Ci sarà Valentino Rossi nel 2016? Le dichiarazioni del 46

Pubblicato il autore: Gianluca_Rizzo Segui

canzone anti valentino rossi
Non sono neanche trascorse 24 ore dalla finale e Valentino Rossi già pensa al 2016: “Domani si ricomincia. Voglio prendermi una bella rivincita”.

Valentino Rossi si è preso la giornata libera oggi. Dopo una cena tranquilla con parenti e amici, oggi  ha deciso solo di accennare il mondiale sfumato per 5 punti, ma è evidente e normale che ancora bruci. Lorenzo invece è ancora sul pezzo, con le ultime dichiarazioni non proprio cortesi nei confronti di Valentino.  Il 46 è già proiettato con la testa al 2016, e l’appuntamento è più vicino di quello che si possa immaginare.

Domani alle 10 si torna in pista, proprio sul tracciato Ricardo Tormo dove è andata in scena la finale del mondiale. Si comincia con i test stagionali dalle 10 di mattina fino a mercoledì sera, la priorità sono le nuove gomme Michelin e vedere se si riuscirà a portare in pista la M1 con centralina unica.

Per il Valentino nazionale, non è ancora arrivato il momento di appendere il casco al chiodo, soprattutto adesso che c’è qualcosa di più che gli brucia dentro: un insopprimibile senso di giustizia, la voglia di rifarsi con gli interessi.

“Il prossimo anno sarà un’altra storia”

“Le motivazioni saranno importanti. E’ stato troppo brutto. Triste. Vergognoso. Non era mai accaduto nella storia del motociclismo, e chissà se un giorno potrà tornare tutto come prima. Il prossimo anno la motivazione sarà molto importante. Ho passato mesi allenandomi duramente dal punto di vista fisico e tecnico. Cambiando persino lo stile di guida, facendo sacrifici. Ne è comunque valsa la pena, perché è stato forse il mio campionato più bello. Posso ripartire.”

Per le voci che lo davano già ritirato a fine stagione per raggiunti limiti di età, lui risponde:

“Non mi sembra che biologicamente ci sia tanta differenza fra 36 e 37 anni, che ne dite?”.

Non è finita quindi per il 9 volte iridato, il prossimo anno cambieranno molte cose, e lui ha già dimostrato una capacità di adattamento e una capacità di adattamento che fa paura anche ai “ragazzini” contro cui dovrà giocarsi il titolo.

“Con Lorenzo. E contro di lui.”

“Abbiamo avuto qualche difficoltà nei test con le Michelin di qualche tempo fa. Credo sarà solo una questione di tempo, Saprò adattarmi”.

Tutti i vertici della casa dei tre diapason chiedono di far cessare le polemiche, da Lin Jarvis a Hiroyuki Yanagi; vogliono entrambi concentrati in vista 2016, e ovviante l’obbiettivo minimo sarà un altro successo.

In vista 2016 lui si vede ancora compago di box di Lorenzo, nonostante il rapporto sia ormai sbriciolato.

“Abbiamo entrambi un contratto per un altro anno. Io intendo rispettarlo, e anche Jorge. Tra due settimane tutto ricomincerà, come se non fosse accaduto nulla: così va la vita. Purtroppo. In Malesia avrebbe fatto meglio a stare zitto. Con certe parole ha finito per mettersi sullo stesso piano di Marquez”. 

La preoccupazione principale rimane però il suo, ormai, ex-allievo Marc Marquez.

“Ha dimostrato di non avere limiti. Ho paura di quello che potrebbe ancora combinare. Però sono pronto a sfidarlo. Da domani”. 

L’appuntamento quindi è per domani, tutti in pista con Valentino ancora una volta.

  •   
  •  
  •  
  •