GP Qatar Moto2: Thomas Luthi vince tra le penalità

Pubblicato il autore: Marcello Mutalipassi Segui

Qatar Moto2
GP Qatar Moto2 – Delle tre categorie corse ieri in Qatar la gara della Moto2 è stata la più interessante per i continui stravolgimenti di fronte. Oltre ai duelli e ai numerosi sorpassi, la corsa è stata caratterizzata dalle numerose penalità di falsa partenza che la commissione gara ha dovuto assegnare a ben otto piloti. Sei di essi sono stati penalizzati con un ride through durante la corsa, mentre a Morbidelli e Cortese sono stati assegnati 20 secondi di penalità da aggiungere al tempo finale. Morbidelli ha chiuso secondo sul traguardo ma per questo si è trovato retrocesso fino alla settima posizione; la prima gara della Moto2 va così a Thomas Luthi, seguito da Luis Salom e dal romano Simone Corsi.

Al GP Qatar Moto2 il tedesco Jonas Folger parte dalla pole position, affiancato in prima fila dall’inglese Sam Lowes e dallo spagnolo Alex Rins. In seconda fila il campione in carica Johann Sarco e il nostro Franco Morbidelli.
Purtroppo Lorenzo Baldassarri non riesce a prendere il via della gara per la doppia lussazione alle spalle che ha subito durante le qualifiche; sarebbe partito dalla settima piazza.

Allo spegnimento del semaforo è chiaro che la corsa non avrà un esito normale: le jump start sono evidenti a tutti e già nel primo giro vengono assegnate quattro penalità. Zarco, Lowes, Schrotter e Rins dovranno effettuare un passaggio per la corsia box con il limitatore di velocità, un “ride through”.
Al quarto giro il poleman e pilota più veloce in pista, Jonas Folger, esagera e scivola alla curva 4. La gara del tedesco si chiude qui e, mentre i piloti penalizzati cominciano a rientrare, lo svizzero Luthi prende il comando della corsa seguito dal nostro Morbidelli. Anche il pilota italiano sembra aver effettuato una falsa partenza ma la direzione gara non ha effettuato altre segnalazioni per penalità.

Da qui in avanti la gara si divide su due duelli molto interessanti: Luthi e Morbidelli per il primo posto e Corsi e Cortese per il gradino più basso del podio.
Morbidelli cerca subito di portarsi in testa nella prima metà di gara, ma con lo svizzero ha vita difficile e viene ripassato qualche giro dopo. Nel frattempo la commissione gara riprende la scena e assegna nuove penalità: ride through per Nakagami e Mulhauser.
A metà gara Morbidelli riprende nuovamente la testa, ma Luthi rimane attaccato al pilota italiano. Nelle retrovie un promettente rookie conduce una corsa onorevole: Luca Marini, fratello del nove volte campione del mondo Valentino Rossi, occupa la tredicesima piazza.

A cinque giri dal termine, mentre Franco Morbidelli è concentrato a conquistare la sua prima vittoria nella classe Moto2, arriva la segnalazione dalla commissione gara. Franco Morbidelli e Sandro Cortese indagati per falsa partenza.
La direzione gara non ha dato una grande prova di professionalità, segnalando una penalità legata alla partenza ben 17 giri dopo l’avvenimento; negli ultimi giri viene deciso di assegnare 20 secondi aggiuntivi al tempo finale degli ultimi due piloti coinvolti.

Nel finale della gara Morbidelli cerca il tutto per tutto con Luthi, ma finirà comunque secondo alle spalle dello svizzero. Una volta tornato nel parco chiuso riceverà la notizia della penalità.
La classifica finale del GP Qatar Moto2 vede quindi Thomas Luthi conquistare la sua sesta vittoria in Moto2, secondo lo spagnolo Luis Salom e terzo il nostro Simone Corsi, esecutore di un’ottima corsa. Franco Morbidelli scala fino alla settima posizione. Menzione d’onore per il giovane rookie, Luca Marini, che chiude decimo.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: