Agostini: Temo che Valentino batta i miei record!

Pubblicato il autore: Paolo Bellosta Segui

2016-valentino-rossi-yamaha-m1-8
Giacomo Agostini
è il pilota più vincente di tutti i tempi. Quindici titoli in carriera e 123 gran premi vinti: insomma numeri da capogiro. Ciclicamente tornano le discussioni da bar su chi sia il più forte di sempre, Valentino forse è superiore, ma Agostini parla coi numeri e i numeri hanno sempre ragione.
Recentemente qualche “simpaticone” ha diffuso la notizia della sua morte. Una bufala che l’ex pilota commenta così: «Pensavate che fossi andato via. Invece no, vi ho deluso, è ancora troppo presto per abbandonare tutto. C’è sempre qualche pirla che vuole fare qualcosa di diverso, che vuole farsi vedere, invece forse mi ha allungato la vita, lo ringrazio».
Agostini ha parlato a Tuttosport, ha chiacchierato di tutto ciò che ruota attorno alla Moto Gp, a partire dai suoi record. Ci tiene molto, a numeri di Mondiali vinti non potrà essere superato da Vale, Rossi ha dichiarato di voler correre ancora due anni, ma teme che il Dottore possa batterlo nel numero di Gp conquistati.
«Un giorno arriverà Valentino e mi porterà via i miei primati. E’ normale che sia così, i record esistono per essere battuti».
Nel frattempo si avvicina il primo Gran Premio della stagione, come di consueto negli ultimi anni, si disputerà in Qatar. Sarà una gara incerta, sarà utile per capire gli equilibri, per provare a scoprire il valore delle nuove moto.
Giacomo Agostini la vede così, queste le sue parole a Tuttosport:
«È dura fare un pronostico, lo è sempre per ogni Gran Premio. Ora ancora di più perché è la prima gara, e non si è scoperto ancora tutto. Le carte in tavola non sono state ancora girate, quindi ho ancora, e abbiamo tutti, dei dubbi: normale che sia così.
Io penso che il vincitore dovrebbe essere una Yamaha, poi Valentino o Lorenzo non so, l’importante è che vinca una Yamaha, comunque credo che anche la Ducati lì andrà forte. Mi aspetto una bella gara, c’è davvero tanta attesa per il Gp in Qatar. Mi auguro anche che le tensione vengano meno, che si pensi a correre, più che a parlare».
Insomma chiacchiere a zero e voce ai motori, che lo spettacolo inizi.

Leggi anche:  Formula 1, Ferrari | Mattia Binotto: "Siamo concentrati sul 2021, tre giorni di test sono un numero limitato".
  •   
  •  
  •  
  •