Formula 1, Alonso in conferenza: “Sono deluso, volevo correre in Bahrain”

Pubblicato il autore: valeria93 Segui
GP BAHRAIN F1/2015 - 19/04/2015 © FOTO STUDIO COLOMBO X FERRARI MEDIA (© COPYRIGHT FREE)

GP BAHRAIN F1/2015 – 19/04/2015
© FOTO STUDIO COLOMBO X FERRARI MEDIA (© COPYRIGHT FREE)


Formula 1, 
torna il tanto atteso appuntamento: dopo il Gp di Melbourne che ha inaugurato la nuova stagione, il mondiale prosegue con la seconda tappa di Bahrain. Alla consueta conferenza stampa sono intervenuti, tra gli altri, i piloti Romain Grosjean (Haas), Felipe Massa (Williams), Nico Rosberg (Mercedes) e Fernando Alonso (McLaren), scosso dal recente incidente ma deluso di non poter subito tornare a gareggiare alla guida della sua vettura.

Ai microfoni dei giornalisti, Alonso, tre volte vincitore sul circuito di Bahrain, racconta l’episodio di Melbourne esprimendo tutta la propria delusione sulla decisione, ampiamente comprensibile, di rinunciare alla gara:
“Sicuramente sono deluso, ovvio. Noi vogliamo correre, siamo competitivi, piloti, a noi piacciono le competizioni e amiamo lo sport. Perciò quando sei qui,e nonostante tutto non puoi provare tutto questo. E’ triste ma è comprensibile e rispetto la decisione. Ho provato fino alla fine a correre, ma ci sono stati giorni difficili anche a casa, che puoi però provare a superare attraverso l’adrenalina che questo sport ti da e superi tutto anche la paura che alla fine riesci a manovrare se non pensi, ma ci sono dei rischi a cui tu non pensi ma i dottori si. Quindi è un rischio per l’intero gruppo, la gestione, che io capisco, e per minimizzare tutto , certo è triste, ma è la miglior cosa da fare”.

Fernando tuttavia, è ottimista riguardo il suo ritorno in pista nel Gp in Cina: “Certo, non è sicuro al 100% , c’è un altro test che dovrò fare nei prossimi 8- 10 giorni e alla fine dei test la FIA  valuterà di nuovo come ha fatto ora. Prima di tutto c’è la sicurezza poi la performance. Fortunatamente è tutto ok , ma alcune cose devono essere valutate con dei test”.

Grandi soddisfazioni per Romain Grosjean, che fa riferimento con particolare emozione al sesto posto ottenuto in Haas a Melbourne: “Fu una gara speciale per noi, abbiamo avuto un po’ di fortuna con la bandiera rossa, ma fummo sfortunati il sabato alle qualifiche. Fu un grande debutto, meglio di quanto ci aspettassimo. È stata una delle gare che ricorderò quando diventerò vecchio e racconterò storie ai miei bambini. Ma è stata bella per tutti, anche per la stessa F1, per la squadra. Credo che un nuovo team stia dimostrando che è possibile fare punti alla prima curva, fu un’ottima cosa. Ma soprattutto per tutti i ragazzi che hanno lavorato duramente in questi due mesi, ha risollevato il morale , e ha dato la conferma che la macchina a cui stiamo lavorando è una delle migliori che abbia mai guidato”.

Un’impresa, quella coronata da Grosjean, che ha dimostrato la grande competitività delle scuderie “minori”, in grado di tenere testa ai team più blasonati: “Io penso che ci sia ancora tanto da imparare e tante cose che potrebbero essere fatte meglio. Non abbiamo fatto nessuna pratica in Australia a causa della pioggia e poi c’è stato l’incidente in F3 nella pit lane. Quindi dobbiamo mettere la macchina in pista, e più tempo passeremo a guidarla e testarla più potremo sapere cosa c’è da fare e da migliorare. Non sto dicendo che saremo sicuramente tra i primi 5 in questo weekend ma che è sicuramente un buon inizio per la squadra. Penso che in generale, avremo alti e bassi, ma il potenziale c’è”.

Dopo il quinto posto a Melbourne, Felipe Massa, due volte campione a Bahrain, discute sulle potenzialità della sua Williams e sulla probabilità di ottenere un piazzamento migliore delle Red Bull su questo circuito: “Beh penso sia stato un buon inizio per noi, è stato come ci aspettavamo. È anche vero che le altre auto erano molto forti. È stata una bella lotta anche nelle qualifiche, ma credo che potremmo essere davanti. Siamo preparati al fatto che sarà una dura lotta con gli altri team. Credo che questa pista possa essere buona per noi. È una  pista molto bella, mi piace guidare qui, ha curve piacevoli ma anche molto difficili, è necessario avere una buona macchina in termini di frenata  e trazione, si guida bene, ed è questo che sto cercando la domenica”.

Ottimo avvio di stagione per il leader del campionato, Nico Rosberg, che celebra il decimo anniversario in F1 ed è stato per ben quattro volte campione a Melbourne: “Si naturalmente è stato un buon inizio ma è la prima gara su 21, ma sono davvero soddisfatto della vettura che abbiamo, il team ha fatto un lavoro incredibile per darci una macchina così anche quest’anno, certo ci saranno gare bellissime ma guardo anche a quella con la Ferrari”. 

  •   
  •  
  •  
  •