Aston Martin torna in Formula 1

Pubblicato il autore: Gianluca_Rizzo Segui

Alla vigilia della prima tappa del campionato del mondo di Formula 1 in Australia, è stato annunciato il ritorno nel circus dello storico marchio inglese.

aston martin

Si era già parlato di un avvicinamento della casa inglese al mondo di formula 1 per un contratto di sponsorizzazione che la legava alla Force India; poi l’accordo fu interrotto a causa del veto fatto dagli azionisti Arabi della Aston Martin che si sono opposti vista la presenza di uno nota marca di alcolici come main sponsor della vettura made in India.

Ma in questi giorni c’è stata la svolta.

La Aston Martin ha annunciato che a partire da quest’anno inizierà a collaborare con la Red Bull, e che il logo della casa inglese comparirà sulle fiancate e sul muso della RB-12.

Leggi anche:  Formula 1, ecco il futuro di Sergio Perez

Si parla quindi principalmente di sponsorizzazione, ma anche di supporto tecnico reciproco; infatti, la casa inglese mette a disposizione della Redbull strutture e tecnologie, mentre la casa austriaca mette a diposizione il suo ingegnere di punta Adrian Newey, che verrà “sfruttato” per la progettazione di una nuovissima hypercar della Aston Martin che si chiamerà AM-RB001.

Ma non c’è solo questo. Dal prossimo anno, alla Redbull scadrà il contratto che la lega a Renault per la fornitura di motori, e qui entra in gioco anche Mercedes: il 10 % della quota azionaria della Aston martin è infatti in mano al gruppo tedesco, e questo accordo tra RB e AM potrebbe proprio portare una PU marcata con la stella a tre punte sotto al cofano della RB-13 nel 2017.

A tal proposito ecco le dichiarazioni del Team Manager della Redbull, Christian Horner:

Leggi anche:  Grosjean: sta bene e vorrebbe correre ad Abu Dhabi

“E’ molto emozionante per noi riportare in Formula 1 un marchio storico come quello di Aston Martin Siamo davvero fieri di esportare la tecnologia di Formula 1 di Redbull per la realizzazione di una vettura stradale, realizzando così un vecchio sogno di Adrian .Sono convinto che questa partnership ci darà molte soddisfazioni”.

Anche Adrian Newey ha parlato della nuova collaborazione:

“Fin da quando avevo sei anni avevo due sogni: essere coinvolto nel progetto di una vettura da corsa e di una super macchina stradale. Il primo l’ho realizzato e ora finalmente posso dire lo stesso del secondo. E’ davvero fantastico soprattutto perché possiamo portare la tecnologia che abbiamo sviluppato in Formula 1 in un nuovo contesto”.

  •   
  •  
  •  
  •