Campionato Italiano Cross Country, al Ciocco l’ultimo appuntamento

Pubblicato il autore: Mirko Valenti
Ph. www.acisportitalia.it

Ph. www.acisportitalia.it

Il Campionato Italiano Cross Country arriva al termine, saranno le strade della Garfagnana ad essere percorse per ultime nella giornata di domenica 15 novembre 2015 quando si correrà la quindicesima edizione del Raid il Ciocco.

La partenza è prevista per domenica alle ore 8, diversamente da quanto era stato preventivato dagli organizzatori della DrivEvent che auspicavano una gara divisa in due giornate a partire dal sabato. Il comunicato diramato dagli organizzatori parla di partecipanti che si sono astenuti dalla partecipazione creando così grossi problemi e obbligando gli organizzatori ad effettuare questo cambio di programma. Quindi le manifestazioni 15° Raid Il Ciocco, 2° Baja Ciocco e 4° Cannonball si svolgeranno tutte nella mattinata di domenica con arrivi previsti per le ore 15.

Lo scenario sarà quello dei faggeti della provincia lucchese dove, sul piano sportivo, il favorito è sicuramente il leader assoluto del campionato, con già due vittorie su tre all’attivo, Lorenzo Codecà alla guida di una Suzuki Grand Vitara 3.6 V6 T1 navigato dall’emiliano Bruno Fedullo. Ad insediare il primo posto in gara al pilota milanese ci sarà il suo compagno di squadra Emilio Ferroni, navigato da Daniele Fiorini, su Suzuki Gran Vitara 2.7 V6 T1. La particolare durezza del fondo stradale però potrebbe riservare delle sorprese e far emergere piloti e vetture ritenute “outsider”. Nel gruppo T2 le Suzuki Grand Vitara di Alfio Bordonaro, navigato da Marcello Bono, e del padrone di casa Andrea Luchini, in coppia con Piero Bosco, potrebbero dare filo da torcere a tutti. Luchini ha come motivazione la conquista del secondo posto nella classifica assoluta e la vittoria del gruppo T2, oltre che del trofeo Suzuki Challenge, Bordonaro d’altro canto vuole riscattare una stagione opaca che lo ha visto rinascere solamente all’ultima gara in Costa Smeralda.

La sfida nel gruppo T2 resta comunque aperta e ad insidiare l’alfiere della Island Motorsport troviamo l’equipaggio composta da Andrea Lolli e Francesco Facile che in classifica occupano il secondo posto e l’equipaggio terzo della classe composto da Mauro Cantarello e Cristian Darchi, unico risultato accettabile dai tre equipaggi è quello di finire davanti ai proprio rivali.

Dall’ufficio stampa della scuderia palermitana intanto arrivano le parole di Andrea Luchini: “Viviamo la vigilia con la consapevolezza di avere a disposizione un unico risultato utile per portare a casa i due trofei in palio: ovvero, vincere la nostra categoria (il Gruppo T2 ndr) e arrivare primi tra gli iscritti del ‘Challenge’ – ha sottolineato il pilota – L’augurio è quello di bissare la performance dello scorso anno, ben consci che il tracciato è tra i più tecnici e più duri dell’intero circus nazionale. È un dedalo di tratti, trazzere e mulattiere di montagna caratterizzato, in larga parte, da un folto sottobosco dal fondo molto duro e viscido dove la meccanica della vettura è sottoposta a continue sollecitazioni. La speranza, infine, è che non si alzi la nebbia, come già accaduto nel 2014”.

Ne gruppo TH invece sarà una semplice passerella per la Mitsubishi Pajero 3.5 V6 condotta dall’equipaggio Gianluca Morra – Luca Abbondi, il campione di categoria dovrà fare attenzione per la vittoria di questo round al veneto Elvis Borsoi che, navigato da Paolo Manfredini, cercherà di portare la sua Suzuki Grand Vitara 2000 davanti a tutti. Stesso obiettivo per Magy Lops e Roberto Briani che affronteranno gli sterrati toscani a bordo di un Daihatsu Rocky.

Classifica assoluta provvisoria Campionato italiano Cross Country Rally (dopo tre gare)

1. Lorenzo Codecà punti 101; 2. Luchini 65; 3. Lolli 57; 4. Cantarello 53; 5. Amos 35; 6. Borsoi, Bordonaro 30; 8. Ferroni 23; 9. Vagaggini 14; 10. Mancusi 13.

  •   
  •  
  •  
  •