MotoGP: Lorenzo vince il mondiale. Rossi infuriato: “E’ stato un biscottone!”

Pubblicato il autore: Giovanni Improta

MotoGP, Rossi e Lorenzo
Era solo poco più di una flebile fiamma di speranza ma, proprio in quanto tale, è stata davvero dura vederla spegnersi. Nell’ultima gara di Moto GP disputasi a Valencia, Valentino Rossi ci ha dato l’anima. In 12 giri, è passato dall’ultima posizione al quarto posto, ma sfortunatamente i suoi sforzi sono stati vani. Jorge Lorenzo finisce sul gradino più alto del podio – completato dagli altri due spagnoli Marquez e Pedrosa – e vince il suo quinto motomondiale.
Per un riepilogo dettagliato della gara, giro per giro, vi rimandiamo alla nostra replica.

Rossi scatenato: “è stato un biscottone!”

Ai microfoni dei giornalisti, Rossi è infuriato: “è stata una stagione veramente bella, perché ci siamo costruiti questa possibilità dalla prima gara, non ho mai sbagliato, nella seconda parte di stagione Jorge è stato bravo, ma fino a Motegi avevo 18 punti. Ma da Phillip Island è successo qualcosa che nessuno si aspettava, Marquez è stato imbarazzante, è stata una cosa bruttissima per il nostro sport. E da lì tutto è cambiato perché ho dovuto lottare contro due piloti. Oggi tutti hanno visto il loro piano, questo mi rende triste ed è una figura bruttissima per il nostro sport. Non capisco nemmeno la Honda che fa vincere una Yamaha. Spero che questo comportamento col passare del tempo gli si rivolti contro. Lorenzo è molto bravo, sarebbe stato bello giocarsela ad armi pari, ma credo che nemmeno lui possa essere molto contento. Mi pare triste che Marquez faccia il guardiaspalle di Lorenzo, è stato un biscottone! Ma un po’ me l’aspettavo”.

Marquez si difende: “volevo vincere, ma ho preferito non rischiare”

Nel post gara, Marquez si è detto motivato a vincere il motomondiale del prossimo anno e scontento per il secondo posto di Valencia, a cui però si è dovuto arrendere dietro un Lorenzo troppo veloce e un Pedrosa inaspettatamente aggressivo nel finale. “All’inizio Jorge ha spinto fortissimo, io ho fatto fatica a stargli dietro. Nel finale mi sono avvicinato e avevo in mente di attaccarlo, ma è arrivato Dani Pedrosa che mi ha passato e mi ha fatto perdere tempo. L’ho ripassato ma non ho voluto rischiare attaccando Lorenzo. Secondo non è il modo migliore di chiudere il campionato, ma cercherò di rifarmi l’anno prossimo”.

Jorge Lorenzo, invece, si dice soddisfatto e fiero della sua vittoria, ottenuto dopo una gara combattuta e sofferta: “è stato difficilissimo, avevo tanta pressione e poi nel finale avevo la gomma posteriore distrutta. In gara non vedevo nulla, né le posizioni, né i giri e mi sono concentrato solo sul mio ritmo. Ho cercato di mantenere la concentrazione ed è bellissimo. Ora sono 5 volte iridato, è stato un grande lavoro della squadra Yamaha e del team, sono felicissimo e fiero di aver conquistato questo titolo per il mio Paese”.

Motomondiale falsato? È polemica sui social network

Al termine della gara, come lecito aspettarsi, sono immediatamente fioccate le polemiche. Per tutta la gara, infatti, Marquez è stato costantemente dietro a Lorenzo, quasi come se volesse fargli da guardiano. Persino tra il pubblico di Valencia, durante la premiazione, ci sono stati non pochi fischi per quello che, secondo molti tifosi (e non solo), è stato un finale di motomondiale falsato, all’insegna della scorrettezza. Inutile dire che sui social network è subito scoppiata la polemica. L’hashtag #iostoconVale è velocemente salito tra i primi dieci di tendenza in Italia, accompagnato da numerosissimi cinguettii.

  •   
  •  
  •  
  •