Valentino Rossi e Jorge Lorenzo: le dichiarazioni dopo le libere del venerdì

Pubblicato il autore: Gianluca_Rizzo Segui

rossi_lorenzoValentino Rossi “ancora mi rode un po il c…” Jorge Lorenzo “la mia foza è la concentrazione”.

Le attenzioni sono tutte per Valentino Rossi e Jorge Lorenzo, per le vicende sia fuori che dentro la pista.

E’ un Valentino abbattuto quello che si presenta ai microfoni di Sky Sport MotoGP dopo il turno di libere del venerdì. Nonostante i buoni risultati ottenuti in giornata, continua a rimuginare sugli eventi che sono accaduti in questi giorni, e dalle dichiarazioni si capisce che non ha, giustamente, ancora superato tutto il polverone alzatosi nel dopo Sepang.

Sono soddisfatto, è stata una giornata piuttosto positiva. Già stamattina avevamo cominciato piuttosto bene, soprattutto perché eravamo riusciti a migliorare la moto durante il turno ed eravamo riusciti a fare dei tempi buoni con le gomme molto usate e questo è importante. Oggi pomeriggio abbiamo provato altre cose e siamo riusciti a migliorare il mio tempo, nonostante il pomeriggio sia più difficile perché fa più caldo. Abbiamo provato le gomme dure che possono essere un’opzione per la gara soprattutto perché dovrò andare forte fino la fine. Alla fine però sono abbastanza veloce, riesco a guidare piuttosto bene, abbiamo trovato un buon setting. Domani farò una qualifica normale, anche perché secondo me sarà impossibile fare delle altre cose anche perché ci sono tutti gli altri piloti che vanno piano in mezzo alla pista; quindi difficile usare quel quarto d’ora come un altro turno, però dobbiamo ancora decidere e dobbiamo vedere come saremo messi domani mattina.”

Alla domanda se stesse ancora pensando a quello che è successo in questi giorni ha risposto : “c’è un leggero sottofondo di tiramento di C.. anche quando giro”.

L’unica cosa che ha portato un sorriso sincero sul volto del pilota di Tavullia è stata la consegna della maglia dell’Inter con il numero 46.

Il protagonista di giornata è sicuramente Jorge Lorenzo, che ha dominato le FP2; e al contrario del suo compagno di squadra si è mostrato meno aperto e con poca voglia di parlare.

La prima domanda per Jorge è stata se tutti i fatti accaduti in questi giorni potessero distrarlo: “Una delle mie qualità è la concentrazione, perché posso buttare fuori i pensieri che provengono da furi dalla pista e concentrarmi per ottenere il miglior risultato possibile”.
Il pilota ha poi continuato: Oggi abbiamo cominciato con lo pneumatico vecchio dietro duro, e siamo andati forti. E’ importante perché la gara sarà molto lunga, sono 30 giri, è molto importante trovare un setting che con le gomme vecchie ti fa sentire bene. Poi abbiamo messo la gomma nuova e abbiamo ottenuto il miglior tempo (il moglior tempo ottenuto da Jorge è stato realizzato con gomma morbida). Sono molto soddisfatto e vediamo domani se possiamo migliorare ancora di più ma io penso che sia possibile”

L’appuntamento è per domani con la FP3 e poi le qualifiche, poi finalemnte la conosceremop chi tra Vealentino Rossi e Jorge Lorenzo vincerà il Titolo mondiale 2015.

  •   
  •  
  •  
  •