Riduzione costi motori: la Ferrari dice No

Pubblicato il autore: Antonio Paradiso Segui

marchionne
Altro scossone in seno alla FIA che questa volta riguarda in maniera diretta la Ferrari. Infatti nella giornata di ieri (26 ottobre ndr) la Federazione ha emanato un comunicato che prevederebbe per il 2017 un bando per permettere ad alcuni fornitori di preparare un motore a basso costo (7 milioni contro i 27 attuali) in modo tale da equipaggiare i team che hanno difficoltà economiche e che quindi potrebbero non avere abbastanza fondi per acquistare un motore clienti. Di fatto questi motori sarebbero dei V6 2,2 liti turbo, in grado di erogare la stessa potenza degli attuali anche se leggermente diversi. Di fatto, per il 2017 vi sono Sauber, Force India e Manor che rischierebbero di non avere un motore da poter utilizzare. Infatti, la scuderia svizzera nel 2016 terminerà il contratto che la lega alla Ferrari e si sta già facendo l’ipotesi Reanult, anche se non ha ancora preso corpo. Stesso discorso per Force India e Marussia, impegnate con Mercedes nel 2016, ma di fatto senza un propulsore per il 2017. Inoltre, ci stanno sempre Toro Rosso e Red Bull che addirittura per il prossimo anno non hanno un motore, anche se è probabile un rinnovo con Reanult, con tanto di scuse. Ritornando alla Ferrari, bisogna precisare come la scuderia di Maranello abbia il potere di veto su nuove norme regolamentari, unico team a potersi vantare di questo “potere” in quanto scuderia più prestigiosa della Formula 1 e pare che questo veto verrà proprio utilizzato. Per quanto riguarda i fornitori esterni, sembra avvantaggiata la Consworth che nel 2010 aveva vinto un bando indetto dalla FIA sempre per la fornitura di motori ai team che non disponevano di un propulsore; in quell’anno la casa britannica equipaggiò HRT, Catheram, Virgin (l’attuale Manor) e Williams, uniche quattro scuderie senza un propulsore, in quanto le prime erano al debutto in Formula 1, mentre la Williams era rimasta senza propulsore a causa dell’abbandono della Toyota della Formula 1. Ovviamente erano altri tempi, adesso sappiamo che nella Formula 1 di adesso il motore è tutto, quindi la battaglia è appena cominciata, speriamo che l’accordo di Pace venga siglato subito.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: