Qualifica di Valencia, le parole dei protagonisti

Pubblicato il autore: Gianluca_Rizzo Segui

La pole di Lorenzo ha impressionato tutti, cosa hannno detto i protagonisti dopo la qualifica di Valencia?

Dopo la strepitosa qualifica di Jorge Lorenzo, e le successive dichiarazioni del maiorchino, andiamo a scoprire insieme le dichiarazioni dei due principali rivali per la vittoria di domenica , Marc Marquez e Dani Pedrosa, e del rivale diretto per il mondiale Valentino Rossi.

Dopo la strepitosa qualifica di Jorge Lorenzo, e le successive dichiarazioni del maiorchino, andiamo a scoprire insieme le dichiarazioni dei due principali rivali per la vittoria di domenica , Marc Marquez e Dani Pedrosa, e del rivale diretto per il mondiale Valentino Rossi.

Marc Marquez ha inizialmente parlato della strategia che dovrà tenere domani, e anche che è pronto a lottare con tutti pur di portare a casa la vittoria.
“Dobbiamo stare attenti dall’inizio e fare in modo che Lorenzo non scappi. L’ideale sarebbe passare Jorge e cercare di frenarlo un pò. Lui partirà bene e spingerà fortissimo all’inizio, quindi dobbiamo cercare di stare vicini e approfittare appena avrà un calo dello pneumatico.

Il mio obbiettivo come sempre è quello di ottenere il miglior risultato dando il cento per cento. Se dovrò lottare con Jorge per il il primo posto non ci saranno problemi, come anche se dovessi lottare con Pedrosa per il secondo o con Valentino per il terzo o quarto.

Soffro un po’ per il surriscaldamento dello pneumatico, è stranamente caldo e questo compromette tutto l’assetto della moto, ho visto che Valentino è caduto e anche io sono quasi caduto. Vediamo domani di fare una bella gara, ma l’incognita sarà cosa succederà con lo pneumatico dopo 10 giri, perché è a quel punto che si vedrà cosa si può fare”

Pedrosa, stupito dal tempo di Lorenzo, ha confermato la stessa strategia del compagno di squadra.

“Oggi Jorge è andato fortissimo, sono contento della prima fila. Bisognerà partire bene domani, perché sarà molto importante fare le prime curve, i primi giri in testa; domani vediamo come gestire la gara, perché qui le gomme si muovono tanto, dobbiamo fare un buon ritmo e una buona gestione gomme. Non è una questioni di consumo ma di prestazione perché si scaldano molto.

Domani sarà importantissimo partire bene perché qui è molto difficile sorpassare.”

Per Rossi è stato più un turno per provare cose nuove sulla moto piuttosto che per cercare la migliore prestazione, alla fine è scivolato, ma questo non lo preoccupa più di tanto

“Purtroppo questo pomeriggio abbiamo sofferto un po di più di stamattina, perdevo molto grip. Abbiamo fatto delle modifiche durante la qualifica, perché tanto non serviva a niente. Sono tornato in pista con la moto normale, stavo facendo un buon giro e i settori erano buoni, se lo avessi finito avrei fatto un buon tempo, però purtroppo ho sbagliato e son caduto; questo non cambia tanto per domani.

Domani bisogna cercare di prendere meno rischi possibili e fare presto, domani bisognerà vedere molte cose, 30 giri di gara è molto lunga, bisogna partire bene prendendo i rischi necessari senza esagerare.

Quello che faranno loro davanti non è un problema mio, io devo solo spingere poi quello che faranno le Honda e Jorge davanti.. vedremo. Se fossi partito normalmente avrei potuto fare una strategia, cosi purtroppo no.

La mattina con la bassa temperatura riesco a fare meglio, al pomeriggio si alza la temperatura la pista diventa un po’ scivolosa, ma soprattutto le gomme diventano più calde e li soffro di più.”MotoGP Qatar 2015

  •   
  •  
  •  
  •