Campionato Italiano Sport Prototipi, Mondini porta a casa il titolo tricolore

Pubblicato il autore: Mirko Valenti Segui
Giorgio Mondini ph. acisportitalia.it

Giorgio Mondini ph. acisportitalia.it

Si chiude il campionato sport prototipi con Giorgio Mondini che si porta a casa il titolo, il pilota italo svizzero ha portato la sua Ligier JS6 Evo della Eurointernational alla conquista del tricolore grazie al secondo posto conquistato in gara 1 all’ultimo appuntamento stagionale sul circuito Riccardo Paletti di Varano de’ Melegari.

Gara 1

Allo start della prima gara Mondini viene insediato da un’ottima partenza di Walter Margelli che, dalla quarta posizione in griglia, prova a prendere il comando. Il pilota della Ligier è però bravo a resistere e mantenere la prima posizione mettendo dietro lo stesso Margelli e Molinaro che si inserisce al terzo posto alla prima curva. Molinaro però non ci sta e già al secondo giro attacca e supera Margelli che si deve difendere anche dagli arracchi di uno scatenato Claudio Francisci. Al decimo giro Francisci attacca con successo Margelli e si porta sull’ipotetico gradino più basso del podio almeno fino al venticinquesimo giro quando la sua Lucchini comincia ad accusare dei problemi.

All’aperture della pit lane per le soste obbligatorie la classifica vede in testa Mondino con 4 secondi di vantaggio su Molinaro, poi Francisci, Margelli, Vita, Randaccio, Pitorri e in ultima posizione Borgese.

Al termine del giro di box Molinaro si trova in testa alla gara con Mondini che resta in scia , Filippo Vita conquista il terzo posto grazie ai problemi elettrici al motore della Norma Honda di Margelli che, nelle fasi conclusive, viene sopravanzato anche da Randaccio.

La gara è stata vinta dal giovane calabrese Danny Molinaro su Osella Honda con un vantaggio sul neo campione nazionale di 2”284, ma a fine gara la scuderia di Mondini ha fatto ricorso per una uscita dai box da parte di Molinaro in regime di semaforo rosso, poi accertata dai commissari e punita con 5″ sul tempo finale. Così la vittoria di gara 1 va di ufficio a Giorgio Molinaro, comunque i due piloti in pista hanno battagliato sul filo dei secondi dei loro giri veloci tant’è che la differenza tra i migliori giri è di soli 0”040 con Molinaro che al tredicesimo giro ferma il cronometro sul 1’04.103 mentre Mondini risponde al ventunesimo giro con 1’04.143.

Dietro i due c’è un abisso, il terzo alla fine della gara è Filippo Vita su Osella Honda staccato di un giro e con un miglior crono di soli 1’06.068. A seguire sono arrivati la Lucchini Honda di Randaccio Ranieri al quarto posto, quinta piazza per la Norma Honda di Walter Margelli tutti con un giro di ritardo. Ultimo al traguardo, con un distacco di ben 11 giri, l’unica CN4 impegnata in pista, ovvero la Lucchini Alfa Romeo 3.0 V6 del pilota romano Claudio Francisci. Ritirati gli altri due iscritti alla gara Diego Borgese su Osella Honda e la Wolf Honda di Maurizio Pitorri.

Classifica gara 1:

Giorgio Mondini (Ligier JS6); Denny Molinaro (Osella Honda) a 2.716; Filippo Vita (Osella Honda) a 1 GIRO; Randaccio Ranieri (Lucchini Honda) a 1 GIRO; Walter Margelli (Norma Honda) a 1 GIRO; Claudio Francisci (Lucchini Alfa Romeo) a 11 GIRI

Ritirati: Diego Borgese (Osella Honda), Maurizio Pitorri (Wolf Honda)

Gara 2

Gara 2 parte con un Danny Molinaro molto reattivo al semaforo verde, il giovane pilota cosentino infatti infila tutti alla prima curva lasciando dietro Mondini che lo segue in scia. la prima parte di gara si disputa a ritmi sostenuti, ma al momento delle soste obbligatorie cambia tutto, Mondini, che era in ritardo di mezzo secondo sul leader della corsa, entra per primo cercando di trarre vantaggio da un ultima parte di gara sprint ma il team Molinaro è bravo a rimandarlo in pista ancora davanti a tutti. Nel giro successivo succede l’imprevisto, Molinaro mette le ruote sulla via di fuga alla parabolica perdendo la posizione a vantaggio di Mondini e giunto in prossimità della corsia box preferisce rientrare rinunciando così a portare a termine la gara.
Mondini si aggiudica così la doppietta nell’appuntamento di Varano de’ Melegari laureandosi campione italiano davanti a Walter Margelli, Filippo Vita e Ranieri Randaccio.

Classifica gara 2:

Giorgio Mondini (Ligier JS6); Walter Margelli (Norma Honda) a 57.784; Filippo Vita (Osella Honda) a 1 GIRO; Randaccio Ranieri (Lucchini Honda) a 1 GIRO

Ritirati: Diego Borgese (Osella Honda), Maurizio Pitorri (Wolf Honda), Claudio Francisci (Lucchini Alfa Romeo), Danny Molinaro (Osella Honda)

  •   
  •  
  •  
  •