Carlos Sainz torna in pista: il pilota è stato dichiarato idoneo a correre

Pubblicato il autore: Claudia Raponi Segui

sainz Arrivano buone notizie dalla Fia questa mattina, Carlos Sainz sarà presente al via del GP di Russia. Le attese rassicurazioni sono arrivate in mattinata attraverso un comunicato stampa della Fia stessa, che scrive: “In osservanza delle normali procedure, il pilota della Toro Rosso Carlos Sainz è stato esaminato questa mattina dal delegato medico Fia e dal responsabile del centro medico del circuito di Sochi. In seguito agli esami il pilota è stato dichiarato idoneo a correre il GP di Russia”.

Dopo l’incidente di ieri – a 24 minuti dalla fine della terza sessione di prove libere del GP di Russia – che ha visto vittima lo spagnolo Carlos Sainz, il quale ha perso il controllo della sua Toro Rosso nel rettilineo che introduce la curva 13 del tracciato di Sochi ed è andato a concludere la sua folle corsa dentro le barriere di protezione in cui è rimasto incastrato, sono arrivate immediatamente le prime rassicurazioni sui socialnetwork da parte della Toro Rosso.

Leggi anche:  F1, Mick Schumacher correrà con Haas nel 2021

Fresco di giornata il tweet che conferma ulteriormente il ritorno in pista dello spagnolo:

Sembra che la volontà del pilota sia stata assecondata dal medico della Fia; infatti, stando alle dichiarazioni di Carlos Sainz: “La testa mi dice di correre ed è la miglior cosa che possa fare. Non mi ricordo l’incidente, so che volevo provare una nuova tecnica di frenata per la curva 13 ma ho perso il posteriore”.

Inoltre,  dal team principal Franz Tost arriva la conferma dei dati dell’incidente: “C’è stato un bloccaggio ruota al posteriore quando Carlos ha cambiato la ripartizione della frenata. E’ passato dai 307 km/h in rettilineo ai 250 km orari dopo l’impatto laterale sul muretto esterno e l’impatto sulle barriere è stato di 41G a 150 km orari”.

  •   
  •  
  •  
  •