Sbk Australia, la rivincita di Davide Giugliano

Pubblicato il autore: Jessica C Segui

2016-02-28-233507_1024x600_scrotCi sono quei piloti che indipendentemente da quanto hanno vinto, riescono ad appassionare i tifosi più di altri. Forse perchè la loro carriera non sempre è stata facile, forse perchè danno sempre il massimo e proprio perchè non si accontentano a volte cadono ma trovano comunque la forza di rialzarsi. Davide Giugliano è uno di questi piloti. L’anno scorso ha dovuto fare i conti con due gravi infortuni che hanno compromesso inevitabilmente la sua stagione. E subito, giornalisti e presunti esperti del settore non hanno perso tempo a riempire testate giornalistiche o siti con critiche pesanti, arrivando persino a consigliare a Davide di fermarsi e di darsi una calmata.

Dopo la gara di ieri e quella odierna nel gran premio di Phillip Island, quelle stesse persone si saranno ricredute nel vedere gareggiare Davide con grinta e determinazione. Dopo il quarto posto in gara 1, oggi il pilota del team Aruba Racing Ducati ha ottenuto il terzo posto, nonostante le possibilità sembravano essere svanite dopo un contatto con Tom Sykes.

“Oggi ho faticato un pò di più con il calore che ci ha fatto perdere un pò di grip. Me lo aspettavo, perciò ho mantenuto un pò di margine per il finale ma il contatto con Sykes mi ha fatto perdere terreno. Ma ho continuato a spingere e sono davvero contento di com’è finita la gara. Non volevo lottare con Nicky nell’ ultimo giro perchè lui ha molta esperienza ed è difficile battagliare insieme a lui.
E’ stata una grande gara, divertente e la terza posizione è fantastica. Sono molto fiducioso, questo è il risultato del duro lavoro mio e della squadra. E’ stato un ottimo lavoro e passo dopo passo, siamo tornati. L’anno scorso è stato molto difficile per me, ma ora voglio solo pensare a questa stagione e al futuro. Ho avuto due infortuni seri di cui uno proprio in questa pista (durante i test invernali 2015, ndr). Le mie condizioni fisiche sono molto buone ora, penso solo alla moto. Non faccio molta palestra ma corro e mi alleno con la moto. Questo è il mio segreto per quest’anno, è un grande passo avanti. E’ cambiato il team, la moto ma non tanto e sono cambiato io“.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: