Tutto pronto per la 8 ore di Suzuka: 84 squadre e 240 piloti al via. Dove seguirla in diretta. (streaming aggiornato)

Pubblicato il autore: L@Je58 Segui

Casey-Stoner-Suzuka-2015_2

Questo fine settimana, nel tracciato giapponese di Suzuka (di proprietà della Honda) la famosissima 8 ore di Suzuka, una delle prove di resistenza più difficile del calendario motociclistico.
Sorprendente inoltre è la lista degli iscritti: 84 squadre (70 parteciperanno alla gara) e 243 piloti che per la maggior parte sono giapponesi. Occhi puntati sui piloti Motogp Pol Espargaro e Bradley Smith, compagni di squadra nel team Yamaha Tech3 alla prima esperienza nel tracciato giapponese che ieri hanno fatto registrare il miglior tempo nelle prime prove libere (con loro, a formare lo Yamaha Factory Racing Team c’è anche il giapponese Katsuyoki Nakasuga). Altro grande protagonista molto atteso è Casey Stoner che partecipa nel team Musashi RT HARC-PRO, con il supporto di HRC. I suoi compagni di squadra sono Takumi Takahashi e l’olandese Michael van der Mark, pilota Honda in Superbike. Nella prima giornata di libere non hanno potuto fare meglio del terzo posto. Va detto che la loro CBR è del 2013, mentre la Yamaha gareggia con la R1 di quest’anno.
Al momento sono proprio i piloti Yamaha ad essere i favoriti per la vittoria. Ecco nel dettaglio cos’è la 8 ore di Suzuka.images (1)

La qualifica
Non è così importante se vogliamo, poichè la gara dura 8 ore e tutto può cambiare. Ma per i piloti conta e non poco, non è da tutti poter dire “Ho fatto la pole alla 8 ore di Suzuka”. Orgoglio e gloria a parte, è importante partire con una buona posizione. Per molti piloti infatti, poter entrare nella top 10 e vincere la pole position, conta più della vittoria in gara. Essere il poleman a Suzuka ti fa entrare nella leggenda.
Il pitstop: la chiave per vincere
Considerato il tempo che si perde durante un pit stop, la velocità del lavoro ai box è fondamentale perchè è quella che ti permette di vincere. Durante lo stop il team deve fare rifornimento, cambiare le gomme e invertire i piloti. Questo significa che i rivali nel frattempo guadagnano la posizione del team, che in quel momento è fermo ai box, ma se il cambio viene fatto velocemente, i piloti possono a sua volta ripassare i rivali. Ci sono molti team che fanno una strategia di  8 pit stop. In ogni turno, il pilota dovrà fare 23/25 giri. I top teams invece faranno 7 pit stop con ogni singolo pilota che dovrà completare 27/28 giri. Si dice che per vincere la 8 ore di Suzuka la strategia è proprio quest’ultima. Perchè allora non lo fanno tutti? La risposta è: la potenza del motore che per i top teams è più alta e questo permette loro di importare un setup a basso potenziale per conservare energia sufficiente a girare ancora veloce. I team minori invece devono mantenere il motore ad alti livelli per competere con i top. In questo modo però si consuma più carburante e quindi è necessario effetturare un pit stop in più.
Rientro e uscita dai box: ecco perchè non vanno sottovalutati:
Molti appassionati ne sottovalutano l’importanza, ma anche in questo caso bisogna essere particolarmente astuti a risparmiare tempo, fondamentale per portarsi a casa la vittoria. La velocità obbligatoria dentro la pit lane è di 60km/h, tutto sta nella velocità che si riesce a mantenere prima e dopo averla percorsa. C’è chi rallenta subito dopo o chi appena entrato. Va inoltre detto che non tutti i piloti riescono ad essere subito veloci, chi deve scaldare le gomme, chi deve verificare se è tutto ok nel setup della moto. Fattori che incidono molto poichè i secondi persi, vanno recuperati.
L’ultima gara in notturna:
Sicuramente uno dei più emozionanti ma anche uno dei più rischiosi poichè correre ai 300 km/h illuminati solo dai fari della propria moto con la prospettiva intorno che cambia improvvisamente può essere spaventoso per chi si trova a correre la 8 ore di Suzuka per la prima volta. Per questo i piloti a completare l’ultimo turno sono i top riders che non necessariamente è il più bravo.

8 ore di Suzuka in TV.
Purtroppo le tv a pagamento hanno la meglio ma fortunatamente c’è anche un sito che trasmette in streaming.
Per gli abbonati a Sky, dalle 4:15 di domenica mattina Eurosport (canale 211) trasmetterà la gara; stessa cosa per Mediaset Premium (canale 372). Per lo streaming potete accedere qui

  •   
  •  
  •  
  •