran premi successivi.

  •   
  •  
  •  
  •