F1: I precedenti del gran premio di Singapore

Pubblicato il autore: Antonio Paradiso Segui

Singapore GP Thursday 22/09/11

Siamo nella settimana che ci porterà al gran premio di Singapore che sarà il numero otto, da quando lo stesso è presente nel calendario. Ovviamente, questo gran premio ha rappresentato un unicum nella storia della Formula 1, dato che è stato la prima gara a disputarsi interamente in notturno. Primato condiviso in solitario fino al 2014, anno in cui anche in Bahrein hanno iniziato a correre in notturna. Spesso questo gran premio non piace agli appassionati, poco entusiasti del circuito cittadino di Marina Bay, abbastanza angusto, dove passare è praticamente impossibile e dove spesso a farla da padrone è la Safety Car. Di fatto non è gran premio di Singapore senza Safety Car.

A questo punto, per non farci trovare impreparati, andiamo a vedere come sono andate le precedenti edizioni:

2008-La vittoria di Alonso e il “crashgate“. La prima edizione è sicuramente la più controversa, anche se in pista non si notò nulla di male. Il gran premio è vinto da Fernando Alonso su Reanult, una gara pazzesca, con lo spagnolo che rimonta dalla 15esima posizione e va a vincere, sfruttando anche l’entrata di una Safety Car, a causa dell’incidente del compagno di squadra, Piquet. Un anno dopo poi si scoprì che erano stati gli stessi responsabili del team a obbligare Piquet a sbattere, in modo tale da poter agevolare la strategia di Alonso, cose che poi effettivamente si verificarono. Quel gran premio è anche ricordato per il clamoroso errore di Massa che partì, durante una sosta con il bocchettone ancora attaccato al serbatoio, errore che costò tantissimo ai fini della gara e del mondiale. PODIO: 1^ALONSO (REANULT), 2^ROSBERG(WILLIAMS), 3^HAMILTON(MCLAREN)

2009-Il primo acuto di Lewis Hamilton. Arriviamo al 2009, una stagione che vede il dominio della Brawn gp, che poi vincerà il mondiale piloti con Jenson Button e quello costruttori. Nel gran premio di Singpaore a farla da padrone è la Mclaren di Lewis Hamilton, con il pilota inglese che dopo la pole position ottiene anche la vittoria. Una gara in cui l’inglese lottò per buona parte della gara con Sebastian Vettel, almeno fino a quando il tedesco non fu penalizzato per un drive throug, per aver superato il limite di velocità della corsia dei box. Penalità che di fatto consegnò la vittoria all’inglese che ottenne quindi la seconda vittoria stagionale. Il tedesco della Red Bull chiuse addirittura al quarto posto. PODIO: 1^HAMILTON (MCLAREN), 2^ GLOCK(TOYOTA), 3^ALONSO (RENAULT)

2010-la prima volta della “rossa“. Il 2010 è l’edizione che tutti i ferraristi ricordano con gioia, dato che è stata l’unica volta in cui la Ferrari ha vinto questo particolare gran premio grazie a Fernando Alonso. La Ferrari in quell’occasione ottenne anche la pole position, sempre grazie al pilota asturiano. La gara fu un lungo duello tra Alonso e Vettel, con il tedesco che provò in tutti a modi a passare il rivale spagnolo senza però riuscirci. La gara si concluse con Alonso primo con appena due decimi di vantaggio su Vettel. Ad oggi è sicuramente la gara più emozionate. PODIO: 1^ALONSO(FERRARI), 2^VETTEL (RED BULL), 3^WEBBER(RED BULL)

2011-2013: IL DOMINIO DI VETTEL: Le tre edizioni che seguirono a quella splendida impresa di Alonso, hanno visto trionfare un solo pilota: Sebastien Vettel. Nel 2011 e nel 2013 fu un autentico dominio, dato che ottenne pole position e vittoria, amministrando la gara senza particolari patemi. Fu meno scontata l’edizione del 2012. In quel periodo andavano forte la McLaren e andava forte anche Lewis Hamilton, tanto che il pilota inglese ottenne anche la pole position, davanti al sorprendente Maldonado, con Vettel terzo. In gara Lewis gestiva senza particolari patemi, peccato che al giro 22 il cambio dell’inglese fece crack. A quel punto Vettel passò in testa e vinse la gara davanti a Button ed Alonso.

PODIO 2011: 1^VETTEL(RED BULL), 2^BUTTON(MCLAREN), 3^WEBBER(RED BULL); PODIO 2012: 1^VETTEL(RED BULL), 2^BUTTON(MCLAREN), 3^ALONSO(FERRARI); PODIO 2013: 1^VETTEL(RED BULL), 2^ALONSO(FERRARI), 3^RAIKKONEN(FERRARI)

Arriviamo, infine, all’edizione più recente, quella dello scorso anno. Dominio Mercedes in qualifica, domino di Hamilton in gara. Questo perché Rosberg, unico in grado di impensierire il compagno di squadra, va subito fuori gioco, dato che a causa di problemi al volante è costretto a partire dai box(si ritirerà poi al giro 12). A questo punto per l’inglese è un gioco da ragazzi vincere la gara e il suo secondo gran premio di Singapore della carriera. PODIO 2014: 1^HAMILTON(MERCEDES), 2^VETTEL(RED BULL), 3^RICCIARDO(RED BULL).

  •   
  •  
  •  
  •