Supersport: Kenan Sofuoglu, un campione dal cuore d’oro

Pubblicato il autore: L@Je58 Segui

kenan-sofuoglu-magny-cours-01

Quarto mondiale per il turco Kenan Sofuoglu, pilota Kawasaki in Supersport nel team Puccetti Racing . Il 2015 se da un lato gli ha regalato la gioia del mondiale, dall’altra gli ha riservato una tragedia: la scomparsa del figlio Hamza a poche settimane di vita per un’emorragia cerebrale. Nonostante l’immenso dolore, Kenan ha sempre messo davanti il suo dovere di pilota, nel rispetto della squadra. Vegliava il piccolo in fin di vita nel letto dell’ospedale e poi partiva per il gran premio. Senza mai lamentarsi o “giustificarsi” se una gara non andava come voleva. Kenan, quest’ anno più che mai ha meritato il titolo, indipendentemente dal fatto che il suo più diretto rivale al titolo, Jules Cluzel si è infortunato a Jerez, terminando la stagione.

Leggi anche:  Enea Bastianini è Campione del Mondo Moto 2!

Nella gara di ieri a Magny Cours, ha vinto PJ Jacobsen, mentre il turco è arrivato secondo. Tuttavia la vittoria era importante, fino ad un certo punto pr Kenan:
“Siamo venuti qui per vincere il titolo, non la gara”, ha dichiarato il campione del mondo a fine gara, “quella era la cosa più importante per noi perchè tutti erano a conoscenza che le condizioni in pista erano molto difficili. In gara avevo un obiettivo: andare veloce all’inizio per stare con Jacobsen, arrivare secondo e prendere il titolo. Quando avevo due secondi di gap, dovevo solo stare sulla mia moto, cercare di non cadere e vincere il mondiale. Il nostro piano ha lavorato bene. Sono molto contento perchè sia io che il team non abbiamo commesso errori. Ci tengo a ringraziare il Puccetti Racing Team perchè hanno fatto un lavoro fantastico. Sicuramente Kawasaki ci ha dato una grossa mano per vincere, alla fine ce l’abbiamo fatta”.

  •   
  •  
  •  
  •