MotoGP, tensione alle stelle fra Honda e Yamaha

Pubblicato il autore: Ilaria Ceracchi Segui

MotoGp-Gp-Catalogna-Valentino-Rossi-e-Marc-Marquez-1_h_partbNon sembra essere destinata a finire la diatriba, che da più di una settimana ormai, vede protagonisti Marc Marquez e Valentino Rossi. La questione ha scatenato l’indignazione dei sostenitori del Dottore nazionale, che hanno mostrato tuttoil loro affetto al pilota attraverso l’hashtag #Iostoconvale. Tra i fan si annoverano moltissimi personaggi del mondo dello spettacolo, della musica e della politica, che non hanno avuto problemi a schierarsi pubblicamente dalla parte di Valentino.
Negli ultimi due giorni, inoltre, le due case motociclistiche coinvolte Yamaha e Honda, si sono “punzecchiate” a suon di comunicati stampa. Oggi, il team di Valentino ha replicato alla Honda, che nella giornata di ieri lo aveva condannato per aver dato il tanto discusso calcio a Marquez durante il Gran Premio di Sepang due domeniche fa.

Leggi anche:  F1, ecco perchè l'Alpine potrà far bene nel 2021 ma soprattutto per il 2022

Come riportato dal sito motogp.com, Movistar Yamaha risponde al comunicato stampa rilasciato da Honda Racing Corporation con queste parole: “Ci riferiamo al comunicato stampa diffuso da Repsol Media Service domenica 25 ottobre 2015, dal titolo “Pedrosa vince e Marquez cade dopo il calcio scorretto di Rossi”, così come il comunicato stampa emesso dalla Honda Racing Corporation ieri lunedì 2 novembre, dal titolo “Q&A con Shuhei Nakamoto”.  Yamaha desidera esprimere il suo disaccordo con le parole che sono state utilizzate in riferimento all’incidente tra i piloti Valentino Rossi e Marc Marquez. Entrambi i comunicati stampa, incluse le dichiarazioni che accusano Valentino Rossi di calci alla moto di Marc Marquez, non sono stati provati dall’inchiesta della Direzione Gara. Respingiamo pertanto la formulazione utilizzata in dette dichiarazioni che non corrispondono alle conclusioni della Direzione di Gara. Yamaha non ha alcun desiderio di entrare in ulteriori polemiche riguardo a questa vicenda e il nostro desiderio è di concludere la stagione 2015 della MotoGP nel miglior modo possibile. Andiamo a Valencia con la chira intenzione di cercar di fare del nostro meglio per vincere quello che speriamo sarà una gara memorabile con tutti i piloti e le squadre in una competizione esemplare, come si addice alla classe regina del motociclismo”. 

  •   
  •  
  •  
  •