Williams FW38 le prime immagini. Intervista a Pat Symonds sul processo creativo

Pubblicato il autore: Marcello Mutalipassi Segui

Williams FW38
In un venerdì di febbraio in cui tutti gli occhi del mondo sono puntati su Maranello, il team Williams Martini Racing svela le primi immagini della monoposto che correrà sui circuiti della stagione 2016 della Formula 1.
Ad accompagnare le foto, il capo tecnico Pat Symonds risponde alle domande dei giornalisti in una botta e risposta sul processo che ha portato alla creazione della Williams FW38.

La Williams Martini Racing ha scelto le piattaforme social per mostrare in anteprima le linee della sua vettura. La monoposto risulta simile alla versione precedente, la FW37, senza stravolgimenti tecnici visibili all’esteriore; anche il team di piloti è lo stesso dello scorso anno: al volante della FW38 vedremo sempre Valtteri Bottas e Felipe Massa.
Proprio sulla FW37 si basa il lavoro di progettazione della Williams 2016; lo stesso Pat Symonds afferma che, dati i risultati incoraggianti registrati nell’anno passato, era giusto continuare a sviluppare la monoposto 2015 ed andare a migliorare la monoposto in quei settori dove era carente.

Leggi anche:  F1, brutto incidente al via e Grosjean vivo per miracolo. Ecco i dettagli

Dello stesso tono è il patron Frank Williams: “La Williams Martini Racing sta mostrando di meritare il posto tra i team di punta, dopo che ha terminato le ultime due stagioni al terzo posto nella classifica costruttori” e aggiunge per la prossima stagione, “il nostro obiettivo è migliorare ulteriormente. Per la stagione 2016 non abbiamo subito stravolgimenti, il nostro team è stabile e i piloti si sono inseriti molto bene nel team portando avanti un ottimo lavoro, risultando veloci e vincenti. Anche il team di ingegneri è molto competitivo e lo dobbiamo grazie alla presenza di ottime menti“.

Williams FW38
Sul sito ufficiale Williams Martini Racing, ad accompagnare le prime immagini della Williams FW38 troviamo anche un intervista a Pat Symonds che spiega (ma senza svelare troppo) il percorso che il gruppo di ingegneri ha perseguito per la creazione della nuova monoposto.
Il processo di progettazione per la Williams FW38 è stato molto lungo“, risponde il capo ingegnere alla domanda su quando è iniziata la progettazione. “Abbiamo cominciato a lavorare sulla monoposto 2016 già dal gennaio 2015. Abbiamo stilato una lista di possibili evoluzioni che avremmo potuto inserire nella FW38 ancora prima che la FW37 scendesse in pista. Con il prosieguo della stagione abbiamo potuto verificare meglio quali erano i punti di forza, e le debolezze, della nostra vettura e poter agire al meglio sulla FW38. Già dalle prime gare della stagione 2015, stavamo avviando la costruzione della monoscocca e della scatola del cambio, parti decisive per la performance della vettura e che hanno bisogno di lunghi tempi per le analisi strutturali“.

Leggi anche:  Formula 1, dove vedere il GP Bahrain: diretta tv e streaming

Alla domanda su cosa aspettarsi dalla stagione 2016, Pat Symonds non si sbilancia e rimane molto vago: “Faccio parte del mondo dello sport motoristico da così tanto tempo da non cadere più nella trappola del fare previsioni. Negli ultimi anni la Williams è riuscita a rifar suo lo spirito competitivo che la caratterizzava da tempo, la mia intenzione è cavalcare questo spirito che pervade il team per continuare a progredire nel futuro, con un occhio di riguardo alla stagione 2017 ed agli importanti cambiamenti che porterà“.

Il capo ingegnere Williams conclude sottolineando qual è il punto di forza del Team Williams per il 2016: “La nostra forza per il 2016 è la stabilità. Avere la stessa coppia di piloti e team di sviluppo degli anni passati è una condizione ottimale per lavorare al meglio con soli otto giorni di test prima della prima gara ufficiale“.

Leggi anche:  GP Bahrain: Ferrari perse nel deserto, Hamilton show

Il resto dell’intervista (in inglese) può essere visionata al sito ufficiale Williams, qui.

  •   
  •  
  •  
  •