Vygor Opera “RUV”

Pubblicato il autore: Barbara Crimaudo Segui

vygor_opera

Non finiamo mai di annoiarci a suon di leggere Motor Show: è ovunque, giusto che sia così. Oggi apriamo un vaso di Pandora da dove si scatena la fantasia e un sogno, che è diventato realtà: Vygor Opera SUV o meglio come è definito dal suo produtore made in Livorno “RUV” (Racing Utility Vehicle). Passare dalla realtà virtuale a quella materiale è una soddisfazione, soprattuto calcare la passerella della kermesse italiana attesa da tutto un anno è il massimo. Dalla ridente Toscana, che non è solo letteratura, rinascimento, paesaggi mozzafiato arriva un coupé 4 posti, dal telaio a traliccio e tubi saldati a mano. Ancora, Vygor Opera “RUV” monta un motore quattro cilindri turbo di due litri con potenza a seconda “dell’umore” 300 o 400 CV. Obiettivo: costruirne 150 esemplari rigorosamente fatti a mano. Da oggi sarà possibile indossare non solo un paio di scarpe su misura, ma una Vygor Opera “RUV” che si guida a pennello. Naturalmanete accessori, interni sono personalizzabili soprattutto è possibile richiedere il motore in versione propulsore elettrico. Di base Vygor Opera “RUV” ha un motore benzina originario Mitsubishi riveduto da Terrosi, con trazione integrale permanente; sulla bilancia conta 1.500 Kg con componentistica racing. L’artigianalità “RUV” su quattro ruote esiste.

  •   
  •  
  •  
  •