Ecco la nuova Renault: “Inizia un’altra era”

Pubblicato il autore: Nello Simonetti Segui

RenaultEccoci, arriviamo, o, se preferite, #hearuscoming, tanto per attribuire il giusto valore anche al gergo social, ormai entrato prepotentemente pure nel linguaggio giornalistico. Cambia poco nella sostanza. La nuova Renault è pronta al ritorno, in grande stile, nella Formula 1. Nel quartier generale di Guyancourt, il Technocentre alle porte di Parigi, il programma sportivo 2016 è stato ufficialmente svelato, insieme alla nuova Renault ovviamente, con una presentazione in grande stile, caratterizzata dall’ashtag di cui sopra. Del resto, una scuderia di tale prestigio, non poteva non regalare una presentazione degna del suo enorme blasone. La nuova Renaul farà così il suo grande ritorno in Formula 1, con una vettura ed un organigramma annunciati al mondo intero nella giornata odierna: “Inizia per noi una nuova era – ha annunciato entusiasta il presidente Carlos Ghosn -, la nostra è una storia lunga e piena di successi. Oggi celebriamo qui la nostra tecnologia e l’innovazione, si apre un nuovo capitolo della nostra storia. Questa nuova doppia struttura massimizzerà le sinergie tecniche e commerciali dalla pista alla strada. La F.1 è al centro del nostro impegno teso ad aumentare la notorietà della nostra gamma”. La nuova Renault, come detto, oltre alla vettura, avrà anche un organigramma tutto nuovo. Frederic Vasseur sarà il direttore sportivo, a lui il compito di coordinare il lavoro nelle sedi di Viry ed Enstone e ai GP, mentre Bob Bell sarà il direttore tecnico, Nick Chester responsabile dei telai e Remi Taffin dei motori. Per ciò che concerne la pista, i piloti saranno il 25enne britannico Jolyon Palmer, e il 23enne danese Kevin Magnussen.
Ovviamente, la scelta del piloti non ha potuto non destare qualche perplessità tra gli addetti ai lavori. La nuova Renault si è affidata a piloti giovani, tutti da verificare al momento dell’impatto con un progetto tanto ambizioso, anche se l’entusiasmo generale che accompagna questo nuova esordio della scuderia francese, basterà ampiamente per far digerire una stagione, quella che sta per partire, che deve essere innanzitutto di transizione. A Guyancourt è stata poi annunciata la creazione di due nuove strutture, la Renault Sport Racing e la Renault Sport Cars, che si occuperà di sviluppo e commercializzare il portafoglio vetture del Gruppo. Altra novità è la nascita della Renault Academy per cercare i campioni di domani. Già iscritti 4 piloti: Oliver Rowland, Jack Aitken,Louis Deletraz e Kevin Joerg provenienti dall’Eurocup F. Renault 2.0. La nuova Renault quindi si appresta a tornare in una Formula 1 che potrebbe però subire delle variazioni nel format. Si proverà a rendere la competizione più interessante, considerato il notevole calo di interesse suscitato da un copione troppo lungo e statico che, alla lunga, comincia ad annoiare sia gli spettatori da casa, sia gli stessi che assistono alle gare dalle tribune dei vari circuiti. Ma questo è un discorso ancora molto futuribile, la realtà oggi parla di un grande ritorno nel palcoscenico della Formula 1. La nuova Renault, a prescindere da quello che sarà il format voluto dalla FIA, vorrà senza dubbio recitarvi un ruolo da protagonista. “Comincia una nuova era”, annunciano da Guyancourt…

Leggi anche:  F1, Carlos Sainz: "Sono sorpreso dalla nostra performance del venerdì".
  •   
  •  
  •  
  •